Problemi di coppia

Tradimento

Chief

Condividi su:

Salve,
Da tre settimane ho scoperto che l'uomo con cui convivevo da quattro anni mi ha tradita.
Il fidanzato dell'amante mi ha scritto un messaggio e mandato le prove.
Inizialmente lui negava, poi sono andata a fondo, e lui confessa dicendomi che ha fatto una cazzata e che non voleva dirmelo per non perdermi.
L'ho cacciato di casa ovviamente. Entrambi siamo marittimi e il lavoro ci divideva per mesi.
Lui l'ha conosciuta nel 2016 lei ha lavorato con lui tre mesi e li pare ci fu il primo tradimento.
Nel 2017 so che lui l'ha vista almeno una volta e anche l'inverno scorso sono stati insieme.
Lui continua a dire che non c'era nessuna relazione solo scappatelle.
Ma al di la del tradimento lui mi ha detto che c'erano problemi tra noi, non mi vedeva felice e si sentiva un uomo di merda perché non sapeva se riusciva a cambiare e fare una famiglia, ha paura.
Ora lavorano insieme e lui continua a dirmi che non stanno insieme ma con me non torna perchè non lo perdonerei mai, e che lui non sa ancora se vuole fare una famiglia. Nonostante gli abbia chiesto di riprovarci e dimostrarmi che è pentito, visto che è stato solo un errore superiamolo inisieme, lui risponde che per ora dobbiamo restare separati.
Poi è geloso nel frattempo, gli ho detto nella rabbia che vado a vivere in spagna, li c'è il mio ex che mi puo trovare anche un lavoro, lui mi ha detto che allora sono io che mollo e vado via dal mio ex.
Vi giuro io non riesco a capire se vuole solo scaricare la colpa su di me o mi ama ancora.
Voi che ne pensate, ne vale la pena o lascio perdere? Sono sempre innamorata.

3 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Salve mi sembra che l'elemento più importante, che potrebbe aver determinato la vostra situazione di crisi, sia stata la difficoltà o paura a rendere stabile e reciprocamente più impegnativo il vostro rapporto.Il tradimento sembra aver evidenziato questa difficoltà ovvero la difficoltà ad assumersi responsabilmente un impegno reciproco.Entrambi,da quello che scrive, avete un lavoro che vi porta ad avere poca stabilità e questo potrebbe incidere, a livello non cosciente, nel pensarsi in un legame stabile.Infatti, anche se in un moto di rabbia, lei dice al suo compagno, di volersi trasferire in un altro luogo e da un altra persona che è stata precedentemente nella sua vita.Entrambi parlate di allontanamento anziché affrontare e condividere paure e ansie reciproche rispetto al legame. Potrebbe esservi utile riflettere su questi aspetti con uno psicologo al fine comprendervi e condividere tutto ciò che tende a separarvi.


In bocca al lupo.

Salve Chief


ti consiglio di voltare pagina, perchè certe immaturità, insicurezze e paure, non si superano così, solo con il passare del tempo.


Lui manifesta molte caratteristiche di immaturità affettiva e certamente anche lei, siete giovani, ma è necessario un percorso di maturazione psico-affettiva da fare insieme o separatamente, per comprendere le motivazioni della crisi di coppia che hanno portato al tradimento e se ci sono le basi per poter attuare un processo di perdono... il che è molto difficoltoso in questi casi.


Ora lei si sente "la prescelta", ma questa sua tendenza a ripiegare su altri oggetti di amore non passerà e lei vivrebbe nel costante dubbio, paura, necessità di prove, come anche, con l'inconscia carta di essere lei quella buona, che ha perdonato e quindi in diritto costante di ripagamento e riparazione.


Volti pagina.


 

Salve,


alcune donne non caccerebbero via di casa il marito o compagno per un tradimento; non voglio dire che lei abbia sbagliato perché non ho gli elementi, ma errare è umano e ci sono dei modi per cercare una riconciliazione.


Sembra che nel tradimento abbia giocato una parte importante la paura di creare una  famiglia, quindi penso dovreste chiarire meglio questo punto, i vostri rispettivi desideri e aspettative al riguardo. Se non trovate un accordo uno psicologo psicoterapeuta potrebbe probabilmente molto aiutarvi.


I problemi di relazione in una coppia sono spesso risolvibili anche se si reca dallo psicologo uno solo dei partner, come è più estesamente illustrato in un articolo sulla Terapia della Gestalt che può trovare nella mia scheda personale.


Cordiali saluti

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi di coppia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Non si fa più sentire, come devo comportarmi?

Situazione, io 35 anni, lei 28. Lavoriamo insieme: nello specifico io sono socio, lei una nostra ...

2 risposte
Dipendenza affettiva

Buongiorno, inizio subito col dire che è tutta colpa mia. L'averlo sposato, aver deciso di ...

10 risposte
Come smettere di soffrire

Buongiorno Il mese scorso vi ho scritto perché sono in crisi con il mio compagno o meglio ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.