Perdonare un tradimento

Andrea

Salve. Ho una relazione da 6 anni con una ragazza. Ho scoperto che lei mi tradisce con un collega da 1 anno. Al momento ci siamo presi del tempo per riflettere in quanto lei dice di non amarlo ma che lui l'ha fatta sentire amata come io non riuscivo negli ultimi tempi. Ora il mio unico pensiero è di lei con lui e io non so se sarò mai in grado di perdonarla e se riuscirò a tornare ad amarla. Come si riesce a dimenticare un evento di questo tipo? Come posso perdonare e non pensare a tutte le cose che lei ha fatto con lui? Il pensiero di lei con un'altra persona per così tanto tempo mi devasta e per quanto io ne sia ancora innamorato non so se sono in grado di superarla.

1 risposta degli esperti per questa domanda

Salve Andrea, mi spiace molto per la situazione e comprendo il disagio che può sperimentare in questo momento. L'impatto emotivo nel venire a conoscenza di queste situazioni è qualcosa di paragonabile ad un lutto e, come tutti i lutti, una certa quota di sofferenza è necessaria e fisiologica a livello adattivo.

Qualora i pensieri siano ossessivi e non le diano pace, ritengo utile che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.

Credo  che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi e disfunzionali che mantengono in atto la sofferenza impedendole il benessere desiderato.

Ritengo altresì  utile un approccio EMDR al fine di favorire la rielaborazione del materiale traumatico connesso con la genesi della sofferenza in atto.

Resto a disposizione, anche online.

Cordialmente, dott FDL