Problemi di coppia

Mio marito mi ha tradita per 5 anni con centinaia di donne

Sara

Condividi su:

Salve. Ho 28 anni e due figli uno di 5 e uno di 3 anni. Pochi mesi fa ho scoperto che mio marito mi ha tradita per 5 anni sviluppando una dipendenza da sesso. (Stiamo insieme da sei anni e mezzo)

Lui dice di non aver mai provato nulla per le sue amanti, anche se ha avuto storie di tre anni, le definisce come film porno viventi a cui poteva far fare ciò che voleva, sessualmente parlando.

Lui dice di non avermi tradito di mancanza di amore ma per colpa della sua dipendenza. Ma io penso che una dipendenza si sviluppa... quindi lui nasce come traditore e poi diventa dipendente. No???
In breve le mie domande:

-è possibile che non abbia mai provato nulla per tutte quelle donne? Comprese le più durature?

- è possibile che la dipendenza abbia inficiato fin da subito la sua capacità di essere fedele?

- è possibile che una dipendenza ti impedisca di chiedere aiuto creandoti dei tranelli mentali affinché tu non possa distruggerla? O più semplicemente gli piaceva tradirmi?

6 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Salve Signora,


si la dipendenza sessuale è come una qualsiasi forma di dipendenza, per questo suo marito può non dirle una "bugia" ciò non cambia la realtà: la scissione tra sesso amore, la sua vergogna, la posizione di "mamma comprensiva" all'internod el rapporto, il suo distacco emotivo da questa situazione....


In tal senso, sarebbe per lui direi urgente, seguire una terapia individuale orientata alla maturazione psico-affettiva al recupero delle sue capacità empatiche e il superamento della dipendenza sessuale e per lei una terapia individuale orientata al superamento della dipendenza affettiva e della sua autostima.


Nel contempo, qualora vogliate proseguire la relazione, occorre anche affiancare una terapia di coppia.


In tal senso un intervento integrato o sistemico si rivelerebbe idoneo.


 

Buongiorno Sara,


da come espone la situazione sembrerebbe che suo marito, una volta scoperto nei suoi tradimenti, abbia trovato nella “dipendenza da sesso” l’alibi per giustificare se stesso con Lei, piuttosto che, eventualmente, “una buona ragione” per richiedere un aiuto professionale rispetto al disturbo da Lui dichiarato. Perché è chiaro, Sara, che qualsiasi disagio o disturbo è superabile, a patto che la persona lo voglia veramente (da quello che Lei scrive, però,  non sembra che suo marito abbia fatto nulla per affrontare il disturbo (personale) che si è auto-diagnosticato nè a tutela di se stesso tantomeno a tutela della relazione con Lei e, quindi, della vostra vita di coppia).


Sara, ora sta a Lei valutare la situazione e scegliere come affrontare gli effetti di tale spiacevole scoperta.


Le auguro di riprendersi in mano la sua vita di donna.


 


Cari saluti

Gentile signora


Ho letto con attenzione il suo accorato post.


Al momento posso dirle che la dipendenza da sesso esiste, si chiama sex addiction ed è una condizione spesso invisibile ma capace di condizionare la vita della coppia. Sarebbe utile che lui, oltre a darsi una definizione che lo aiuta a farsi sentire a posto con la coscienza, contattasse un collega per una diagnosi de visu. Sarebbe poi molto utile qualche seduta di terapia familiare. Questo darà la possibilità anche  a lei di avere le risposte alle sue domande. 


Molti auguri e mi faccia sapere

Cara Sara,


che tipo di amore pensa possa essere quello di suo marito? Forse quello che lo lega alla madre dei suoi figli proprio come accadeva alle nostre povere nonne e bisnonne, costrette a tollerare la frequentazione dei loro uomini con prostitute e laddove possibile , con amanti occasionali, senza porsi il minimo scrupolo morale e in spregio della sofferenza (oltre che del più che plausibile contagio di malattie a trasmissione sessuale) causata alle proprie donne? Pensa forse di essere considerata con più rispetto da costui ? Cerchi di essere razionale e comprendere che il disprezzo che egli riserva alle sue "film porno ambulanti", è lo stesso che riserva a lei, ormai data per scontata e "tenuta a freno" da due maternità  e due figli che data l'età , hanno estremo bisogno della madre. Naturalmente essi avrebbero bisogno anche di un padre che stesse vicino alla propria donna e ai suoi piccoli, e, non solo per faticoso dovere, bensì per gioia, amore, orgoglio e la soddisfazione piena di avere avuto dalla propria splendida compagna due meravigliosi bambini. Così capita alle donne che hanno accanto un compagno che le ama e proprio perchè le ama, le desidera e le rispetta e laddove, egli sia per qualche motivo tentato da possibili distrazioni ,queste non possono che creare gravi tentennamenti e spesso tali sensi colpa da far desistere qualunque uomo degno di definirsi tale, dalla possibilità di un tradimento. Questa è la norma tra  chi si vuole veramente bene, e ancor più tra chi ha sigillato con un patto, attraverso il sacramento del matrimonio l'unione con la /il partner.  Lei è troppo giovane per accettare un compromesso così grave e lesivo della sua dignità. Cerchi quindi di confrontarsi con una /uno Psicoterapeuta  per comprendere a fondo i suoi sentimenti e capire se sia davvero il caso di continuare a tollerare una situazione così pesante e distruttiva per lei e, che nel tempo, potrebbe ulteriormente degenerare.


Cordiali saluti


 

Come ha fatto a scoprirlo? 


Una terapia familiare è un buon metodo per rispondere a queste domande, per il bene dei figli in primo luogo e poi di entrambi voi (senza mettervi in secondo luogo). Non trova?


È difficile rispondere se no.


Ad ogni modo ne parli con suo marito prima.

Salve Sarà, 


la mia domanda è rivolta a lei...Come si sente? Come vive attualmente la sua relazione con suo marito. Credo che porsi delle domande per lei sia fondamentale per comprendere cosa lei vuole fare indipendentemente dal fatto che suo marito sia dipendete o non dipendete dal sesso. Credo che in questi anni abbia potuto mettere poco tempo e spazio per se, la famiglia, i figli ecc ecc...è poco tempo x se stessa. Provi a considerare i suoi bisogni e da quelli parta x comprendere anche il suo rapporto di coppia. 


Le auguro il meglio per lei. 


Le posso suggerire che intraprendere un percorso anche personale la possa aiutare a comprendere meglio i suoi bisogni. 


Cordiali saluti 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi di coppia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Appena compiuto un tradimento cosa e come comportarsi

Buongiorno, ho appena tradito il mio compagno, non riesco a darmi una spiegazione, dato che con lui ...

4 risposte
Paura dell'abbandono?

Buonasera a tutti. Da circa un anno e mezzo sono fidanzata con un ragazzo bravissimo, il primo con ...

4 risposte
Abbandono maritale

Salve, mio marito dopo 14 anni insieme e 10 di matrimonio ha abbandonato me e mio figlio e piu o ...

13 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.