Farmaci

Lorenzo

Salve, spero qualcuno sia in grado di rispondermi. Assumo Deniban/Levopraid ormai da molto. Ho tentato più volte di sospenderlo con insuccesso. Mi domandavo se esiste qualcosa in grado di supportare il decalage e quindi la dismissione di questo farmaco, perché pur giungendovi lentamente, arrivo ad una soglia di 5gocce di Levopraid che inizio a stare malissimo e torno sui miei passi assumendone 15circa o più.
Si tratta di dipendenza?
Mi mancano delle sostanze?
Grazie della risposta in anticipo
Lorenzo

3 risposte degli esperti per questa domanda

Salve, gli psicofarmaci procurano spesso uno stato di dipendenza psicologica e fisica per cui penso che se inizia un percorso di psicoterapia ha maggiori possibilità di risolvere le sue problematiche col farmaco perchè la psicoterapia non è spesso associata all'utilizzo di psicofarmaci, magari consigliando allo psichiatra di diminuirne le dosi. La psicoterapia l'aiuta in breve tempo a risolvere le sue problematiche psicologiche, cosa che il farmaco può dare solo per un brve periodo di tempo

Gentile Lorenzo,

innanzitutto può rivolgersi allo stesso medico che Le ha prescritto il farmaco per trovare, insieme, una modalità adeguata alla cessazione. 

A lato però Le consiglierei di pensare ad un percorso terapeutico, per andare a fondo del problema causa dell'inizio dell'assunzione dello stesso. Un lavoro in sinergia è sicuramente più efficace.

 

Cordialità

Buongiorno,
i farmaci possono creare una dipendenza di tipo fisico e psicologico se assunti per un lungo periodo, si tratta di una questione fisiologica e di funzionamento.
Dovrebbe parlare con il suo medico di base e spiegargli la situazione di modo che possa supportarla e aiutarla nella dismissione del farmaco nel modo migliore possibile.
Contemporaneamente le consigliamo un percorso psicologico così da affrontare gli effetti della mancanza del farmaco, e se non già effettuato in precedenza per affrontare le cause che l’hanno portata all’assunzione di entrambi i farmaci.
Cordialmente