Problemi di coppia

cercasi Consiglio

Simona

Condividi su:

Salve,

mi chiamo Simona e sono sposata da quasi 4 anni, ho un bambino di due anni e mezzo. Ci conosciamo dal 2012. Mio marito ha 37 anni mentre io ne ho 28, è un bravissimo ragazzo davvero, ma io da un mese a questa parte voglio sentirmi libera e abbandonare questa vita che non mi rende felice.

Lui è più pantofolaio, ama stare a casa e se non usciamo neanche gli importa. Io non la reggo più questa cosa, è troppo apatico...noioso...io voglio sentirmi viva, uscire, divertirmi, andare a ballare. Credo che a questa età sia normale avere voglia di provare emozioni forti e vivere la vita giorno per giorno. Certo ho un bimbo, ma quanto potrei resistere per lui?

Io ho voglia di sentirmi ancora ragazza ...perché questo sono io, piena di vita, fare tardi la sera, uscire con le amiche e fare mattina. Adesso mi trovo nella situazione di non essere me stessa, come in gabbia, intrappolata in questo matrimonio che mi sta stretto..

Attendo le vostre risposte, grazie .

5 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Salve Simona,


le consiglio di interrogarsi sui motivi che l’hanno portata al matrimonio. Come mai prima suo marito le andava bene ed ora no? Cosa è cambiato?


Inoltre, è proprio necessario “abbandonare questa vita” per uscire con le amiche? Potrebbe conciliare entrambe le cose….o no?


Chiaramente mi sarebbero necessarie più informazioni per dirle cose più precise, se vuole sono a sua disposizione.


Cordiali saluti e in bocca al lupo

Gentile Simona, indubbiamente soffre la differenza di età, quando si è innamorati non si fa molto caso a certe cose, tuttavia il matrimonio enfatizza le abitudini del partner che sono scomode. 


Purtroppo in quanto figura professionale non posso darle un vero consiglio, tuttavia spero di poterle dare qualche spunto di riflessione da un punto di vista esterno alla sua situazione. 


Come giustamente ha detto ora sente il bisogno di leggerezza e spensieratezza, cose del tutto naturali per una donna di 28 anni; nonostante ciò ha fatto anche dei passi molto importanti quali il matrimonio e il mettere al mondo un figlio. Spesso in determinati momenti della vita, soprattutto, nei periodi in cui si annulla di più se stessi per doveri e responsabilità, vengono fuori dei sentimenti di rivalsa della proprio individualità. Ciononostante le responsabilità restano poiché un bambino è qualcosa di molto importante anche se impegnativo. 


Il fatto di essere mamma e moglie però non le preclude la possibilità di ritagliarsi dei momenti suoi come donna, con le amiche, in palestra, facendo shopping, insomma potrebbe parlare a cuore aperto con suo marito esponendogli le sue necessità per poter esprimere se stessa pur rimanendo fedele agli impegni e alle sue responsabilità di moglie e madre. 


Spero di esserle stata utile, per qualsiasi cosa mi può contattare. 


Cordiali saluti. 

Buonasera Simona, purtroppo consigli su come vivere la sua vita non possiamo dargliene noi. È evidente che soffre questa situazione ed è preferibile affrontarla nell'interesse suo, di suo figlio e in generale di tutta la famiglia. Prenda appuntamento con un terapeuta per valutare insieme il meglio per lei. Resto a disposizione. Le auguro una buona serata.

Buonasera,


Gent.ma Simona, la prima considerazione su questo messaggio, è quello di una vera e propria richiesta di aiuto in merito alla situazione che Lei mi ha descritto. 


il mio parere è quello che se vi sono delle discordanze in merito alla sua vita di coppia, molto probabilmente sono dovute ad una mancata  o parziale comunicazione riguardo alla sua richiesta di libertà. Pertanto all'interno della coppia andrebbe sicuramente affrontata la questione, con una comunicazione adeguata e non simmetrica.  

Salve Simona, avrei molte domande da farle... Ama ancora suo marito? gli comunica il suo malessere? e lui cosa le dice? da ciò che ha scritto non è chiaro se lei vuole solo lasciare suo marito ed andarsene con suo figlio, o vuole lasciare anche lui. in entrambi i casi credo che lei non voglia abbandonare la possibilità di frequentare il piccolo, a questo scopo le suggerisco principalmente di iniziare una psicoterapia di coppia in modo da poter parlare e spiegare a suo marito il suo stato emotivo e magari ottenerne la comprensione che, in un secondo momento, quando sarà pronta ad  andarsene, potrà portarvi a mantenere dei rapporti civili  per il benessere e la crescita di vostro figlio. 


le faccio un gran in bocca al lupo


 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi di coppia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Abbandono maritale

Salve, mio marito dopo 14 anni insieme e 10 di matrimonio ha abbandonato me e mio figlio e piu o ...

10 risposte
Terapia di coppia o individuale?

Non sono in grado di valutare se io abbia bisogno di uno psicologo o di uno psicoterapeuta e quale ...

8 risposte
Crisi nel matrimonio

Salve sono una ragazza di quasi 35 anni, sposata dal 2010 con una bimba di 4 anni. Sto insieme a mio ...

4 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.