Aggressività e violenza

Il significato dell'Aggressivitá e la Sua origine. Come gestirla?

contattami

Condividi su:

L'aggressivitá trova la sua matrice nella pulsione inconscia. Essa non è solo un'emozione o un comportamento inadeguato, ma è la manifestazione di una "pulsione" che è l'espressione psichica di un "bisogno" che alberga nell'inconscio, condizionando le nostre scelte, i nostri comportamenti a causa della tensione creata dalla spinta fisica di questa eccitazione.              

L'aggressivitá si può definire la reazione primaria all'impossibilità di soddisfare una pulsione con risposta sia conscia che inconscia. Per Freud l'aggressività si struttura nell'infanzia, durante il complesso di Edipo in quanto il figlio desidera di uccidere il padre che gli impedisce di appagare i propri impulsi libidici con la madre. Un adulto aggressivo é sempre la risultante di una madre "negata", assente che non ha strutturato la "base sicura" affettiva bowlbiana e, la sua inadeguatezza ha generato una personalità aggressiva. Tuttavia, tale manifestazione può essere anche causata da una famiglia priva di quell'"amore" necessario che dovrebbe contenere. Il bambino aggressivo é tale sin dai primi anni, in quanto non si é sentito contenuto come "oggetto d'amore primario" ed ha cominciato a farsi sentire, in questo modo, sperando di essere "ascoltato".

Purtroppo, con il passare del tempo, se l'ascolto non c'è stato, da adulto, diverrà incontenibile. Esistono persone, che nascondono l'aggressività fino a quando non sopraggiunge il limite "soglia di sopportazione" e persone che non la gestiscono "ab initio" generando conflittualità sia nel privato che nel sociale.

Queste due modalità di risposta dipendono dalla individualità del soggetto e dal bagaglio di dolore sopportato.                                                  

Come si può gestire l'aggressività?

Bisogna farsi aiutare da uno psicoterapeuta, che attraverso un percorso psichico rimetta a posto tutti quei "vissuti dolorosi" del soggetto, facendoglieli elaborare per essere definitivamente superati. Esistono poi delle "tecniche" del tipo: rilassamento mentale, training autogeno, che possono sicuramente dare il loro contributo, anche se la risoluzione migliore va ricercata nel "profondo", perchè in superficie non basta.

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Aggressività e violenza"?

Domande e risposte

Figlio adolescente estremamente irrispettoso e violento

Buongiorno, sono la mamma di un difficile ragazzo di 15. Scrivo perché, purtroppo, dopo l'enn ...

2 risposte
Una sculacciata ad una bambina da parte dello zio è considerata violenza?

Buonasera, sono la mamma di una bambina di 10 anni. Poichè lavoro, mi trovo a dover affidare ...

4 risposte
Come fermare la mia aggressività nel confronti del mio ragazzo?

Salve, sono Chiara e sto con il mio ragazzo da un anno e 5 mesi. Il nostro rapporto è formato da ...

5 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.