Depressione

Molto spesso sono stanco di vivere

Mario

Condividi su:

Buongiorno,
Sono un 55enne e mi sento veramente stanco di vivere. Ho avuto dei periodi di normalità e di serenità finanziaria, ma forse non li ho apprezzati abbastanza, preoccupandomi (pure troppo) delle sorti di questo Paese e di questo mondo, quando le cose andavano bene, Credo di aver fatto delle stupidaggini e aver perso la stima di chi mi dava lavoro. Andavo facilmente in collera, anche per delle sciocchezze; soprattutto nei momenti di stress. Negli ultimi tempi, penso spesso al passato e a quante occasioni devo aver lasciato per strada, oltre alle stupidaggini che debbo aver fatto, per perdere il lavoro almeno 4 volte. Ossia, per due volte sono incappato in fallimenti aziendali. Nonostante la mia età, non ho una stabilità finanziaria, non essendo comunque io uno scialacquatore. Sono una persona disponibile ad aiutare gli altri. Negli ultimi tempi, molti vengono a chiedermi di dare loro una mano e talvolta perdo di vista i miei obiettivi. A proposito di questi ultimi, non ne ho mai avuti di certi e definiti; sono sempre vissuto alla giornata, anche se spesso ho provato a pormi degli obiettivi, appunto. La notte mi sveglio spesso in preda ad attacchi di panico, pensando che, presto, sarò travolto dai debiti e perderò tutto quello che ho. Soprattutto in quei momenti, mi viene voglia di sparire da questo mondo, anche se ho una famiglia e so che, oltre a far del male a me stesso e a non risolvere realmente i miei problemi (oltre che lasciarli a chi rimarrebbe), farei disperare mia madre, mia moglie e i miei figli. Mi sento trattato come uno zerbino da chi mi offre di fargli delle consulenze. Mi sembra, anzi, che vorrebbero che io me ne andassi, ma non me lo vogliono dire apertamente.

1 risposta degli esperti pubblicate per questa domanda

Buongiorno.


Da quello che lei scrive appare come se ci fosse ciò che viene definita una ''coazione a ripetere'' del fallimento.


C'è qualcosa che punta verso la ripetizione del fallimento, un moto inconscio che si dirige in direzione di essere ''rifiutato''.


Chiaramente tutto questo la mette nella condizione di essere ''stanco di vivere''. Sarebbe opportuno iniziare un percorso psicoterapeutico per sbrogliare il circolo vizioso nel quale si è cacciato.


Un caro saluto,


Dr. Rivera Garcia Andres


 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Depressione"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Pensieri suicidari

Mi rendo conto di avere pensieri suicidari da ormai circa sei anni. Durante questi anni non sono ...

4 risposte
Sentirsi poco per un genitore..

Tensione, nervoso, ansia... sentirsi falliti ! Ormai sono tanti anni che convivono con questi sentim ...

2 risposte
Inizio depressione forse psicotica

Autodiagnosi di inizio depressione forse psicotica. Come muovermi? Come anticiparla prima che prenda ...

6 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.