Domande e risposte

leggi tutte le domande
Perchè non ho più voglia di fare l'amore con mio marito ???

Ciao Vi chiedo aiuto .... mi ritrovo con un problema che sta minando seriamente la mia vita di coppia ... non mi và di fare l'amore con mio marito .... Partiamo da un rapporto di coppia di 23 anni. Cercato dei figli, provato in tutti i modi e mai avuti . Lavorato sempre insieme. Problemi di salute non indifferenti che hanno portato lui a un trapianto di polmoni (con circa due anni di ospedalizzazione) e io ho scoperto di avere la sclerosi multipla ... e dulcis in fundo sono stata sottoposta a un'istectomia e in mezzo a tutte queste cose nel frattempo il mio desiderio sessuale e andato a farsi benedire ...... Cosa posso fare ?????

2 risposte
Problemi di erezione con persone nuove e nella masturbazione

Buongiorno, sono un ragazzo di 30 anni che ha cominciato ad avere rapporti completi relativamente tardi, poco dopo i 20. Da allora ho fatto sesso solo nell'ambito di relazioni serie durate diversi anni, ma in entrambi i casi, nel corso della prima notte, non sono riuscito ad effettuare la penetrazione (solo quello, l'erezione durante il sesso orale era più che soddisfacente), con la prima persona probabilmente perchè era la prima volta, con la seconda forse perchè le cose sono state un po' affrettate e una volta spogliata il suo corpo non era esattamente come lo avevo immaginato. Ma a parte questi episodi accaduti soltanto le prime due-tre volte, la vita sessuale in seguito è stata abbastanza appagante e serena.
Adesso a un anno e mezzo di distanza dall'ultimo rapporto è sopraggiunta una novità: solitamente all'atto della masturbazione accompagno l'uso della pornografia, ma nell'ultimo periodo mi sono accorto che non riesco ad avere o mantenere l'erezione se non tramite il suo ausilio. Il problema è che adesso sto iniziando a frequentare una ragazza che mi interessa molto, e questa cosa mentalmente ha aperto un bel vaso di pandora, autoinnescando una serie di turbe mentali proprio nel momento sbagliato.
Che io sia un tipo di persona che non riesce a vivere queste cose in maniera tranquilla mi pare palese e mi ero rassegnato a portare questa croce, tanto le storielle neanche mi attirano, ma con questo ultimo episodio è possibile che le cose anche a livello fisico siano peggiorate? Sarebbe consigliabile una terapia medica o rischierei di diventarne mentalmente dipendente?

5 risposte
Mio marito preferisce i porno a me

Salve,
ho 24 anni e sono mamma di 2 bimbe.
Io e mio marito siamo sposati da 5 anni e tra noi ci sono sempre stati problemi a letto, nel senso che io sono proprio negata. Lui è stato il mio primo uomo, quindi sono partita inesperta mentre lui ha avuto abbastanza donne. Quando lo facciamo non riesco mai a lasciarmi andare e a rilassarmi e per lui farlo con me è come farlo con una bambola gonfiabile. lo facciamo tipo 2-3 volte al mese, col tempo ho scoperto che si masturba con i porno. Ultimamente sono diventata psicopatica e lo controllo e mi sono accorta che guarda i porno e si masturba quasi ogni sera. Vorrei “imparare”, ma ho sempre blocchi mentali e non so come fare. E penso sempre che il problema sono io che sono ingrassata, che non lo attraggo fisicamente.
Quando ho voglia, non ho mai il coraggio e mi vergogno nonostante sia mio marito. Cosa posso fare?

7 risposte
Come poter eliminare una perversione?

Sono un ragazzo che ha il feticismo per i piedi femminili, un certo masochismo, mi piace essere umiliato e un pò frustato da una donna padrona ed alcune volte vederla fare sesso con un altro.
Anche se oggi è leggermente un po più accettata questa perversione se fatta con il proprio partner, io ho avuto la possibilità di viverla con alcune padrone a pagamento, però vorrei non averla, perché innanzi tutto ora che ho trovato una ragazza, a lei fanno senso queste cose e poi a parte che per la società non è ancora del tutto accettato, non lo accetto neanche io, perché per quanto possa essere bello ed eccitante ogni tanto provare qualcosa di nuovo, ora non sono più liberale e pro a queste cose. Sinceramente mentre faccio queste cose comunque mi sento umiliato e sottomesso, ed è come se queste cose mi fanno vergognare della persona che sono, insomma sono sempre umiliazioni che devo subire per il mio piacere ed automaticamente devo sottovalutare la mia persona e poi mi viene in mente chi mi stima se sapesse queste cose cosa penserebbe di me?
Perciò vorrei sapere come poter eliminare questa cosa anche se so che è molto difficile, purtroppo se no mi viene da condividere una doppia vita, da un lato padrona a pagamento dall'altro la mia ragazza. Ho provato vedendo queste cose per ciò che sono, aiutandomi con le teorie psicologiche, evitando, facendo astinenza, ma dopo un po anche se riesco ad interessarmi della sessualità tradizionale che è l'unica che vorrei avere, mi viene voglia comunque di cedere e vedere un video di questo tipo.
Purtroppo è difficile, non so se ci sono farmaci, io già prendo antidepressivi ma non penso mi aiutano.

8 risposte
Problemi sessuali

Buongiorno, sono un uomo di 46 anni e da tempo ho problemi sessuali con mia moglie. Lei non ha mai voglia ed io non mi sento più attratto da lei e tutto questo mi rende molto nervoso, creandomi dei problemi anche nell'interfacciarmi con i miei tre figli.
Avrei voglia di cercare un'altra donna per poter soddisfare le mie voglie sessuali ma ho troppo rispetto di mia moglie. Preciso che, in ogni caso, nei pochi rapporti avuti con lei, il mio piacere sessuale è sempre stato molto limitato...non so più cosa fare.

7 risposte
Come recuperare la passione

Gentili Dottori,
vi scrivo perché sono disperata. Sono una donna di 34 anni, fidanzata da 12 e sposata da 4 con un uomo di 33. Il nostro problema é il sesso, prima di sposarci era perfetto, dopo il matrimonio invece i rapporti si sono fatti sempre più sporadici, fino ad arrivare al punto che sono quasi due anni che non abbiamo rapporti e gli ultimi che abbiamo avuto non sono stati per me soddisfacenti, senza attenzioni da parte sua e senza l'entusiasmo di prima.
Ho provato a parlagliene in tutti i modi, ma nulla, il problema pare sia solo il mio, ho ricevuto rifiuti su rifiuti ed ho passato intere notti a piangere, lui a volte mi ha detto che non riusciva ad avere più erezioni, altre volte che ormai stava bene così, altre ancora che non né poteva più del lavoro, fino a ieri quando per un problema internet al suo telefono, me lo ha passato per risolvergli il problema ed ho scoperto che guarda video porno!
Gli ho subito detto che preferisce guardare film porno e masturbarsi pur di non avere rapporti con me (con tono pacato senza essere arrabbiata), lui non mi ha detto nulla, mi ha fatto capire che era così! Eppure tempo fa gli avevo proposto di vedere un porno e di prendere dei sex toys, ma lui mi rispose che non aveva bisogno di quelle cose!!
Non vuole andare da nessun specialista e non so' più cosa fare! Io penso di fargli schifo e credo sia questo il motivo per il quale non mi tocca più e la mia autostima é a pezzi, sono sempre stata una donna che prende l'iniziativa, ma ormai ho talmente paura di essere rifiutata che non mi avvicino più a lui!
Spero possiate aiutarmi, ne ho molto bisogno, se c'è anche solo un modo di recuperare la nostra storia ci proverò anche perché, tolto il sesso, va tutto bene, ma se non c'è modo, dovrò prendere la scelta dolorosa di mollare tutto.
Ringrazio anticipatamente e cordialmente saluto

5 risposte
Come mai l'ossessione del sesso?

