Domande e risposte

leggi tutte le domande
Come si fa a tornare se stessi e ad avere consapevolezza delle proprie azioni

Mi spiego meglio, 8 mesi fa sono uscita da una relazione di 2 anni e mezzo, sono stata male, tanto, e lui ha iniziato ad odiarmi e a non volermi vedere, e tutt'ora è così, solo che avendo molti amici in comune ci vediamo spesso ma lui ha sempre molto astio nei miei confronti, il problema nasce nel momento in cui io non riesco a provare più emozioni per nessuno,lui compreso, semplicemente reagisco a tutto con menefreghismo e se sbaglio qualcosa ci passo sopra subito come se nulla fosse, non m'importa veramente più di nessuno, di nulla, ho lasciato via tutto, non mi sento presa è come se le mie emozioni fossero spente, vivo in un vuoto totale.

1 risposta
Febbre da stress?

Buongiorno, dopo due episodi di febbre improvvisa e anomala mi stavo chiedendo se è legata a cause psicologiche o patologiche. Tre notti fa la febbre mi è andata a 43 gradi, stanotte invece a trentotto, gli episodi si sono risolti nel giro di un'ora con grande sudorazione. Ho avuto in passato ischemie celebrali e episodi di epilessia ma per entrambi le cose sto prendendo regolarmente i farmaci. Devo preoccuparmi o posso rientrare "nella febbre da stress", visto che sto passando un periodo particolarmente difficile.. ringrazio per eventuale risposta. Grazie

3 risposte
Come capire se veramente soffre di spettro autistico?

Salve, sono la mamma di un bambino di quasi 3 anni, che nn parla ancora... siamo molto preoccupati..È sempre stato un bambino sorridente curioso, ha iniziato a 13mesi a camminare molto bene, è sempre stato con me, non ha mai avuto febbre ma a 18 mesi ha fatto due crisi di convulsioni febbrili, risolto è sempre stato bene, aveva iniziato a "parlottare" il termine esatto non so dirlo, faccio degli es. Se chiedevi quanti anni ha ti rispondeva 2 o ti faceva vedere con le dita 2, sapeva alcuni versi degli animali, ballava, le sue parolone erano grazie, papi, non c'è, ciuccio, gnam, mamma papà nonna e nonno... da i 2 anni in su ha iniziato a non mangiare (poi verso l inverno ha ripreso), era tutto no qualsiasi cosa... causa covid prima epidemia non siamo più usciti, ero una che già dalle prime settimane che era nato ho sempre cercato di portarlo in giro, purtroppo non ho mai frequentato il parco... dai tutti i no, pure le minime cose che faceva non le ha più fatte, credevo si sbloccarsi e invece niente.. da marzo frequenta il nido, però nn sta assieme moltissimo ai bimbi se e da fare le attività invece sta seduto vicino a loro, abbiamo iniziato a fare visite neuropsichiatria infantile, e qst in mezz' ora che l ha visto c ha detto che ha una sfumatura di autismo, siamo davvero in ansia (io già ci soffro) abbiamo molta paura davvero... non sappiamo che fare. Scusate x il messaggio troppo lungo avrò forse anche dimenticato alcune cose da scrivere ma mi scuso per la lunghezza... se lo chiami non si gira, però se dici vuoi il gelato si gira subito e viene, i comandi li fa, gioca con noi vuole le coccole ma nn troppo... grazie a chi risponderà

2 risposte
Sono epilettico e da quasi 40 anni soffro per un sorriso involontario

Buongiorno ho 57 anni e soffro di epilessia dell'età di 18, prendo farmaci antiepilettici, ho una moglie che amo e tre splendidi figli ed un lavoro tranquillo ma purtroppo soffro per un problema che mi fa sentire inadeguato, parlando con alcune persone, anche familiari, non con tutte ma proprio solo con alcune mi viene da sorridere, come se stessi prendendo in giro la persona con cui parlo o stessi mentendo. Naturalmente si parlo di argomenti in cui non c'è nulla da ridere, non riesco a risolvere il problema neanche distogliendo lo sguardo dal viso dell'interlocutore come mi è stato suggerito. Il problema mi angoscia poiché una delle persone è proprio mia moglie che spesso la prende male, grazie per l'aiuto che vorrete darmi.A presto.

4 risposte
Da bambina mi è stata diagnosticata una marginalità cognitiva

Salve, le scrivo perché da bambina mi è stato diagnosticata una marginalità cognitiva mi è stato assegnato la maestra di sostegno. Ho parlato con la neuropsichiatria infantile perché adesso ho 26 anni e lei mi ha detto che ho una marginalità cognitiva in base ha un test effettuato mi ha assegnato il sostegno, il punto è questo quando vado per imparare un argomento devo leggere tante volte non riesco ad apprendere subito, le tabellina o i conti li devo ripetere sempre perché non riesco ha ricordare, il mio cervello è come se non vuole registrare le informazioni. Questo mio deficet mi sta creando tanti problemi, sul lavoro mi dicono che sono poco sveglia, sulla patente pure. Cosa posso fare? C'è una cura? Voi dite che è un handicap mentale?

5 risposte
Parole sbagliate

Ho 49 anni, da qualche settimana ho notato che modifico le parole, delle volte scambio qualche lettera, altre volte le parole sono completamente diverse. Dipende dalla condizione di quarantena o mi devo preoccupare? Aggiungo che sono in cura per ipertensione ed emicrania.

5 risposte
Cosa fare quando tuo figlio non si comporta bene a scuola nonostante le continue riprese?

Salve sono una mamma disperata, mio figlio è un ragazzo che fin dalle elementari è stato etichettato e maltrattato dalla maestra di italiano. Lui ora frequenta la terza media l'anno scorso ha cambiato scuola per via del suo andamento e per bullismo. Si ha cambiato scuola ma qui attualmente non si trova bene sia per il bullismo di cui è stato vittima fuori dalla scuola sia per i voti scolastici che stentano a trovare una sufficienza. Oggi sono stata alla riunione scolastica e mi hanno riferito che mio figlio e altri due disturbano la lezione chiacchierando e dando fastidio. Ho trovato nel diario due note che continua a disturbare la lezione chiacchierando e dando fastidio. Lui non mi ha detto niente delle note ...io non so più cosa fare con lui le abbiamo provate tutte, tutti i giorni ce n'è una io gli faccio una testa tanta comportati bene!!!!!!!... non disturbare....!!!!!ascolta la professoressa. !!!!Aiutatemi non ce la faccio più a sopportare questa situazione.

1 risposta
Bambino con difficoltà all' asilo

Buongiorno a tutti, Mio figlio quattro anni il prossimo giugno ha qualche problema all' asilo. Parto con il dire che ha problemi di linguaggio causati da un problema di comprensione inizialmente, che la logopedista dice colmato. All' asilo sembra tranquillo, ma le insegnanti lamentano scarsa socializzazione e che risponde ai comandi non sempre in prima battuta. A casa parla tanto (in modo chiaro e non), ubbidisce ai comandi e mi sembra (e spero ovviamente) un bambino felice e tranquillo, è un accanito lettore, ama i puzzle, gioca tanto sia con noi che da solo... insomma è adorabile! Se andiamo in giro saluta tutti e cerca sempre il contatto con i bimbi, che incontriamo,,, credo che il suo problema siano i grandi numeri dell' asilo! Mi chiedo come aiutarlo in questa fase di "chiusura" sociale, perchè le maestre ci stanno creando il problema ed io non sò se realmente possa essere un problema.

2 risposte
Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.