Depressione

AIUTATEMI

Giancarlo

Condividi su:

SALVE SCUSATEMI VOLEVO UN CONSIGLIO, magari aiuto per non portarla alle lunghe.

9 mesi fa con una bevuta dopo la scomparsa di mi zia improvvisamente sono caduto in depressione, ero completamente fuori di me, incominciai a prendere delle gocce e compresse che curavano la depressione e stati d’ansia, ecc., e devo dire funzionava, quindi decisi gradualmente di sospendere la cura dopo 5 mesi, inizialmente ho avuto disagi, la mattina mi svegliamo sconbussolato, poi piano piano, tutto è andato via, rimanendo in me avvolte piccoli stati d ansia ma del tutto gestibili quindi cercavo di distrarmi.
Da 5 gg invece mi trovo rinchiuso in stanza, all'inizio sembrava niente di che, cioè solo letto, dormire, tv, cose normali, ma da 2 gg sto proprio male, non mangio assolutamente, anche se mi sforzo non riesco, fumo solo sigarette.

Ho continui bruciori allo stomaco che mi fanno sudare freddo e vado talmente in ansia che nn sopporto tutto ciò.

Penso di farla finita, ma fortunatamente non ne ho ancora il coraggio, ma la paura mia più grande è di ricadere in depressione.

Settimana prossima, finalmente, ho una prova x un lavoro, ma in me penso di non essere in grado di superarla, xkè ci sono 30 grandi in fabbrica ed io ho paura di stare male, specialmente dopo questi sintomi. Aiutatemi vi prego.
La mia domanda è: SOFFRO DI NUOVO DI DEPRESSIONE?
COME FACCIO AD USCIRNE?
COME POSSO, INTANTO, DISTRARMI E NON STARE MALE?

GRAZIE

2 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile Giancarlo,


Dai sintomi che descrive potrebbe trattarsi di depressione reattiva, ma anche di ansia o di una reazione ad un lutto non elaborato. L'idea che ci si possa distrarre dall'ansia e dalla depressione è un'idea che spesso viene suggerita da amici e familiari ma che, purtroppo, non ha fondamento e corrispondenza nella realtà. Può provare a sforzarsi di uscire, stare con i Suoi amici e con le persone con cui sta bene, ma non è detto che ci riesca e che i vissuti ansioso-depressivi non la accompagnino anche nei Suoi momenti di distrazione. Le consiglio di richiedere un colloquio psicologico al fine di giungere ad una diagnosi precisa e alla pianificazione del trattamento più adatto ed efficace per le Sue problematiche. 


Saluti.

Buona sera


forse ipotizzo perchè non so nulla del suo passato e presente, io credo che il primo passo da re e andare da un psicoterapeuta, forse da uno psichiatra per dei farmaci per i disturbi d'ansia, cerchi di mangiarre, bere, di respirare molto faccia degli esercizi per farla rilassare deve rilassare i muscoli dello stomaco, cerchi di sforzarsi di avere pensieri positivi deve ripetersi una frase che le dia coraggio, lei deve andare al lavoro non parta con il pensiero di cosa sta per accadere. Vada dal terapeuta si faccia indirizzare come fare per gestire i suoi pensieri.


 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Depressione"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Una vita insoddisfacente

Salve. Ho vissuto in tranquillità fino alla quinta elementare, non ho ricordi infelici di ...

2 risposte
Eccessiva depressione da perdita del compagno

Gentili Dottori, sono una donna di 54 anni. Mio marito, dieci giorni fa ha avuto un'ischemia cerebra ...

11 risposte
Come costruirsi un futuro?

Da quando mi sono diplomata la mia vita é peggiorata anno dopo anno, scelte universitarie e ...

5 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.