Depressione

Depressione e divorzio

Stefano

Condividi su:

Buongiorno,
Dopo 15 anni e 5 di fidanzamento il mio matrimonio è finito da circa 2 anni. Purtroppo benché la situazione era diventata invivibile ancora oggi cerco la mia ex che puntualmente mi rifiuta ed insulta con cattiveria inusitata. La fine nn è dovuta ad altre relazioni, ma ad una stanchezza, da parte mia, verso una pesante e continua ingerenza della famiglia della mia ex moglie nel nostro vivere anche a livello economico con atteggiamenti molto disonesti. Oggi mi sento solo, incapace di ogni azione, fatico a lavorare con profitto, nn ho il minimo interesse e mi crogiolo in una tristezza assurda correlata da sintomi psicosomatici importanti. Da tempo in cura faramacologica e in terapia presso una psicoterapeuta nn riesco, negli ultimi mesi in particolare, a passare momenti sereni.

Mi sento molto nella poesia di Montale "Spesso il male di vivere ho incontrato "

2 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Salve, molto spesso i problemi relazionali che lei nota nel suo comportamento sono causati anche dalla situazione di contrasto con la famiglia. se inizia un percorso di consulenza psicologica fa una giusta scelta anche perchè di rifletterebbe sulla sua situazione relazionale. La situazione d'ansia in cui si trova la potrebbe portare ad alti livelli d'ansia per cui la psicoterapia è necessaria per monitorare la risposta al trattamento è una situazione difficile per cui è necessaria

Buongiorno Stefano,


lei ha descritto come si sente ma non ha fatto una richiesta a noi. Probabilmente ha bisogno di mettere a fuoco il punto della sua situazione. Per questa ragione provo a darle indicazioni che potranno esserle utili.


Con il suo psicoterapeuta e' bene che affronti il sintomo della "tristezza nella quale si crogiola" (come lei scrive). Il lavoro su questo aspetto sarà per lei molto importante. In più, le suggerisco di riflettere sugli gli aspetti di se' che realmente le creano disagio e che vuole cambiare. Le suggerisco, infine, di fare anche chiarezza riguardo alle mete che desidera raggiungere con il percorso che sta facendo e di verificare che lei e il suo terapeuta abbiate un progetto di lavoro condiviso.


Stefano, mettendo a fuoco questi aspetti vedrà che il suo percorso terapeutico potrà darle un miglioramento sintomatologico. Cordiali saluti

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Depressione"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Credo si essere caduta in depressione

E' da quasi un anno che sono fidanzata con un ragazzo che secondo me soffre di bipolarismo, ho soppo ...

1 risposta
Vorrei diventare invisibile

Sono Giulia, ho 20 anni e sono in crisi da troppo tempo ormai. Non riesco più a trovare un ...

6 risposte
Depressione

Gentili dottori, già un paio di volte ho scritto su siti simili, senza avere risposta. Da molti ...

4 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.