Domande e risposte

leggi tutte le domande
Ho 22 anni e ho difficoltà a raggiungere l'orgasmo.

Come ho scritto in precedenza, ho difficoltà a raggiungere l'orgasmo. Ho una relazione con una ragazza, e mi piace da morire. Ci sto assieme da 1 anno, appena iniziamo a farlo, sono super eccitata, mi piace ogni singola parte che lei mi tocca, o semplicemente sfiora. Anche quando mi bacia semplicemente, sento una sensazione piacevole li sotto. Ma il problema viene dopo.. Inizialmente, mi piace da morire, ma dura pochissimo.. Dopo poco, raggiungo il piacere ma svanisce presto diventando fastidio, e quindi devo toglierla. E questo causa dei disagi nel rapporto.. Non capisco perché non riesco, nemmeno da sola masturbandomi, a ottenere piacere. A volte lo collego al problema del corpo, sono molto in carne e odio il mio corpo da quando sono bambina.. Potrebbe essere una causa? Perché anche da sola, mi piace, ma 5 minuti massimo e quel piacere diventa fastidio. Vi prego datemi una risposta o un consiglio.. Vorrei riuscire a venire, e non bloccarmi sempre dopo poco.. Mi provoca disagio sia nella relazione, che per me stessa.. Perché non capisco cos ho che non va.. E mi do la colpa spesso.. Mi sento strana e diversa dalle altre. Non ho possibilità di pagare uno psicologo quindi mi rivolgo a voi.. Vi prego aiutatemi sono disperata. Grazie

2 risposte
Sesso con mia moglie

Salve, sono sposato con mia moglie da 18 anni e stiamo insieme da 20. Abbiamo 48 e 49 anni. Da diverso tempo lei non riesce più a raggiungere l'orgasmo quando stiamo insieme. Abbiamo provato a cambiare posizioni diverse volte ma alla fine quella in cui più sente a suo agio è sopra di me supino sul letto. A causa di questa situazione a volte fare sesso è diventata per me quasi una forzatura. Abbiamo 2 adolescenti in casa e quindi l'unico giorno in cui possiamo dedicarlo a noi stessi è il sabato mattina. Ormai è una scadenza da calendario. L'ultima volta che abbiamo fatto sesso io l'ho aspettata come sempre, ma come sempre lei non ha raggiunto il piacere, mentre io si. Generalmente dedichiamo 15/20 minuti di amplesso amoroso. Dopo aver finito, mentre ero a farmi la doccia, l'ho sorpresa mentre si masturbava con un vibratore e scusandosi mi confidava che aveva bisogno di "stare bene" altrimenti sarebbe stata nervosa tutta la settimana. Sono rimasto letteralmente basito, mi sono sentito una nullità sentendo quelle parole. Non ho saputo dirle una parola. Constatare che mia moglie avesse raggiunto l'orgasmo con un pezzo di plastica e non con me, è stato frustrante. Le sono sempre stato fedele, mai una sbandata, mai un pensiero peccaminoso, ma ultimamente al contrario di un tempo, degli strani pensieri si affollano nella mia mente. Guardo le donne con occhi e sensazioni diverse e la cosa mi spaventa, non poco. Non posso è non voglio pensare che la mia unione di coppia sia arrivata al capolinea o che sia diventata come quella tra due amici. In questo momento sono seriamente preoccupato. Prego qualche suggerimento d'aiuto. Grazie

1 risposta
Non riesco a raggiungere l'orgasmo con la penetrazione

Buonasera, sono una ragazza di 18 anni e da due anni sono fidanzata. Da subito, ho iniziato a non riuscire ad avere l'orgasmo con la penetrazione, mentre con la stimolazione del clitoride si, ma solo se sono io a farlo. Qualcuno può darmi dei consigli? Grazie mille.

1 risposta
Come posso fare sesso senza pensarci troppo?

Buonasera sono una ragazza, è da un po' che ho rapporti sessuali con il mio ragazzo, più o meno normali ma non solo non riesco a raggiungere mai l'orgasmo, bensì ho ancora fastidi durante la penetrazione e non riesco nemmeno a provare semplicemente piacere durante la penetrazione.. con la classica posizione a cavalcioni sento fastidi, non fortissimi ma fastidi che mi impediscono di provare piacere..mentre sento molto dolore nella posizione ad angolo retto come se mi di toccasse qualcosa dentro, in fondo, come un muro che mi fa molto male al contatto con il pene..vorrei sapere cosa potrebbe essere e da cosa potrebbe dipendere, grazie in anticipo

2 risposte
Come posso superare un trauma infantile che ha delle ripercussioni sulla mia relazione?

