Perché mio marito si sente vuoto

Stella

Buongiorno sono sposata da 20 anni e siamo insieme da 25, abbiamo due figli di 18 e 15 anni. Da quando mio marito ha cambiato lavoro e non c’è quasi mai ci siamo allontanati, più l' abitudine, e la quotidianità….. Ora mi dice che mi vuole bene ma non prova più i sentimenti di prima sente un vuoto e non sa il perché. Premetto che lavora nella sanità fa un lavoro che non gli piace lo fa solo per soldi ed è stressatissimo sia mentalmente che fisicamente io ho notato il suo cambiamento ma pensavo fosse stress. Me l'ha detto dopo quasi un anno piangendo perché non voleva nascondermelo e che vuole comunque stare con me ma non vuole vedermi soffrire anche a letto. Vuole che siamo sereni dandoci del tempo. Io mi sono posta la domanda se per me fosse affetto dopo tutti questi anni, ma non so darmi una risposta so solo che voglio stare con lui e lui anche dicendomi che non va da nessuna parte non per convenienza ma per capire cosa gli è successo. Come affronto comunque questo dolore che provo? Grazie

1 risposta degli esperti per questa domanda

Salve Stella, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che può sperimentare e quanto sia impattante sulla sua vita quotidiana. Credo innanzitutto che sia importante che voi possiate instaurare un dialogo schietto e sincero mediante il quale poter condividere pensieri e vissuti emotivi circa la situazione da lei riportata al fine di trovare soluzioni che possano soddisfare le esigenze di tutti. Ritengo fondamentale che voi possiate richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarvi ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che vi impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto e possa soprattutto aiutarvi a parlare con se stesso utilizzando parole più costruttive.

Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL