Dott.ssa Amalia Petrone

Dott.ssa Amalia Petrone

psicologa, psicoterapeuta, sessuologa clinica

informazioni di contatto

Via G. Giolitti, 4 - 80026 Casoria (NA)

Tel: 3398789959

presentazione

Sono la Dott.ssa Amalia Petrone, psicologa, psicoterapeuta ad Indirizzo Dinamico Individuale e di Gruppo ed Esperta in Sessuologia Clinica individuale e di coppia.
Dal 2014 mi dedico, anche alla consulenza con pazienti oncologici o con malattie gravi e i loro familiari utilizzando il Metodo Psiconcologico Simonton. L'obiettivo degli incontri è rafforzare le Forze di autoguarigione dell'interessato e trovare nuove strade di benessere nella propria vita.
Sempre dal 2014 dalle esperienze maturate, tra cui anche la partecipazione al corso di 8 incontri di Mindfulness Based Stress Reduction nel 2014, utilizzo tecniche di concentrazione e ascolto del corpo, al fine di ridurre lo stress psicofisico e raggiungere una maggiore armonia con sè stessi. È un allenamento fondato su esercizi specifici che coinvolgono il corpo e l’attenzione il cui fine è coltivare l’abitudine alla consapevolezza per conseguire uno stato mentale più incline alla soddisfazione e alla tranquillità E' su questi presupposti che si strutturano lavori condotti e ideati da me,come "Emozionarsi Meditando" (il cui intento dei laboratori è favorire l'esplorazione e l'elaborazione del mondo emozionale e relazionale), "Dalla terra al Cielo" (sui centri emozionali individuati in specifiche parti del corpo) in collaborazione con una erborista e naturopata, a cui si affiancano il Metodo psiconcologico Simonton, utilizzato con i pazienti oncologici e con altre patologie gravi e il Progetto Gaia, attualmente utilizzato in alcuni padiglioni del Carcere di Poggioreale a Napoli.
Il “Progetto Gaia” è un programma di educazione alla consapevolezza globale e alla salute psicofisica ideato e sviluppato da un'equipe di docenti, professori universitari, educatori, psicologi e medici dell’associazione di promozione sociale “Villaggio Globale” di Bagni di Lucca, che è stato approvato e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ai sensi dell’art. 12, legge 7 dicembre 2000, n.383, anno finanziario 2013, e che è sostenuto dall’UNESCO, l’agenzia delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura.
Da marzo 2018 lo insegno nelle scuole e nelle carceri al fine di promuovere un programma educativo che ponga al centro lo sviluppo di una consapevolezza globale di sé stessi e del pianeta e che dia le basi etiche, scientifiche e umane per essere cittadini creativi della società globalizzata in cui viviamo.
Sono iscritta all'Ordine degli Psicologi della regione Campania con numero 2037 e mi occupo di varie tematiche:
Psicologia e Psicopatologia Clinica
Psicoterapia Dinamica Individuale e di Gruppo
Consulenza e Terapia Sessuologica Individuale e di Coppia
Educazione Sessuale
Selezione e Valutazione del Personale
Orientamento al Lavoro
Gestione dei Gruppi e Analisi dei Conflitti
Analisi dei Bisogni e Bilancio delle Competenze
Formazione Esperenziale
Mindfullness e autoconoscenza
Psiconcologia
Depressione e disturbi dell'umore
Dipendenza affettiva
Disturbi d'ansia e disagio esistenziale
Ringraziandola per avermi letta fino ad ora le chiedo "quando potremmo sentirci telefonicamente per valutare al meglio le sue esigenze?"
La durata in cui staremo insieme sarà di un'ora. 
Il mio studio si trova a Casoria (Na), in via Giovanni Giolitti, n.4.
Mi contatti quando preferisce, insieme possiamo scoprire, che la libertà, molto spesso, è al di là della propria paura personale.
A presto.
Dott.ssa Amalia Petrone

leggi altro

aree di competenza

  • Psicoterapia individuale, di coppia e di gruppo
  • Gruppi di riflessione emotiva per ansia e preoccupazione
  • Crescita Personale ed Esistenziale
  • Psicosessuologia del singolo, della coppia e dell'adolescente
  • Psicooncologia
  • Gruppi stress reduction basati sulla Mindfulness

"Ed è questo, sai, il vero successo:essere libera...libera di esistere così come sei."