Nel senso che è un pensiero continuo e non voluto da me (cioe non sono io che voglio avere questo pensiero costantemente, mi viene e basta), dove l'idea di avere un rapporto di intimità provoca piacere e quindi voglia, ma nell'atto pratico e reale della cosa no.
Con la penetrazione non sento davvero nulla. Con la stimolazione clitoridea alcune rare volte si (e comunque mi ci vuole tantissimo tempo e pazienza per raggiungere un po' di piacere)... perché tanta ossessione e voglia (da sempre) di questo pensiero (anche quando ero ancora vergine, avevo questo pensiero immaginavo e mi piaceva l'idea)?
Perché nell'atto pratico, nella realtà non provo nulla..? Non è un fatto di non essere rilassati o altro, perché mi lascio andare completamente.. ma niente.. ho fatto anche controlli ginecologici ed è tutto nella norma... mi sento io sbagliata... vorrei una vostra opinione.. vi ringrazio tanto dell'ascolto.

3 risposte
Asessualità?

Buonasera a tutti, io sono Gioele e ho 18 anni. Il dubbio che mi spinge a fare questa domanda riguarda il mio orientamento sessuale. Come prima cosa, per curiosità, volevo sapere se l'asessualità è effettivamente riconosciuta come orientamento sessuale dalla psicologia. Inoltre vorrei parlarvi della mia storia. Da quando ero più meno in prima/seconda media, ho praticato autoerotismo guardando video pornografici riguardanti il mondo della dominazione (BDSM) e del feticismo tra uomini. In questi video non erano presenti scene di sesso, e se vi erano io le saltavo prontamente, in quanto non mi provocavano eccitazione. Per tre anni ho vissuto in questo modo la mia sessualità, senza pormi particolari problemi. Con il tempo tuttavia ho iniziato a chiedermi in che orientamento sessuale rientrassi, in quanto ero molto confuso. Non provavo desiderio verso il sesso nè con donne nè con uomini, ma avevo solo questo desiderio di "sottomissione" legato al BDSM nei confronti di altri uomini. Mentre mi ponevo queste domande ho iniziato tuttavia a provare attrazione, per così dire, "romantica" nei confronti di altri ragazzi. Mi spiego meglio: non provavo attrazione sessuale, ma provavo il desiderio di fidanzarmi con un'altro ragazzo, di baciarlo e fare cose di questo tipo, senza spingermi oltre. Dedicarmi a questi nuovi pensieri piuttosto che ai primi mi rilassava, in quanto ritrovandomi io nel ruolo del sottomesso nel BDSM, comunque provavo un senso di ansia nel guardare quei video, e forse provavo ansia anche per la paura di essere scoperto, in quanto è un argomento piuttosto imbarazzante. In ogni caso ho deciso di informarmi, e su internet ho scoperto il mondo dell'asessualità, e in particolare, su un forum di asessuali, mi sono informato sulla possibilità di provare attrazione per il BDSM ed essere nel contempo asessuali. A quanto mi è stato detto è possibile, in quanto la definizione di asessualità è la mancanza di desiderio di avere rapporti sessuali. La conclusione a cui sono giunto rispetto alla mia sessualità sarebbe attualmente quella di essere Asessuale Omoromantico, in quanto non provo attrazione sessuale per il genere maschile, ma solo attrazione romantica. Per quanto riguarda il BDSM, ho pensato che possa essere un ripiego per il mio corpo per sfogare la mia libido; una sorta di ripiego alla mia asessualità, cioè alla mancanza di desiderio per il sesso. Le mie conclusioni possono essere giuste? Sono asessuale?

3 risposte
Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.