Buonasera. Sono una ragazza di 19 anni e da circa 2 mesi sto con un ragazzo. Lui è il mio primo ragazzo perché sono sempre stata una ragazza molto introversa e avevo difficoltà a relazionarmi con gli altri. Con lui invece sto davvero bene e riesco a essere me stessa al 100%. Tuttavia da piccola ho subito una quasi violenza sessuale che mi ha portato ad avere vari problemi. Ovvero: difficoltà a relazionarmi con i ragazzi, poca fiducia negli altri, e odiavo il mio corpo. Ho cercato in qualche modo di superare questo trauma infantile e sembrava andasse tutto bene finché non mi sono fidanzata. Con lui ci sono stati vari avvicinamenti dal punto di vista sessuale. All'inizio e tutt'ora continuo ad avere difficoltà ad avere l'orgasmo. Infatti nei nostri momenti intimi, nonostante l'eccitazione iniziale, dopo un po' mi capita di iniziare a pensare che magari lui mi stia usando, come se fossi un oggetto e che prima o poi si stancherà di me. So per certo che non è così, ma ci penso continuamente e ciò non mi permette di vivere serenamente questa relazione. Ne ho parlato con lui e in qualche modo a cercato di rassicurarmi, ma vorrei tanto capire cosa fare perché ci tengo particolarmente.

3 risposte
Raggiungo l'orgasmo soltanto da sola

Sono una donna di 34 anni e non ho mai raggiunto l'orgasmo in presenza di un'altra persona. Ho una relazione stabile da 2 anni e in passato ho avuto numerosi partner occasionali e altre due storie di lunga durata. Mi considero una persona fortemente interessata al sesso, mi masturbo spesso e arrivo regolarmente all'orgasmo in pochi minuti. Nonostante provi eccitazione, coinvolgimento emotivo e da parte del compagno attuale e di quelli passati vi sia sempre stata attenzione al mio piacere, con nessuno di loro il problema è stato risolto, indipendentemente dal tipo di stimolazione. Ormai sono sempre più tristemente convinta che questo processo mentale si sia così consolidato in me da non essere più modificabile. Come potrei affrontare il problema? Grazie di cuore per l'attenzione e le eventuali considerazioni che vorrete condividere.

4 risposte
Non riesco a raggiungere l'orgasmo con un uomo

Salve, ho un problema che ultimamente per me sta diventando un ossessione.. Ho 33 anni e Non riesco in alcun modo a raggiungere l'orgasmo durante il rapporto sessuale.. Riesco ad averne da sola, ma senza masturbarmi, solo con l'immaginazione, pensando a scene sessuali tra me e il mio uomo.. Ho avuto un educazione piuttosto rigida sulla sessualità, non sono mai riuscita nemmeno a masturbarmi..adesso sto con questo ragazzo da 1 anno, e questa cosa inizia un po' a pesare, io provo piacere ma non riesco mai ad arrivare al culmine, e lui se ne dispiace, pensa di essere responsabile ma so che non è così. Vorrei davvero sbloccare questa situazione e vivere serenamente la mia sessualità.. Se esiste un modo o un percorso per poterlo fare. Grazie

7 risposte
Non riuscire ad avere orgasmo orale

Salve ho 37 e durante i rapporti con il mio compagno provavo delle fitte verso l'addome. Ho fatto una visita e mi hanno trovato un polipo che poi ho tolto A distanza da un mese dall'operazione ho provato ad avere un rapporto ma nella penetrazione sentivo ugualmente dolore come delle spade. Abbiamo provato ad avere un rapporto orale ma non so come nel momento in cui sentivo che stavo per arrivare all'improvviso non ho sentito più nulla come se non fosse successo nulla. Abbiamo riprovato più volte ma sempre la stessa situazione Mi può aiutare a capire il perché mi sta capitando tutto ciò? Grazie mille

2 risposte
Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.