Traumi psicologici

Non riesco a superare i traumi del passato

Aurora

Condividi su:

Salve, mi chiamo Aurora e ho 18 anni, più di un anno fa sono uscita da una relazione violenta sia fisicamente che mentalmente. La persona con cui stavo prima utilizzava sempre un atteggiamento violento, inizialmente la violenza era solo psicologica ma ben presto divenne anche fisica e sessuale. Passai quasi 2 anni con questa persona per paura che se l'avessi lasciata avrebbe potuto farmi qualcosa. Successivamente riuscii a lasciarlo e adesso cerco di vivere la mia vita al meglio delle mie possibilità. Ho trovato un altro ragazzo che mi rispetta e mi ama per quello che sono ma allora perché continuo a sentirmi cosi male, cosi sbagliata. Non riesco più ad uscire di casa da sola per paura che qualcuno possa farmi del male, sono fermamente convinta di dover fare un percorso con uno psicologo ma la paura mi blocca. Non riesco ad accettarlo, ho pensato che il tempo avrebbe guarito tutte le mie ferite...ma non è stato così. Di recente ho riscontrato diversi problemi sia nel dormire che nel cibo, durante la notte non riesco a dormire e quelle poche volte che ci riesco dormo poco e male, insomma non sono mai pienamente riposata. Per quanto riguarda l'alimentazione passo dal non mangiare nulla ad avere una fame nervosa e quindi mangiare tutto quello che mi capita davanti, per poi sentirmi in colpa e non mangiare per giorni. Ho provato a parlare con diversi adulti compresi i miei genitori, ma nessuno mi ha mai capito fino in fondo. Purtroppo non ho amici è da un po' di anni oramai che non riesco a farmene quindi non posso cercare il confronto con qualche mio coetaneo. Rimango bloccata in un mondo che mi sono creata da sola dicendomi: "prima o poi passerà, lo dimenticherai" ma non è mai cambiato nulla. Vorrei solo essere una ragazza normale con degli amici. Cosa potrei fare per realizzare questo sogno che oramai mi sembra irraggiungibile?

2 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Buongiorno Aurora. Non è mai facile superare degli abusi, mentali o fisici che siano; lasciar passare il tempo può funzionare per alcuni, mentre per altri può essere necessario un percorso adatto per affrontare il trauma, rielaborarlo e superarlo. Inoltre le difficoltà nell’ambito relazionale che riporta, con la costante sensazione di non essere capita, possono essere indagate per capire come lei abbia appreso a funzionare nelle relazioni con l’Altro, andando di riflesso anche a lavorare sulla sensazione di sentirsi sbagliata anche in una relazione che descrive come funzionale e piacevole come quella che sta vivendo ora.
Lavorando su questi aspetti (e su altri eventuali aspetti che possono sorgere) con l’aiuto di un esperto, c’è sicuramente la possibilità di ridarle una vita che per lei può essere ritenuta normale, andando a lenire ansie e paure.
Per un consulto più approfondito e adatto al suo caso particolare mi rendo disponibile, anche online.
Cordialmente,
dott. Alfonso Panella.

Gentile Aurora,


dal suo racconto si percepisce importante pesantezza, senso di vuoto e sconforto.


Non si deve giudicare così tanto in negativo. Anzi deve fare tesoro della forza che ha mostrato in questi anni nel cercare di superare questo vissuto "forte" e se non capisco male anche da sola.


Lei sta già facendo un piccolo passo verso di sè, scrivere su un portale dove le rispondono dei professionisti della salute e del benessere personale. Cosa la blocca nel chiedere aiuto?


Superare un trauma Forte da soli non è mai semplice, forse addirittura impossibile. Saper chiedere aiuto ed essere supportati in questa rielaborazione profonda può essere molto importante e non c'è da vergognarsi. Si può anche osservare questo percorso come una coccola, un momento solo per lei dove non solo si prenderà il giusto tempo necessario per descrivere le sue emozioni e i suoi pensieri ma anche per ritrovare la forza interna che sicuramente lei avrà.


Dallo psicologo psicoterapeuta si può andare per sintomi importanti e forti ma anche solo per ricercare un maggiore benessere, per aumentare la propria autostima, per "cambiare" alcuni aspetti emotivi di sofferenza, ecc.


Inoltre, gli incontri sono coperti da segreto professionale, sono senza giudizio e se non decidesse di seguire un percorso in ASL sono detraibili da 730 come tutte le altre prestazione sanitarie.


Le linko alcuni articoli sperando di far cosa gradita:


- https://www.psicoterapiacioccatorino.it/aumentare-la-propria-autostima/


- https://www.psicoterapiacioccatorino.it/disturbo-alimentare/


- https://www.psicoterapiacioccatorino.it/quando-richiedere-una-consulenza-psicologica/


- https://www.psicoterapiacioccatorino.it/terapia-individuale-minori-adulti-cognitivo-costruttivista/


Resto disponibile per informazioni, domande aggiuntive, eventuale consulenza o se volesse rispondere in privato alle domande poste.


Le auguro di trovare presto una soluzione al suo problema.


Cordialmente


Dott.ssa Federica Ciocca


Psicologa e psicoterapeuta


Ricevo a Torino, provincia (Collegno) e online

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Traumi psicologici"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Consigli sul come aprirsi con la propria psicoterapeuta

Buongiorno,Sono 11 mesi che vado da una psicoterapeuta e mi trovo abbastanza bene. Tuttavia ancora ...

2 risposte
Richiesta consigli

Buonasera, vi scrivo perchè sono molto preoccupata per il mio compagno che mi ha recentemente ...

6 risposte
Madre lontana e ossessionata dal mio ex

Buongiorno, sono una ragazza di 28 anni e vivo da sempre un rapporto conflittuale e alterato con i ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.