Depressione

Depressione

Veronica

Condividi su:

Gentili dottori, già un paio di volte ho scritto su siti simili, senza avere risposta.

Da molti anni soffro di sbalzi di umore e periodi di depressione, con frequenti pensieri di suicidio. Sono un'insegnante delle superiori, ho 37 anni, due bambini, un marito paziente, ma carente nella collaborazione pratica.

Mi sento spesso schiacciata dal lavoro, dalle responsabilità. Ho scarsa autostima, quando sono depressa tutto di me sembra marcio e fasullo. In quei momenti mi sento una madre indegna, mi domando come mi abbiano permesso di laurearmi in fisica, il mio corpo mi sembra orrendo. In più sembra che io stia andando precocemente in menopausa.

Il medico di base mi aveva prescritto uno stabilizzatore dell'umore, che non ho mai preso per paura di alcuni effetti collaterali. Saltuariamente prendo dello xanax rp, che contiene i momenti di eccitazione negativa al bisogna, ma che il giorno dopo mi lascia depressa o ipereccitata. Ne ho parlato con mio marito, medico di base, pediatra curante.

Mi resta il cim, forse un giorno potrei non superare quel senso di disperazione e farlo davvero. Mi sento falsa, nascondere il dolore, la paura, la disistima, la vergogna è orribile. A volte penso che i miei figli starebbero meglio senza di me, progetto come sparire.

Vi prego di darmi un consiglio.

Grazie

4 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Salve Veronica


mi dispiace molto per la sua sofferenza psichica. Quando c'è un dolore psichico ci ri rivolge ad un medico della psiche ovvero uno psicoterapeuta o uno psichiatra e non un medico di base oppure pediatra. Spero che il medico di base le abbia consigliato uno specialista!


Non so se il termine depressione è un termine generico che lei utilizza senza consapevolezza oppure è una diagnosi che ha avuto da qualcuno.


Comunque non è necessario rivolgersi per forza al Distretto di Salute Mentale, se questo per lei è troppo difficile. Il CIM è la struttura dell'Asl preposta alla sofferenza psichica, ma si può rivolgere anche a professionisti privati in un contesto più raccolto e riservato.


Mi faccia sapere un pò se lo ha già fatto o cosa ha deviso in merito, le posso dare dei suggerimenti oltre a proporle una consulenza. Buona giornata

Dott.ssa Monia Biondi Ravenna (RA)

Gentile Veronica, 


mi unisco alle sollecitazioni delle colleghe che la invitano a prendere in considerazione l'idea di un aiuto specialistico, sia dal punto di vista psichiatrico che psicoterapeutico. Rivolgendosi al Centro di Salute Mentale della sua zona potrà ottenere una corretta prescrizione farmacologica che le permetterà di avere un sollievo dai sintomi e la possibilità di un percorso di sostegno psicologico mirato.


Fondamentali in tutto questo sono la sua collaborazione e motivazione, la sua reale volontà di impegnarsi in un processo di cambiamento.


Anche se la percezione che ha di se stessa è negativa, dal suo racconto emerge che lei è una donna intelligente e piena di risorse personali se è riuscita, pur con tante difficoltà e sofferenze, a convivere per tanti anni con un disturbo così invalidante e ad essere una moglie, una madre e una donna che lavora. Provi a riflettere su queste cose (e a pensare ad altri aspetti positivi della sua vita, invece di concentrarsi solo su quelli negativi) e a trovare in esse la motivazione per fare finalmente qualcosa per se stessa.


Coraggio Veronica! In bocca al lupo!

Buongiorno Veronica, solitamente le problematiche che cita (come la depressione, la scarsa autostima, le paure) non possono essere risolte esclusivamente attraverso l’uso dei farmaci, soprattutto nelle situazioni nelle quali il problema è presente da molto tempo ed è diventato pervasivo ed invalidante. Si è mai rivolta ad uno psicologo per cercare di affrontare queste difficoltà?

Buongiorno Veronica,


innanzitutto farebbe bene a fare una visita da uno psichiatra (non perché è pazza!... se è questo il pensiero che l'ha frenata a rivolgersi al servizio pubblico del Centro di Salute Mentale, ma perché lo psichiatra è la figura medica preposta alla diagnosi di un disturbo psichico), il quale dopo averla visitata potra' indicarle la terapia farmacologica adeguata ai suoi problemi. Per cui, il consiglio che mi sento di darle e' di muoversi in modo corretto. (Se questo che le ho appena detto le è stato già suggerito, si chieda perché non ha ascoltato il suggerimento e cosa ha voluto ottenere eludendolo).


Dal punto di vista psicologico, invece, dato che lei è cosciente del suo stato di malessere farebbe bene a richiedere anche un aiuto psicoterapeutico. Perché le persone care vicine a lei non possono farlo. La possono amare, ma non aiutarla e toglierle i suoi vissuti di dolore. Essi  invece vanno guardati e affrontati  con un aiuto professionale.


Allora, Veronica, lei vuole un consiglio? Eccolo!


Non continui a rinviare e si prenda la responsabilità di aver cura di sè. La vita e' la sua e chi si tradisce è solo la persona che si dimentica di Se' e "cede" agli altri la responsabilità di rispondere alle difficoltà che incontra nella vita. 


Mi auguro che queste mie parole la facciano riflettere.


E le auguro di cuore di agire con coraggio! 


Saluti


 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Depressione"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Depressione e apatie per paura di fare le mie scelte

Buongiorno. Scrivo perché ormai da troppo tempo ho un nodo alla gola che non riesco più ...

6 risposte
Figlia ribelle e aggressiva perchè?

Buonasera sono Alessandro felicemente sposato, e padre di una adolescente di 14 anni, che purtroppo ...

6 risposte
Sono così stanca.....

Salve, io vado tutte le sere a letto senza riuscire a prender sonno facilmente e mi ripeto che sono ...

11 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.