Varie

L'accompagnamento psicologico

05 Ottobre 2021

contattami

Condividi su:

L’accompagnamento Psicologico in Età Evolutiva

L’età evolutiva è permeata da innumerevoli cambiamenti tanto a livello fisico, cognitivo, comportamentale, affettivo-relazionale. A volte l’inserimento a scuola, il cambiamento di classe, l’apprendimento di regole, lo stare in gruppo, la nascita di un fratello/ o sorella, la perdita di un nonno o un parente, sono alcuni dei tanti percorsi da affrontare e che molto spesso possono creare delle difficoltà facendo con che il bambino viva dei momenti di vero disagio. Le difficoltà che si possono riscontrare sono di varie nature, alcune legate proprio ai momenti di passaggio come la fobia scolastica, l’elaborazione di un lutto, la separazione dei genitori, altri invece sono psicopatologie più strutturate come i disturbi d’ansia e dell’umore, i disturbi dell’attaccamento, i disturbi dell’alimentazione, i disturbi dell’evacuazione (enuresi, encopresi) e i disturbi della condotta. Esistono inoltre i disturbi legati proprio allo sviluppo come il ritardo mentale, disturbi dello spettro autistico, difficoltà di linguaggio, coordinazione motoria, disturbi dell’apprendimento e i disturbi oppositivi provocatori.

È molto importante che gli adulti e le figure di riferimento del bambino percepiscano le sue difficoltà e consultino il parere di un esperto per comprendere la natura del disagio e verificare quale la strada da percorrere per aiutare il bambino e la sua famiglia.

Le sedute psicologiche del bambino si dividono in una prima fase di valutazione, dove si fanno dei colloqui clinici con i genitori per raccogliere la storia di vita del bambino da prima della sua nascita e poi si fanno alcune sedute  di valutazione del bambino, attraverso i giochi e l’osservazione clinica per  verificare la possibilità di intervento e di presa in carico. Laddove sia necessaria una valutazione psicodiagnostica, o di un altro tipo, sarà consigliato alla famiglia il professionista competente.
 

L' accompagnamento Psicologico in Gravidanza e Post-Parto

La nascita di un bambino e lo sviluppo della propria genitorialità sono eventi che implicano una riorganizzazione profonda della propria persona. È un momento di vita segnato da diversi sentimenti quali gioia, amore, dubbi, paura, angoscia e molto spesso un sentimento di solitudine nonché di grossa responsabilità.

Il sostegno psicologico in questa fase serve a prevenire i quadri di ansia e depressione legati alla nascita e molto frequenti nel post-parto, migliorando la qualità della vita, offrendo supporto e ascolto durante tutte le fasi, dalla scoperta dalla gravidanza, ai cambiamenti corporei, fino alla nascita e ai primi mesi di vita, momenti essi tanto delicati e importanti alla coppia madre-bambino.

Commenta questa pubblicazione

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Varie"?

Domande e risposte

Come decidersi ad andare da uno psicologo

Salve. Sono Francesca, ho 21 anni. Nel corso dell'ultimo anno e mezzo ho attraversato alti e bassi...

7 risposte
Paura estraneo

Buona sera, scrivo per mia figlia di 2 anni, dai 6 mesi ha paura degli estranei, prima nessuno potev ...

2 risposte
Somatizzazione,ansia,pensieri strani,problemi relazionali,come liberarsene?

Ho, 21 anni, da 16 mesi vivo forme di malessere psicofisico mai avute: battiti mancati/aggiunti, ...

3 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.