Condividi su:

Le coppie che durano non sono quelle che non litigano mai, ma quelle che sanno gestire i litigi, poiché è dal confronto che la coppia può tranne energia e forza per crescere ed evolvere.

Il detto popolare “L’amore non è bello se non è litigarello” rivela che un rapporto, anche basato sull’amore, non può esistere senza conflitto. Io stesso diffido di quelle coppie che non hanno mai motivi di discordia, le considero “sterili” e forse anche un poco “noiose”.

L’importante è che il conflitto sia “con” il partner e non “contro” il partner: se impariamo a capire che l’altro non è un nemico da sconfiggere, ma un alleato diventa molto più semplice anche imparare a litigare costruttivamente.

Affinché il litigio sia “positivo” é’ sufficiente seguire alcune piccole regole come ad esempio:

  1. Non criticare, non condannare, non recriminare, ma cercare di capire e creare empatia con il partner!;
  2. non rispondere ad un attacco attancando, in questo modo si alimenta la spirale del conflitto;
  3. lasciare “sbollire” chi è in balia delle emozioni e dell’ira;
  4. parlare usando “io” e non “tu” ( es. “Io penso che..” invece di “ Tu hai fatto..”);
  5. cercare di comprendere il punto di vista dell’altra persona(es.“Spiegami meglio cosa intendi”);
  6. accettare che le opinioni rimangano differenti, perché non esiste la “verità” oggettiva ed assoluta, ma esistono più punti di vista;
  7. ma soprattutto imparare ad ASCOLTARE!

 

La coppia deve anche cercare di capire qual’e’ la vera natura del litigio e valutare che cosa si nasconde dietro il conflitto : se vi sono frustrazioni e bisogni nascosti, bisogna fare di tutto per farli emergere, in modo che la lite diventi positiva, poiché permetterà una presa di coscienza dei problemi latenti.
In altri casi, invece, nella coppia non vi è una reale “discussione”, ma solo piccole – grandi angherie e dispetti che non permettono di affrontare direttamente il problema, che però si ripresenterà sotto altre forme ( es. intimità negata o disinteresse).


Vi sono anche litigi che diventano “vitali” per la coppia, poiché i partners riescono ad accendere l’eros solo se stimolati dal conflitto, in questo caso la coppia rivela un disagio, poiché scarica le tensioni non attraverso il confronto, ma in una sessualità aggressiva e di sfogo.

E' importante che nella coppia regni un grande rispetto, una comunicazione aperta e sincera che permetta l’espressione dei bisogni, delle paure, dei sentimenti, in modo che nella coppia si possano i chiarire i motivi del disaccordo e di uscire entrambi “vincitori” dalla discussione.

E' fondamentale imparare a non voler VINCERE ma CO-VINCERE, poiché la vittoria dell’uno coincide con la vittoria dell’altro, mentre la sconfitta dell’uno porterà prima o poi ad una insanabile crisi di coppia.

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Salute Sessuale"?

2

Domande e risposte

Come poter eliminare una perversione?

Sono un ragazzo che ha il feticismo per i piedi femminili, un certo masochismo, mi piace essere ...

7 risposte
Problemi sessuali

Buongiorno, sono un uomo di 46 anni e da tempo ho problemi sessuali con mia moglie. Lei non ha mai ...

7 risposte
Come recuperare la passione

Gentili Dottori, vi scrivo perché sono disperata. Sono una donna di 34 anni, fidanzata da 12 ...

5 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.