Condividi su:

L'inizio dell'anno è solitamente dedicato ai saldi, momento in cui si possono acquistare  molte cose con il vantaggio delle buone occasioni e dei prezzi ridotti.
Ma attenzione! È bene comprare se c’è davvero la necessità, o se ci si vuole togliere uno sfizio, ma senza esagerare!
In alcuni casi, la foga e il desiderio di acquistare diventano una sorta di impulso irrefrenabile. Questo disturbo si chiama “Shopping compulsivo”, che consiste nel comprare tante cose senza limiti.
A differenza delle normali spese che ciascuno di noi compie, questo comportamento è caratterizzato dalla necessità di dover comprare a tutti i costi qualcosa, per evitare che si crei uno stato di malessere, caratterizzato da ansie e paure.
In questo caso, lo shopping diventa un modo per sopperire a dei bisogni insoddisfatti e a delle mancanze, non materiali ma emotive. Questo disturbo cerca di nascondere e ridurre delle emozioni negative (generalmente depressione) di cui la persona non è del tutto consapevole.
Dopo l’acquisto, si avvertono piacere e benessere, ma velocemente subentrano il pentimento ed il senso di colpa per i soldi appena spesi, che è a sua volta causato difficoltà a controllare l’impulso allo shopping.
Coloro che sono affetti da questa patologia riferiscono di sentire un impellente bisogno di acquistare proprio quel determinato oggetto, come se fossero costretti da una forza incontrollabile che li spinge a compiere l’acquisto. Questo stimolo, tipico dei compratori compulsivi, è stato definito ‘buying impulse‘ ed può avere effetti negativi sulla vita della persona, 
Il disturbo somiglia per alcuni aspetti ad altre forme di dipendenza, come ad esempio le crisi d’astinenza da sostanze.
Lo shopping compulsivo ha gravi ripercussioni sulla vita sociale, lavorativa, familiare e coniugale. Le ingenti perdite finanziarie e la forte ansia, sono causate dall’irrefranibile voglia di acquistare, dalla depressione e dal senso di perdita quando ci si accorge che si sta per perdere il controllo.
Liberarsi dalla dipendenza da shopping è possibile grazie a un percorso terapeutico con un esperto che aiuti a tenere sotto controllo i comportamenti problematici e li riduca nel tempo, fino a farli scomparire.

 

Commenta questa pubblicazione

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Disturbo Ossessivo Compulsivo"?

Domande e risposte

Ossessioni, malessere e crisi dei 30 anni

Salve a tutti. Scrivo perché disperata. Passo le mie giornate in un letto, mi alzo solo per ...

1 risposta
Doc Omosex

Salve ho 20 anni, ho sempre sofferto di ansia da piccola ma non a livelli esorbitanti Da 3 anni ...

2 risposte
Doc omosessuale o omosessualità?

Salve a tutti, sono nuova qui, cercherò di spiegarvi al meglio la mia situazione premettendo ...

12 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.