Tradimento di mio padre

Marika

Buongiorno, io sono una figlia unica e ho scoperto che mio padre sente di nascosto un altra donna, l'ho detto a mia mamma ma lei non mi crede tanto che ci sono delle enormi discussioni che lei quasi mi mette le mani addosso... Lui mi fa passare per una fissata davanti a lei. Già nel 2014 si era innamorato perso di una donna l'ho sentito masturbarsi e visto piangere per lei e è stato bruttissimo... Sono dimagrita di 5 chili in una settimana all'epoca, un incubo che non auguro a nessuno.... Siccome ci risiamo dopo anni l'ho scoperto di nuovo mi sento dentro un malessere che non riesco a mangiare... Cosa posso fare?

4 risposte degli esperti per questa domanda

Salve Marika,

è comprensibile che nonostante la maturità percepita dei genitori, trovarsi di fronte alle loro debolezze non è semplice.

Le suggerirei di affrontare la necessità insita dentro di lei che la muove ad intervenire nei confronti di questa situazione per farvi fronte nel modo più opportuno e meno conflittuale possibile, soprattutto per il suo appetito e per conseguenze.

Resto a sua disposizione

Dott.ssa Paola Gianfrotta

Treviso

Buongiorno,

la miglior cosa che può fare in questo momento è rivolgersi ad un terapeuta per poter lavorare sul suo malessere. Le sensazioni che prova in questo momento e ciò che ha vissuto in passato sono troppo "pesanti da gestire da sola" se lei inizierà una consulenza psicologica o un percorso terapeutico i suoi genitori inizieranno a capire quanto lei stia soffrendo per ciò che ha scoperto.

Cordiali saluti.

Dott.ssa Verena Elisa Gomiero

 

Buongiorno, Marika, sicuramente venire a contatto con le debolezze e le fragilità di un genitore non è piacevole. Nel suo caso lei si sente veramente molto ferita dai comportamenti di suo padre e questo eccessivo coinvolgimento va parecchio al di là della mera disapprovazione di una condotta riprovevole. Il mio consiglio è di affrontare un percorso psicoterapeutico che faccia chiaro sul suo sentire e sul suo malessere. Un caro saluto

Cara Marika,

ti pensavo più piccola leggendo la tua lettera, In realtà sei una donna e credo, come tale dovresti comportarti.

Tuo padre sta vivendo la sua vita, si sta prendendo i suoi spazi.... Perché entri a gamba tesa nei fatti altrui?

Perché fare la spia a tua madre? Non sono forse fatti “loro” di coppia?

Non sei una bambina e, x quanto possa essere sgradevole il loro comportamento devi cercare di lasciarli nel loro brodo... non puoi intervenire o giudicarli....

Cerca di farti una vita tua, puntare sulla tua autonomia e, magari, trovarti un posto dove vivere la tua vita.

A 42 anni si ha diritto di fare altre scelte e non dipendere più dalla famiglia di origine.

Ti auguro ogni bene, di cuore, ma vedi di prenderti cura di te,

dott. ssa Patrizia Tombaccini