Depressione

Mi sento un fallito.... la mia vita è inutile....

Marco

Condividi su:

Salve a tutti, sono un ragazzo di 20 anni e sento che la mia vita non ha assolutamente nessun senso.
Ho avuto un'infanzia e un'adolescenza difficilissime, i miei genitori hanno sempre litigato per ogni cosa fin da quando ero piccolo e i miei fratelli maggiori si schieravano l'uno dalla parte di mamma e l'altro da quella di papà, litigando quindi anche tra loro(arrivando alle mani)
Io che ero piccolo piangevo disperato e non potevo fare niente, mio padre se ne andava varie volte di casa per poi tornare sempre.
Col passare del tempo la situazione peggiorò quando mio fratello iniziò a drogarsi, da li si scatenò l'inferno con calci a tavoli e sedie e pugni nelle porte....
Superato tutto questo sono successe tante altre cose che hanno peggiorato il tutto tra litigi , urla ecc ma non sto qui a raccontare perchè la storia sarebbe troppo lunga.
L'ambiente in cui sono cresciuto( e in cui continuo a vivere) mi ha segnato profondamente,
Sento che la vita è un peso e che a volte la morte sarebbe la miglior soluzione, non credo ormai nell'amore e non voglio sposarmi perchè ho paura di rivivere le stesse situazioni da adulto ma contemporaneamente ho paura di invecchiare solo e questo contrasto mi uccide l'anima.
Studio all'università ma il mio stato d'animo mi impedisce di impegnarmi al massimo.
Ho degli amici ma con loro non ho mai parlato di queste cose, quindi non mi sono mai sfogato con nessuno.
Mi sento un fallito, so che non sarò mai felice ed è inutile avere speranze.
Chiedo solo un pò di conforto e il parere di qualcuno, ho bisogno di affetto e comprensione, aiutatemi ve ne prego.... sto male....

2 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Buonasera Marco. Mi ha molto colpito il tuo scritto per la sincerità con cui parli di te e per lo stato d'animo che esprimi. Dici che non ti sei mai confidato con nessuno, neanche con gli amici (che pure hai!) però riesci a scrivere su questo sito di psicologi. È già tanto! Anche se le tue parole non lasciano nessuna speranza ... Ma ti sei sfogato, sei riuscito a dire come stai, come ti senti e a raccontare anche il perché della tua disperazione, dovuta, sembra, all'impossibilità di realizzare un buon rapporto di attaccamento con genitori e fratelli.


Io ti posso solo chiedere: perché adesso?  E perché un pensiero così definitivo sulla tua vita?


Se riesci a rispondere ... sei già sulla strada per cambiare prospettiva. Tutta la comprensione possibile per questo momento terribile che stai attraversando, ma se hai voluto comunicarlo è perché speri che qualcuno raccolga il tuo grido d'aiuto. Puoi sempre continuare a scrivere... Non più da solo, d'accordo, ma con l'aiuto e la vicinanza di un bravo professionista (psicologo dell'adolescenza o psicoterapeuta). In questo periodo le misure anticovid complicano in po' le cose... ma puoi rivolgerti comunque al DSM della tua zona.


Con affetto


Bernardino Foresi

Caro Marco, indubbiamente crescere in un ambiente violento non è certo un buon punto di partenza, scrollarsi di dosso esperienze precoci negative ancor meno; distanziarsi e iniziare a credere che siamo altro PERO' E' POSSIBILE. E' possibile un po' per volta ri-costruirsi attraverso la narrazione progressiva di ciò che siamo e che vogliamo diventare. Farsi aiutare in questo difficile ma indispensabile percorso di motivazione al cambiamento nel tuo caso è fondamentale. Dove vuoi, negli atenei vi sono servizi di aiuto psicologico riservati agli studenti, vi sono i consultori, vi sono i servizi di igiene mentale. Parlane col tuo medico di base. Se vuoi scrivermi in privato potrò darti altre indicazioni. Ma non restare fermo a sentirti parte di una storia che non deve essere la TUA.


Un abbraccio


Dr.ssa Daniela Benvenuti


Padova-Feltre-online

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Depressione"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Aiuto

Scusate per il titolo, ma sono disperato.Non so da dove iniziare non so nemmeno se mi risponder&agra ...

4 risposte
Cerco aiuto ma nessuno mi ascolta.

Salve, mi chiamo Noemy, ho 22 anni. Scrivo qui perché ho cercato aiuto ma nessuno mi ha ...

2 risposte
Si può uscire da un tunnel depressivo?

Ciao a tutti, chiedo scusa del disturbo, essendo un tema per me importante e soprattutto per me ...

6 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.