Partecipazioni

Il potere curativo delle emozioni

Chiudete gli occhi e pensate alla prima volta che vi siete innamorati.

Una squadra di scienziati in Finlandia ha chiesto a 700 volontari quali parti del corpo sentono coinvolte durante un'emozione. Gli intervistati hanno riferito che la felicità e l'amore scatenano attività ovunque, mentre pericolo e paura innescano forti sensazioni nella zona del torace. Lo studio, pubblicato dalla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences, è stato condotto dallo psicologo Lauri Nummenmaa della Alto University. L'aspetto più affascinante dei risultati emersi conferma lo strettissimo legame tra corpo e mente. Le emozioni non sono solo rappresentate nella mente ma anche direttamente nel corpo.

IL NUOVO PARADIGMA SCIENTIFICO, LA PNEI

Lo stato ottimale di salute per l’uomo sembra corrispondere a una condizione di pace nella quale tutti i sistemi sono in equilibrio. Malattia e salute si riferiscono a uno “stato dell’uomo” piuttosto che a organi o parti del corpo. Il turbamento dell’armonia avviene nella coscienza e si mostra nel corpo sottoforma di sintomo. Il sintomo ci informa che qualcosa ci manca, che qualcosa non và, che un bisogno non è stato soddisfatto (siamo “carenti di qualche informazione”). Per turbamento dell’armonia mi riferisco a pensieri che turbano lo stato di coscienza e che da un punto di vista fisiologico danno l’allarme al corpo, trasmettendogli un segnale di pericolo, attivando a livello fisiologico la produzione di adrenalina. Il piano pericolo viene attivato in tutto il corpo, inizialmente dal cuore che aumenta la frequenza dei battiti per pompare più sangue verso i muscoli e prepararli ad attivarsi (attacco o fuga). L’adrenalina agisce anche sul cervello e ci obbliga a concentrarci, spingendoci a stare all’erta e a valutare ogni possibilità in questo ambiente pericoloso. Questo collegamento pensieri, emozioni, attivazione fisiologica dimostra l’oramai superata dicotomia mente/corpo rivendicando la comunicazione e l’interazione di tutte le parti del corpo, in quello che la psiconeuroendocrinoimmunologia (PNEI) chiama il network dei sistemi biologici. La PNEI infatti studia le relazioni intercorrenti tra il SISTEMA NERVOSO, quello ENDOCRINO e il SISTEMA IMMUNITARIO e tra questi e la PSICHE dimostrando che la MENTE è in tutto il corpo e che ogni evento capace di suscitare emozioni intense e profonde scatena delle risposte neurovegetative, endocrine ed immunitarie e causa l’alterazione dell’equilibrio o dell’omeostasi interna.

IL RUOLO DELLE EMOZIONI

La nostra modalità di reazione ad un evento esterno o stato d’animo ha origine nel nostro SISTEMA DI CREDENZE che si struttura durante la nostra infanzia e adolescenza attraverso insegnamenti religiosi, etici e morali, che la società e l’ambito familiare in cui viviamo ci impongono. Tutti abbiamo dei bisogni da soddisfare e le emozioni ci indicano a quale bisogno dobbiamo prestare attenzione. Ogni emozione negativa, in rapporto a una situazione vissuta come pericolosa, a lungo andare, se non ascoltata induce cambiamenti significativi a livello cellulare che si manifestano, sotto forma di sintomi. E’ in tale ottica che il sintomo ci informa che qualcosa ci manca, che qualcosa non và.

Non si tratta delle grandi cose della vita, perché queste le si affronta consapevolmente. Le piccole, innocenti cose della vita, quelle che ci toccano, ma a cui non prestiamo ascolto, sono spesso i segnali di allarme. Chiediamoci cosa si è fatto o cosa sia accaduto nel periodo antecedente alla manifestazione della sintomatologia (qualsiasi essa sia) e consideriamo la prima idea che sorge spontaneamente, senza scartarla come una cosa senza importanza. Tutto questo naturalmente necessita di un certo esercizio e una buona dose di onestà verso sé stessi.

La salute dipende da cure:

¢ FISICHE ( ascolto del corpo, esercizio fisico, esporsi al sole, riposare bene, imparare a respirare, massaggi terapeutici, regime alimentare)

¢ EMOTIVE( musica e arti creative, sorridere e ridere, saper giocare e ritornare bambini,comunicare e aprirsi all’altro, limitare i pensieri negativi e sostituirli con altri più propositivi e speranzosi, l’ipnosi)

¢ SPIRITUALI (vivere il momento presente, ritrovare il contatto con la natura, meditare, uscire dall’ordinario, ridefinire il bene e il male, affrontare la morte, avere obiettivi personali, lo yoga).

La gioia, l’amore, l’armonia, la fiducia, la speranza, la cooperazione, la condivisione, l’ascoltare e l’essere ascoltati, attivano, a lungo andare, la produzione di endorfine, i cosiddetti ormoni del benessere.

 

Dott.ssa Amalia Petrone

 

leggi altro

ultime domande e risposte

Sono bloccata dalla morte di mio padre

Gentili dottori, buonasera. Mi trovo a scrivere qui a causa di un dolore dilaniate dovuto alla morte del mio amato papà. Non so da dove iniziare. Sono passati quasi sei mesi, ma non riesco a... [ ... ]

3 risposte

leggi

Ho paura di morire

Salve ho bisogno di aiuto 20 giorni fa è ci è stato un lutto anche se è di una persona non di famiglia ma conoscevo solo tramite social …ho 18 anni sono sempre stata una ragazza spensierata o... [ ... ]

7 risposte

leggi

Recentemente ho degli attacchi di rabbia. Mi sento triste e faccio fatica a perseguire un obiettivo.

Ultimamente ho deciso di cambiare alcuni approcci nella mia vita ma continuo a riscontrare attacchi di rabbia dove mi tremano le mani e non riesco a gestirli. Alterno momenti dove mi sento bene e in... [ ... ]

6 risposte

leggi

Ho perso mia figlia

Buongiorno, ho perso mia figlia lo scorso anno, dopo una lunga malattia che è durata due anni. Due anni in cui abbiamo vissuto in simbiosi, alternando paura a speranze. Dopo qualche giorno dalla... [ ... ]

9 risposte

leggi
[tutte le domande]

ultimi articoli pubblicati

Perchè i simili si attraggono?

IL PRINCIPIO DI SIMILITUDINE Esiste una legge in natura, la legge di similitudine, detta anche legge di cura. Attraverso la similitudine entriamo in relazione con le persone e, ogni volta, questo..., [ ... ]

04 Gennaio 2019

leggi

Il benessere delle emozioni

Chiudete gli occhi e pensate alla prima volta che vi siete innamorati. Una squadra di scienziati in Finlandia ha chiesto a 700 volontari quali parti del corpo sentono coinvolte durante un'emozione...., [ ... ]

04 Gennaio 2019

leggi

corsi ed eventi attivi

Iscritto all'Ordine degli Psicologi della Regione Campania col n. 2037 dal 29/03/2004

Scrivimi su WhatsApp, ti rispondero' nel più breve tempo possibile.

whatsapp

Hai avuto un appuntamento con la Dott.ssa Amalia Petrone?

Scrivi una recensione e parlaci della tua esperienza!

lascia una recensione