Condividi su:

Il nostro cervello, con i due emisferi, benché le due metà sembrino identiche, svolgono funzioni del tutto diverse. Le diversità sono emerse grazie agli studi effettuati su pazienti con lesioni cerebrali ed i primi studi, hanno l'origine nel lontano 1874, in cui il neurologo inglese John Hughlings Jackson descrisse l'emisfero sinistro come sede della "facoltà espressiva", osservando poi che un paziente affetto da neoplasia nell'emisfero destro, "non conosceva oggetti, persone e luoghi".

Circa un secolo dopo, in California, si é scoperto che effettuando la resezione delle vie nervose che collegavano i due emisferi sempre assicurando l'unità del funzionamento psichico, (corpo calloso = fitto fascio di fibre - nell'uomo lungo circa 10 cm) penetra in entrambi gli emisferi, consentendo la trasmissione di memorie ed apprendimenti dall'uno all'altro.

Quindi, interrompendo la via di comunicazione tra le due metà della corteccia cerebrale, si potrebbe ridurre il numero di cellule coinvolte nelle crisi convulsive di soggetti affetti da epilessia. Un intervento chirurgico di questo tipo (resezione del corpo calloso)  chiariva, in modo preciso le funzioni specifiche dei due emisferi, con soggetti dotati di due strutture psichiche separate: una logica, verbale, analitica e dominante; l'altra percettiva, spaziale, artistica, ma muta completamente.

Comandi verbali, tipo "sollevare la gamba" o "chiudere la mano", potevano essere eseguiti dalla parte destra, sotto la direzione dell'emisfero sinistro. In analogo modo, in un soggetto, un oggetto contenuto nella mano destra, nascosto alla vista, riusciva ad essere descritto, il soggetto diceva cosa era, se invece, era contenuto nella mano sinistra, non riusciva - anche se era in grado di riconoscerlo tra altri - a denominarlo.                                                                            

La resezione del corpo calloso - cioè di questo fitto fascio di fibre - consente, tuttavia, alle due metà del cervello di interagire, attraverso l'invio di messaggi e di segnali, ma se si presenta al paziente una luce rossa o verde, l'interpretazione avviene solo da parte dell'emisfero destro, che é specializzato nella discriminazione dei colori, mentre l'emisfero sinistro può denominare il colore, ma non lo vede.

L'utilizzo dei test psicologici ha evidenziato che la funzionalità del solo emisfero sinistro consente una maggiore integrità, in quanto il paziente può parlare, scrivere, esprimere i propri sentimenti, le proprie emozioni, le proprie sensazioni, ma non riesce più a disegnare, é incapace di orientarsi nello spazio tridimensionale ed ha perso ogni attitudine musicale.

Al contrario, le lesioni dell'emisfero sinistro incidono sulle capacità verbali e l'espressione mediante la parola può essere assente o può esserci con molta difficoltà, in quanto i centri del linguaggio sono localizzati in questo emisfero. Nei soggetti mancini si é rilevato, in alcuni casi, che le funzioni verbali sono localizzate nell'emisfero sinistro, ma é inferiore al 50% la lateralizzazione completa dei centri del linguaggio.

Se l'emisfero destro controlla la metà sinistra del corpo, e l'emisfero sinistro la metà destra, nei soggetti mancini si é osservato che la separazione emisferica non é sviluppata pienamente, come avviene nei destrimani.

La specializzazione dei due emisferi é tipica dell'uomo e questo processo si é perfezionato nell'evoluzione della nostra specie in quanto il pensiero logico ed il linguaggio esigono processi più regolari e sofisticati rispetto a quelli riguardanti l'orientamento spaziale.

Di fatto, le nostre due metà del cervello interagiscono, essendo complementari, consentendoci di utilizzare modalità di pensiero differenti nel nostro complesso mondo.

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Varie"?

Domande e risposte

Come comportarmi con un figlio adulto ,il quale dicembre di amarmi ,ma non verrà per Natale

Non so come comportarmi con mio figli9 di 45 anni. Un uomo sensibile, affettuoso che dice di amarmi ...

4 risposte
Come gestisco la enuresi secondaria diurna e notturna?

Buona sera, mia figlia ha tre anni e mezzo; a due anni ha tolto il pannolino di giorno e sei mesi ...

3 risposte
NON MANGIA ALL'ASILO

Buongiorno, mi rivolgo a Voi perchè non so più come comportarmi. Mio figlio non &egrav ...

4 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.