Problemi sessuali

Calo del desiderio e problemi di erezione

Massimiliano

Condividi su:

Buongiorno,
da circa un anno ho dei problemi sessuali con mia moglie con cui sono sposato da 7 anni. Cercavamo una seconda gravidanza e nell'avere rapporti ravvicinati nei giorni fertili ho incominciato a sperimentare dei problemi nel raggiungimento e nel mantenimento dell'erezione. Prima dell'estate mi sono sottoposto ad un controllo andrologico in cui non si sono evidenziate problematiche di carattere vascolare, mentre il testosterone era risultato un pò basso, ma secondo il dottore non necessaria un'integrazione. Ad oggi continuo a sperimentare un calo del desiderio e delle difficoltà nel raggiungere l'erezione. A questo punto credo legate ad una dimensione psicologica. Vorrei un consiglio sul come affrontare il problema e a chi rivolgermi.
Grazie

8 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Buongiorno Massimiliano,


visto gli accertamenti preliminari effettuati penso anche io come lei che questo disagio risponda a dimensioni psicologiche consce ed inconsce, non adeguatamente elaborate, che chiedono la sua attenzione.


In questi casi potrebbe certamente esserle di aiuto un confronto con un professionista che possa guidarla, in uno spazio riservato e protetto, a comprendere quello che le sta accadendo in questo suo particolare momento. 


Per quanto mi riguarda resto a disposizione.


Un caro saluto.


Dott.ssa Silvana Censale


 

Salve Massimiliano, mi spiace molto per la situazione che descrive e comprendo il disagio connesso poiché so quanto possa essere impattante nella propria vita sessuale e nel proprio vissuto di autostima.


Ritengo fondamentale che possa richiedere un consulto psicologico per esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi all'erezione ed ai rapporti sessuale e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici.


Resto a disposizione, anche online.


Cordialmente, dott FDL

Gentile Massimiliano,


la situazione che descrive è abbastanza comprensibile all'interno di un quadro in cui i doveri familiari e la routine si sono, in parte, sostituiti alla leggerezza e al piacere. Ogni manifestazione del nostro corpo ci racconta molto più di ciò che rende evidente. Il mio consiglio è di  rivolgersi ad un collega, psicologo psicoterapeuta, della sua zona che certamente le potrà essere di grande aiuto. Restando a disposizione per eventuali chiarimenti le auguro una buona serata.

Buongiorno Massimiliano, ha fatto bene a scrivere a noi. Per capire a fondo il senso di questo calo sarebbe importante capire il suo punto di vista. Come vive la relazione, la situazione di coppia e non solo, a livello personale. Le succede solo quando prova ad avere rapporti sessuali o in genere è un calo più costante? Cercando di capire cosa succede, sono convinto riuscirebbe ad uscire da questo momento anche in breve tempo. Cordialmente, Dottor Savasta.

Caro Massimiliano,


da ciò che ho letto sembra che lei abbia già fatto quella che noi chiamiamo "diagnosi differenziale", ovvero ha già escluso cause fisiologiche in merito al suo problema.Come ha già suggerito lei sicuramente un percorso psicologico le sarebbe di grande aiuto.Lo specialista poi valuterà se affrontare solo la terapia con lei o coinvolgere anche sua moglie se la problematica avesse anche una dimensione di coppia da affrontare.


A disposizione.


Dr. Giovanni Tempesti

Buongiorno, 


ci sarebbe da esplorare un pò che periodo è questo per lei, com'è il rapporto con sua moglie attualmente e cosa rappresenta per lei  Massimiliano, la ricerca di un secondo figlio.Escluse le cause organiche-mediche giustamente lei pensa ad una dimensione psicologica.


La mia indicazione è di rivolgersi a uno/a psicoterapeuta, per parlare appunto di ciò che sta accadendo. Il calo del desiderio e la difficoltà di erezione sono sintomi che indicano che c'è qualcosa di cui parlare.


Se vuole contattarmi può chiamarmi o scrivermi, trova i miei recapiti sul web e sul mio sito. Ricevo in via Lorenzo Il Magnifico 26.


Un caro saluto,


Dr.ssa Veronica Rinaldo 

Buongiorno Massimiliano, lei stesso sembra già aver individuato, più o meno inconsapevolmente, una criticità psicologica che potrebbe avere a che fare con il vissuto relativo ad un secondo figlio, così come ad una possibile ansia da prestazione legata alla "prova" di mascolinità che i rapporti mirati alla ricerca di una gravidanza sottilmente suggeriscono! È importante comprendere con quali aspettative e accordi tra voi partner vi state approcciando al problema, oltre che eventuali implicazioni legate all'idea di ricominciare tutto d'accapo con un secondo figlio.. I figli sono doni impareggiabili ma anche piccoli tsunami nella vita domestica! Un caro saluto,  


Alice Carubbi 

Gentile Massimiliano,


lei e sua moglie state ancora cercando un bambino?


Come considera e descrive questo suo periodo di vita? Stressante? Molta enfasi e attesa di una eventuale nascita?


Com'è il dialogo con sua moglie? La vita di coppia tra di voi come va?


Essendo che lei ha già effettuato dei controlli medici che hanno escluso problematiche potrebbe essere come dice anche lei più un aspetto emotivo. Non tanto e per forza dovuto a cambiamenti di intesa tra di voi ma forse più ad aspetti suoi interni di pensieri, emozioni, eventuali preoccupazioni, ecc.


Quando questo accade può essere consigliabile valutare un percorso psicoterapeutico per affrontare insieme ad un professionista la difficoltà, i pensieri e le emozioni connesse, trovando anche strategie magari da mettere in atto come singolo ed eventualmente come coppia.


Insieme ad altri esperti, l'anno scorso ho scritto due capitoli in un breve libro che tratta proprio alcune disfunzioni e disturbi legati alla sessualità. Potrebbe non solo pensare ad un percorso ad hoc insieme a un professionista ma anche vedere se può interessarle leggere dei libri che trattano l'argomento: https://www.psicoterapiacioccatorino.it/sessualita-e-sviluppo-bambini-adolescenti-e-adulti/


Resto disponibile per informazioni, richieste aggiuntive, eventuale consulenza o se volesse rispondere in privato alle domande poste.


Cordialmente


Dott.ssa Federica Ciocca


Psicologa e psicoterapeuta


Ricevo a Torino, provincia (Collegno) e online

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi sessuali"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Non riesco ad avere un orgasmo e spesso non sento piacere.

Salve, sono una ragazza di 24 anni e da sei mesi sono fidanzata con un ragazzo. Il mio primo rapport ...

2 risposte
Come faccio a fidarmi di mio marito?

Buonasera ho scoperto che mio marito quando si annoia al lavoro guarda video porno, addirittura si ...

3 risposte
Masturbazione di coppia

So da quando lo conosco che il mio ragazzo si masturba, stiamo insieme da 6 mesi e fin dall'inizio ...

3 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.