Depressione

Ho voglia di morire

mara

Condividi su:

Sono una ragazza che ha un figlio di 48 anni e un marito egoista che non amo, sono attualemente dal pschichiatra prendo psicofarmaci.

Ma so che non ce la faccio piu voglio solo dormire mi rimane difficile anche fare le faccende di casa mi sento sempre stanca, fumo e ogni tanto bevo, per stare meglio, non mi importa di niente e neanche di mio figlio, anche se cerco di di farlo divertire, ma io voglio solo piangere.

Piangere e piangere e dormire. Non trovo piacere in niente in questa vita, non so come debbo fare, mi sento una merda e tutto il resto.

3 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile Mara, 


mi sembra importante che lei affianchi alla terapia farmacologica anche un percorso psicoterapeutico, ne parli con il suo psichiatra, qualora lui non glielo avesse già proposto. Non credo che una situazione come quella da lei descritta si possa risolvere solo con l'utilizzo di farmaci (o peggio con l'alcool) ha bisogno di un sostegno psicologico che sia in grado di accogliere questa sua sofferenza e la aiuti ad elaborarla e a ritrovare le risorse per uscire da questo periodo di difficoltà. Il terapeuta potrà poi valutare anche l'eventualità di coinvolgere anche suo marito nel percorso.


E' importante però che lei sia realmente motivata ad intraprendere un percorso di questo tipo, che le costerà anche impegno e fatica, ma potrà aiutarla a ritrovare piacere per la vita e ad essere per suo figlio la madre presente ed affettuosa che desidera essere. 


Un caro saluto ed un grande in bocca al lupo!


 

Gentile signora,


il suo sembra uno stato depressivo di una certa entità. Per tutti gli stati depressivi occorre affiancare agli eventuali farmaci una psicoterapia perchè in tal modo guariscono meglio e più velocemente; in quelli di una certa entità solitamente è necessario coinvolgere nella terapia psicologica, per quanto necessario, anche la famiglia.


Il suo psichiatra avrebbe dovuto dirle tutto questo. E' altamente consigliabile a mio avviso, farsi seguire in psicoterapia da uno/a psicologo/a psicoterapeuta, lasciando allo psichiatra soprattutto la gestione dei farmaci.


Non si scoraggi, gli stati depressivi, se curati opportunamente, recedono anche in poco tempo con la terapia breve.


Cordiali saluti

Buongiorno Mara,


Lei da' un titolo forte alla sua lettera "ho voglia di morire", ma poi la chiude con una richiesta su cosa può fare per uscire da quello stato che La fa sentire una "mer..".


... ... ...


Cosa può fare allora per non sentirsi più in questo stato?


LA SOLUZIONE È UNA SOLA: diventare parte attiva di un processo di cambiamento. Essere proattivi,infatti, è la condizione NECESSARIA per iniziare ad attuare una trasformazione funzionale riguardo alla propria esistenza. Se Lei rilegge con attenzione la Sua lettera si accorgerà che nelle sue parole c'è uno spiccato senso di autocommiserazione.


Mara, cambiare le cose che della Sua vita non la soddisfano si può! A patto, però, che Lei sia disposta a prendersi la responsabilità dei suoi atteggiamenti e a rivedere quelli "disfunzionali" che l' hanno portata a tale insoddisfazione esistenziale.


In più, questo processo di cambiamento Lei lo può affrontare avvalendosi di un percorso in psicoterapia, il quale rimane lo strumento principe per l'attuazione di un lavoro personale orientato a un cambiamento strutturale.


Dunque, Mara, non disperi. La soluzione c'è. A Lei però spetta la decisione di coglierla.


Personalmente glielo auguro. Per il bene Suo personale e per quel figlio che ha bisogno della sua "cara mamma".


Forza!


Cordiali saluti


 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Depressione"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Psicoterapia in inglese per stranieri

Salve, vi contatto per conto di un amico, il quale avrebbe bisogno di sostegno psicologico. Non ...

3 risposte
La mia vita è fatta di solitudine. Ho una speranza?

Mi chiamo salvatore ed ho 53 anni. Dall'età di 28 anni sono stato in cura presso vari psicote ...

3 risposte
Psicologo/a a Domicilio.

Buongiorno, mi chiamo Giulia ho 57 anni appena compiuti sono disabile e ho seri problemi ad uscire ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.