Non ho più voglia di vivere

Silvia

Da qualche mese a questa parte non trovo più voglia di fare niente, le mie passioni sono sparite e provare a farle mi annoia. Oltre a questo mi ritrovo a fare pensieri sul suicidio (anche se non ne avrei il coraggio) e sullo smettere di provare emozioni.
Sono cose che ho già provato in passato, che però stanno tornando senza un motivo evidente.

Cosa posso fare per tornare a voler vivere?

5 risposte degli esperti per questa domanda

Cara Silvia, i sintomi depressivi di cui soffre periodicamente meritano di essere approfonditi attraverso un consulto con uno psicologo, che evidenzi se vi è una causa scatenante del disturbo magari inconscia, o se si tratta di un disturbo depressivo endogeno. E' una distinzione importante che influenza la terapia più idonea. Stabilito ciò, le azioni da intraprendere sono molteplici, attraverso una psicoterapia mirata che la educhi ad uno stile di pensiero più funzionale.

Le consiglio di affidarsi con fiducia ad un professionista col quale riesca a stabilire un'alleanza terapeutica che non può che facilitare il contenimento affettivo che le necessita.

Resto in ogni caso a disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti

Gentile Silvia,

Le sensazioni e i pensieri che riporta potrebbero essere effettivamente segno di un disturbo depressivo, una condizione che porta a vedere il mondo attraverso delle lenti nere perdere interesse per le cose che una volta cavando piacere.

È un disturbo diffuso e invalidante ma la buona notizia è che è possibile superarlo. Le consiglierei di prendere un appuntamento con un terapeuta.

Bel frattempo le consiglio la lettura di "Superare la depressione", un libro di auto aiuto che può offrirle qualche strumento per stare meglio.

 

Buongiorno,

credo che la cosa più importante su cui focalizzare l'attenzione è sul cercare di comprendere cosa la fa sentire così, se questo stato d'animo è legato ad un evento ad un cambiamento di una situazione, consideri la possibilità di farsi aiutare da un collega, un percorso la potrebbe aiutare a diventare più consapevole di quello che le sta succedendo.

 

Gentile Silvia,

avrà già capito lei stessa che si tratta di una depressione ricorrente e lei ne racconta molto bene i sintomi. Sono certa che una psicoterapia che vada a lavorare sulle sue cause e si focalizzi sui modi per cambiare comportamenti e pensieri autolesionisti sia la strada ottimale

Rimango a sua disposizione per ogni chiarimento.

Le faccio i miei migliori  auguri

 

Salve. La mancanza di motivazione e interesse per la vita è un sintomo di uno stato psichico depressivo, non lo sottovaluti, ma si rivolga ad un bravo psicoterapeuta che la aiuti a comprendere il senso... I sintomi sono sempre portatori di significato. Avrà modo di essere guidata in un percorso per entrare in contatto con le sue emozioni profonde. Abbia coraggio, ce la può fare se aiutata!