Problemi di coppia

Appena compiuto un tradimento cosa e come comportarsi

Elena

Condividi su:

Buongiorno,

ho appena tradito il mio compagno, non riesco a darmi una spiegazione, dato che con lui sto bene, abbiamo appena intendo io e il mio compagno, passato un fine settimana bellissimo, uniti come mai prima, eppure questa settimana, o meglio oggi l'ho tradito, vi chiedo un aiuto per capire come muovermi e cosa posso fare.

Vi ringrazio

5 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Buongiorno,


il mio consiglio è quello di chiedersi se la sua attuale relazione la soddisfi e in che modo. Sembrerebbe di sì da quello che lei scrive sul weekend bellissimo passato insieme, ma evidentemente qualcosa l'ha spinta a ricercare altro.


Nel pensare comune pare ovvio che si debba stare con una sola persona, con la presunzione che colui o colei possano soddisfare tutti gli aspetti, quando invece ciò è molto difficile. Essendo tutti soggetti diversi possiamo ritrovare alcune caratteristiche che ci piacciono in una persona e altre in un'altra. Non è sempre facile convivere con questa problematica. Il tradimento poi genera senso di colpa e viene appunto definito "tradimento" in quanto avviene di nascosto. Se ci si autorizzasse di più a pubblicare i propri desideri, le proprie pulsioni e la voglia di scambiare con persone diverse, non si arriverebbe al tradimento inteso come tale. Tenga presente che in una relazione si è comunque in due, per cui il dialogo e lo scambio sono fondamentali per arrivare alla soddisfazione e per creare una partnership, questo sempre, in qualunque tipo di rapporto.  


Io le consiglio di fare chiarezza in primis con se stessa e magari di provare a capire con l'aiuto di un analista quali sono i suoi desideri, le sue pulsioni e che tipo di relazione cerca. Cerchi il suo star bene. 


Le auguro Buoni Pensieri


Un cordiale saluto


 

Gentile Elena, solitamente il tradimento si verifica quando non si è soddisfatti del proprio rapporto di coppia e,  più o meno inconsapevolmente,  si è alla ricerca di ciò che ci manca.  Anziché lasciarsi sommergere da inutili  sensi di colpa, si chieda  quali emozioni le ha suscitato la persona con cui ha tradito e che non prova o, pensa  di non provare, con il suo compagno. La risposta a tale domanda la illuminerà riguardo al motivo del suo comportamento  e  alla strada da percorrere.  

Buongiorno Elena,


uno psicologo non può darLe questo tipo di risposte, poichè riguarda la sua sfera personale. Infatti  è Lei la protagonista della sua storia sentimentale, così come delle sue emozioni e delle sue azioni.  


Se non si è soffermata prima a riflettere su cosa la spingesse a rompere un patto implicito di fedeltà con il suo compagno, adesso è bene che si prenda lo spazio per riflettere e prendere contatto con le motivazioni profonde che l'hanno spinta ad agire in tal senso. Solo mettendosi "in contatto con se stessa" potrà scoprire anche i comportamenti che Lei riterrà opportuno portare avanti. 


Se ha difficoltà a farLo da sola, allora richieda un aiuto professionale de visu.


Coraggio!

Gentile signora,


i motivi possono essere diversi, può essere stato un semplice cedere a una tentazione come può celare qualcosa di più profondo.


Sembrerebbe che il motivo sia da ricercare in lei, se il vostro rapporto è molto buono come dice, però può darsi che non sia nulla di molto grave. In ogni caso per avere una diagnosi precisa deve consultare uno psicologo e instaurare un rapporto professionale perchè anche la sola diagnosi può avere effetti notevoli su chi la riceve.


Cordiali saluti

Gentile Elena,


dalle Sue parole si evince una confusione emotiva e un generale senso di disorientamento. 


Il tradimento può essere un segnale di dinamiche relazionali fra Lei e il suo compagno problematiche, magari non del tutto consapevoli (non riesco a darmi una spiegazione). Nella relazione amorosa cerchiamo l'appagamento di molti bisogni di ordine psicologico ed emotivo; può succedere che la relazione non sia più in grado di "nutrirci" e non soddisfi tali bisogni: in tal caso, possiamo cercare all' esterno della coppia il suddetto appagamento. 


Inoltre, proprio nel momento in cui si è sentita con il Suo compagno "mai così unita" , ha compiuto il tradimento: si sentiva in qualche modo soffocata? Come mai si è "rifugiata"in un tradimento?


Le dinamiche da come può intuire possono essere molte e molto complesse; La invito pertanto a riflettere sulle Sue emozioni, sulla volontà di affrontare o meno l'accaduto con il compagno e quali bisogni ha cercato di soddisfare attraverso il tradimento. Solo così potrà capire cosa fare e come muoversi...


Resto ovviamente a disposizione, un caro saluto.

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi di coppia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Mi sento delusa perchè sono stata lasciata senza ragione

Buongiorno, mi chiamo Francesca ho 35 anni, questo ragazzo che volevo molto bene ed ero affezionata ...

2 risposte
Rifiuto della relazione

Salve a tutti, da qualche giorno la relazione con la mia ragazza è terminata, purtroppo, non ...

4 risposte
Gelosia del passato e rabbia incontrollata

Ciao a tutti. La mia storia è molto sofferta, violenta, turbolenta nonostante la mia et&agrav ...

5 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.