Training Autogeno e tecniche di Rilassamento

Training Autogeno in gravidanza e al momento del parto

04 Aprile 2014

contattami

Condividi su:

GRAVIDANZA E TRAINING AUTOGENO.

Numerosi studi hanno rivelato l'importanza del Training Autogeno per le donne in gravidanza, in quanto permette di attenuare i disturbi tipici di questo periodo quali nausea, vomito, stitichezza, insonnia, irritabilità, stanchezza, difficoltà respiratorie, sbalzi di pressione, dolori muscolari, ecc. Inoltre si sono rivelati molto utili per raggiungere una serenità emotiva e fronteggiare i vissuti psicologici legati alla gravidanza come ad esempio gli sbalzi di umore, i sentimenti contrastanti legati al cambiamento del proprio corpo, è in grado di prevenire i disturbi d'ansia e la depressione post-partum. Il Training Autogeno infatti permette di sintonizzarsi e porsi in ascolto del proprio corpo e così facendo si permette alla madre di iniziare un dialogo interno con il nascituro, creare armonia dentro di sé e prendere confidenza con i cambiamenti fisiologici. Di conseguenza la mamma si porrà in modo più armonioso nei confronti del neonato affrontando con maggiore serenità la fase successiva al parto. Questo metodo infatti permette di recuperare energia psicofisica e di poter di conseguenza rispondere in modo più adeguato alle esigenze del neonato. In questa fase i genitori rientrano a casa col nuovo nato e si sperimentano nel nuovo ruolo di genitori che non consiste solo nelle cure necessarie al piccolo ma prevede anche e soprattutto una riorganizzazione emotiva e sociale della neo mamma e del neo papà. In questa fase è molto importante l’aspetto psicologico e l’accoglimento emotivo da parte di se stesse e nella reciprocità della coppia.


 

TRAINING AUTOGENO NEL MOMENTO DEL PARTO.

Nella vita di una donna, la nascita di un figlio è un evento importantissimo. Quando il momento del parto sta per approssimarsi è normale provare ansia, nervosismo e timore. Queste emozioni sono assolutamente legittime ma, se dovessero sopraffare la futura mamma, il travaglio potrebbe essere più faticoso e doloroso. Per tenere sotto controllo la tensione, rilassandosi per vivere più serenamente l’esperienza del parto, è stata dimostrata l'efficacia del Training Autogeno. Questa tecnica di gestione dello stress è in grado di stimolare la produzione di endorfine che contrastano l'ansia e l'agitazione favorendo anche il controllo del dolore grazie al rilassamento della muscolatura. Tale metodo si rivela inoltre un valido aiuto già dalla fase del travaglio in quanto consente alla donna di affrontare più serenamente l'esperienza del parto alleviando le ansie tipiche di questo momento. Durante il travaglio infatti è possibile approfittare delle pause fra una contrazione e l'altra per praticare il Training Autogeno in modo da poter recuperare energie e poter affrontare con più serenità la successiva contrazione. Gli esercizi specifici da svolgere durante il travaglio sono quelli della calma, della pesantezza, del calore e del respiro.

Numerosi studi hanno dimostrato che durante il parto il dolore che prova la donna è dovuto per il 40% all’ansia, al timore di non farcela e alla paura del dolore stesso: la tensione nervosa spinge quindi la partoriente a contrarre i muscoli del perineo che dovrebbero invece essere rilassati per favorire il passaggio del bambino. Il training autogeno attraverso l'induzione della calma e del rilassamento è in grado di ridurre la componente psicologica del dolore e può anche rendere più breve la fase espulsiva del parto.

Dott.ssa Arianna Scarpellini,   Cesena (FC) 

Commenta questa pubblicazione

Iscriviti o accedi per lasciare un commento

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Training Autogeno e tecniche di Rilassamento"?

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.