Condividi su:

Il Training Autogeno è conosciuto in tutto il mondo come una delle tecniche di rilassamento più efficaci, ideata nella prima metà del ventesimo secolo da J.H. Schultz, psichiatra e psicoterapeuta tedesco. Lo sviluppo di questa tecnica per J.H. Schultz doveva avere lo scopo di rendere il paziente meno vincolato al terapeuta diventando lui stesso protagonista del suo miglioramento e del suo benessere. “Training” significa “allenamento” mentre “Autogeno”, significa “che si genera da sé”; si tratta, dunque, di un auto-allenamento, insegnato e guidato solo inizialmente da un esperto, che si basa sulla visualizzazione di immagini e sulla ripetizione di formule, le quali permettono di raggiunge una concentrazione profonda sul proprio corpo aiutandolo a produrre dei cambiamenti fisici e psicologici positivi. Molti sono gli effetti che si acquisiscono con questa tecnica e differenti sono gli ambiti di applicazione della stessa. Il Training Autogeno nasce in ambito clinico per affrontare disturbi quali fobie, disturbi d’ansia, tic e balbuzie, disturbi del sonno e altri disturbi come tachicardie, cefalee, disturbi digestivi, problemi circolatori e respiratori; successivamente ha trovato applicazione anche nel mondo del lavoro, dello sport e più recentemente, nel mondo dell’infanzia e dell’estetica. Nel mondo del lavoro degli sviluppi positivi si sono evidenziati ad esempio sul rendimento delle aziende attraverso la gestione dello stress nei lavoratori aumentandone le performance degli stessi e diminuendo l’assenteismo. Un altro campo di applicazione è il mondo dello sport per incrementare la performance degli atleti attraverso ad esempio il controllo dell’ansia, la gestione dello stress e il miglioramento della concentrazione.

Il training Autogeno viene utilizzato anche in ostetricia per la profilassi al parto finalizzato alla gestione della tensione, della paura e del dolore. I suoi ambiti di sviluppo più recenti sono il campo educativo, in particolar modo nel mondo dell’infanzia per affrontare difficoltà nello sviluppo attraverso la trasformazione della tecnica in forma di gioco utilizzando “fiabe di rilassamento”, e nel mondo estetico per affrontare ad esempio problematiche della pelle fino alla semplice forma di rilassamento presente all’interno dei centri termali o centri di bellezza. Grazie ai suoi molteplici benefici, un numero sempre maggiore di persone scelgono di apprendere il Training Autogeno e, nonostante il periodo di difficoltà economica generale, aumenta la tendenza ad investire sulla propria salute cercando maggior sollievo e beneficio psico-fisico.

 

 

                                                                                     Dott.ssa Salima Serafin, Psicologa-Psicoterapeuta

Commenta questa pubblicazione

Iscriviti o accedi per lasciare un commento

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Training Autogeno e tecniche di Rilassamento"?

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.