Mi ha tradita e non sa decidersi

Michela

Siamo sposati da 16 anni ma viviamo insieme da 22. Eravamo ragazzi di 23 anni ora siamo adulti. Abbiamo due splendidi figli di 10 e 13 anni una bella casa una bella vita e i problemi che non abbiamo saputo gestire (i rapporti con i suoi l’equilibrip tra casa e lavoro..) Negli ultimi anni per lui questi problemi erano diventati pesanti ma aveva rifiutato una terapia di coppia così sono andata avanti per conto mio con un po’ di alti e bassi ma con tanti piccoli miglioramenti (mi sono riavvicinata ai suoi, ero più coinvolta nelle sue attività) A volte mi sembrava lo notasse Si era fatto più vicino mi aveva proposto un nuovo trasferimento in un’altra città Finché una settimana fa scopro per bocca di mio figlio che ha una relazione. Lui confessa e dice che si frequentano da un anno. Nei primi giorni sembrava che lo scossone ci avesse dato un aiuto per parlare. E lo sentivo vicino mi abbracciava mi baciava, poi ieri si sono sentiti al tel ed è tornato ad essere distante. So che non avrei dovuto farlo ma gli ho chiesto tutto e le ferite bruciano Le ha detto che la ama, hanno ventilato a letto come poteva essere il loro futuro… È bastato sentirla al telefono e con me è tornato di ghiaccio. Dice che ha percorso qualche passo in quella nuova strada, libera fresca che potenzialmente può costruire senza i nostri problemi e non capisce ancora se sia tardi o no per tornare indietro. Lo ha sorpreso la mia forza e la mia determinazione dice che qualcosa ancora lo lega a me. E che poi c’è tutto quello che abbiamo costruito ma anche i problemi. Ci sono momenti in cui penso che voglia solo che sia io a prenderlo per mano e altri in cui penso che voglia che sia io a dargli un motivo per andarsene urlando e aggredendolo scaricandogli addosso la mia rabbia, insomma comportandomi come quello che diceva non gli piacesse di me e su cui ho lavorato al punto che ora resto in attesa anche se non so per quanto ne avrò la forza. Abbiamo cercato di tenere fuori i ragazzi da questa fase di “scelta” ma io temo di non resistere a lungo senza sapere quale strada devo percorrere. Sto cercando aiuto perché così mi sento soffocare. È con noi dormiamo assieme abbracciati talvolta prende lui l’iniziativa e mi abbraccia anche se dopo la telefonata non lo ha più fatto Mi manda segnali contrastanti dicendo che non sa nemmeno lui cosa vuole. E io invece non so quanto resisterò è come devo comportarmi

1 risposta degli esperti per questa domanda

Salve Michela, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che può sperimentare e quanto sia impattante sulla sua vita quotidiana. Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che le impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto e possa soprattutto aiutarla a parlare con se stessa utilizzando parole più costruttive.
Credo che anche un approccio EMDR possa esserle utile al fine di rielaborare il materiale traumatico connesso ad eventi del passato che possono aver contribuito alla genesi della sofferenza attuale.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL