Problemi di coppia

La sessualità nella coppia dopo la nascita del primo figlio

Dott.ssa Silvia Parisi contattami

Condividi su:

La sessualità nella coppia dopo la nascita del primo figlio.
 
Il primo anno di vita del primogenito, è un importante fase di sviluppo per il bambino, la madre e il padre. Le mamme, in particolare devono affrontare intensi cambiamenti fisici, psicologici e socioculturali che possono incidere sul benessere sessuale della coppia.
 
Con la transizione alla genitorialità si modificano le abitudini, la vita di coppia viene stravolta e ne risente anche la sessualità. La ripresa e la qualità dell'attività sessuale dopo il parto, varia, in media la ripresa dei rapporti sessuali, sembra variare dalle sei alle otto settimane, dopo il parto l'attesa prima di riprendere i rapporti sarebbe dovuta soprattutto alle problematiche fisiche riportate dalle donne. Il timore di provare dolore e di riaprire le suture del parto, potrebbe portare un calo in tutte le componenti della sfera sessuale.
 
E' Infatti, appurato, che il corpo della donna è diverso da quando era in gravidanza, ma non è ancora ritornato allo stato pregravidico si ipotizza quindi che tali cambiamenti contribuiscano a far sì che la neomamma, si crei un'immagine corporea negativa, incidendo sfavorevolmente sulla sessualità di coppia. Si sono inoltre abbassati, i livelli di progesterone e di estrogeni, in chi allatta, inoltre la prolattina si mantiene alta, inibendo gli estrogeni e le mammelle cambiano nel loro aspetto esterno, diventando dolenti e congestionate.
 
Anche l'uomo, dopo la nascita del bambino, pare avere un calo di testosterone. Un altro aspetto che inciderebbe sulla sessualità di coppia potrebbe essere la cura del bambino, che porta stanchezza, scombussola il ritmo sonno-veglia e fa mancare l'intimità della coppia di neo genitori. Si riporta anche un decremento dei sentimenti affettuosi verso l'altro partner, diminuiscono infatti le attività fatte in coppia, come dialogo, le uscite e le coccole, il funzionamento della coppia peggiora, così come la sua qualità di vita.
 
Gli uomini tendono infatti a lamentarsi del fatto che le proprie compagne propendono a occuparsi quasi unicamente del bambino. Il cambiamento portato dalla nascita del figlio tende comunque a pervadere anche la realtà psichica dell'uomo, che ora si sente carico di maggiori responsabilità e doveri, sia nell'accudimento del bambino, sia nel lavoro ma anche nel sostegno della propria partner. Per alcune donne l'assenza di desiderio porta ad avere rapporti soltanto per timore di trascurare sessualmente il compagno.
 
Quindi in conclusione dopo la nascita del primo figlio, un aspetto che incide in maniera considerevole nel rapporto di coppia è, il senso di colpa che i neo-genitori possono provare nei confronti del bambino, quando ci si trova di fronte alla possibilità di dedicare del tempo anche al proprio partner.
 
Il rapporto sessuale viene pertanto rimandato per non togliere tempo e attenzione al bambino, anche in seguito ad un senso di stanchezza che la coppia può provare a causa del carico di lavoro che il piccolo richiede in questa fase di vita da quanto quindi è emerso nella sessualità di coppia non incidono in modo negativo soltanto gli aspetti biologici, tra cui in particolare le cicatrici prodotte dal parto ma anche e soprattutto gli aspetti di tipo relazionale psicologico, tra questi l'immagine corporea distorta le aspettative non corrisposte  rispetto al ruolo che avrebbe dovuto assumere il partner e la stanchezza dovuta all'esigenza del bambino, che nel primo anno di vita assume un ruolo predominante nella gestione della famiglia.

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi di coppia"?

Domande e risposte

Amore incondizionato

Sicuramente l'amore incondizionato x essere tale si basa sulla fiducia. In che modo riesco a dare ...

3 risposte
Sono interessato a partecipare a degli incontri sul tema gestire i propri sentimenti in un relazione

Buona sera, ho una relazione con una persona e ho problemi nella gestione dei miei sentimenti. La ...

3 risposte
Voglio un altro bimbo e mio marito non è d'accordo.

Salve ho 41 anni e da un anno circa vorrei avere un bambino. Mio marito non è d'accordo e ...

4 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.