Ipocondria

Maledetta ipocondria

Loris

Condividi su:

Ciao a tutti,

Vi scrivo perchè vorrei intraprendere un percorso con un professionista per risolvere, o provarci almeno, alcuni problemi che ormai mi affliggono da anni ormai, e quindi vorrei sapere quale tipo di percorso-terapia sarebbe piu' consono per la mia situazione.
In poche parole, ho il terrore costante di avere un tumore o una qualche malattia grave. Vivo periodi di relativo benessere psicofisico dove non ho alcun sintomo, poi improvvisamente basta un dolore che persiste per piu' di quello che penso sia "normale", un qualcosa di imperfetto nel mio corpo come una macchia o un linfonodo gonfio, che vado subito in ansia e finisco ogni volta a leggere su internet cosa potrei avere. E' inutile dire che quello non aiuta quasi mai, ed anzi, ogni volta mi convinco di essere spacciato e finisco con fare mille visite dal dottore per cercare levarmi ogni dubbio, e spesso neanche quello mi tranquillizza. Quando sono nel circolo infernale delle visite mediche e degli esami vado totalmente in palla perchè vorrei delle risposte subito, cosa impossibile ovviamente e questo condiziona pesantemente la mia vita rendendomi difficile concentrarmi, lavorare, rilassarmi e dormire a sufficienza. Ho assistito da ragazzo alla malattia e morte (tumore) di mio nonno e di recente e' successo nuovamente con mia suocera. Questa ultima esperienza non ha fatto che peggiorare molto la situazione siccome ho adesso un'idea molto chiara della sofferenza e delle varie fasi di questa terribile malattia, avendo vissuto da molto vicino questo declino (sono stato letteralmente presente al momento della morte).
Detto ciò, da qualche anno mi sono reso conto di volere e dovere cercare aiuto con un professionista, anche perchè inizio ad essere stufo ed arrabbiato con me stesso per queste fasi in cui non riesco a vivere serenamente e godermi la vita.
Ho intrapreso un percorso di psicoterapia dal vivo 2 anni fa in Italia, poi per motivi lavorativi dopo pochi mesi mi sono trasferito in Germania e quindi ho dovuto interrompere tutto. Ora vorrei riprovarci. Ho avuto qualche problema con il precedente psicoterapeuta perchè facevo molta fatica a fidarmi non riuscendo a vedere dei risultati immediati e chiari, ed ho iniziato quindi a mettere in dubbio il fatto che potesse aiutarmi. Inoltre il medico di base mi ha consigliato di provare con la meditazione, cosa che sto cercando di praticare piu o meno costantemente da qualche mese, ma non penso sia abbastanza.

Date le circostanze sono limitato a poter svolgere i consulti solamente Online.

3 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Buongiorno, ho letto con attenzione le sue parole e posso solo fare un'ipotesi, che però necessita conferme.


Tale ipotesi è che ci troviamo a gestire una struttura ansiosa, che solitamente genera proprio questo tipo di pensieri e malesseri.


Perchè sia un'ipotesi percorribile è necessario che si siano presentati anche degli specifici segnali quali: tachicardia a riposo (cioè non durante o subito dopo uno sforzo), episodi con la sensazione di peso al petto con difficoltà nel respirare, sonno disturbato (con difficoltà nell'addormentamento e/o interruzioni del sonno) e frequenti emicranie di natura tensiva.


Se così fosse le consiglio di scrivermi all'indirizzo info@igorguidotti.it per fissare un appuntamento online su Skype.


Rimango a disposizione per ulteriori chiarimenti e la saluto cordialmente


Dott. Igor Guidotti

Salve, mi dispiace per la situazione che al momento sta vivendo, mi rendo conto che non è semplice.


Prima di tutto stia particolarmente attento a leggere le notizie che trova su internet, molte non sono veritiere o le fonti non sono attendibili. Inoltre, la meditazione può sicuramente aiutarla, ma credo che sia opportuno per lei intraprendere un nuovo percorso di psicoterapia, vedrà che le cose miglioreranno con il tempo.


L'ipocondria è caratterizzata da una costante apprensione per la propria salute e dall'ansiosa tendenza a sopravvalutare i disturbi: bisognerebbe comprendere l'origine di quest'ansia e saperla gestire meglio.


Rimango a sua disposizione, eventualmente anche tramite modalità online.


Buona giornata.


Dott. Fiori

Gentile Loris,


dal suo racconto emerge importante stanchezza, vita quotidiana molto “difficoltosa” e “pesante”.


Le sue giornate sembrano proprio ricche di pensieri, tensioni e “blocchi”.


Lei sta già facendo dei passi che pian piano lo porteranno a superare questa sua paura.


1)      Non si giudichi ma impari a darsi tempo. Non è facile quando è da lungo tempo che la sua struttura interna si è focalizzata su questa tensione/paura.


2)      Buono il consiglio della meditazione perché le insegna a stare nel qui ed ora, a controllare e dar importanza al respiro e pian piano a “far andar via” i pensieri disfunzionali. Molto utile anche per controllare alcune sensazioni o imparare a gestirle.


3)      Una terapia efficacie e confermata a livello scientifico per imparare a gestire l’ipocondria è la terapia ad orientamento cognitivista che prevede:


- L’osservazione del sintomo e la sua descrizione dettagliata volgendo l’attenzione al passato, al presente, al corpo, alle emozioni, al contesto in cui si presenta ed al comportamento.


- Durante i colloqui si cerca insieme al terapeuta di modificare i pensieri disfunzionali, soffermandosi sulle credenze metacognitive.


- Si cerca di interrompere i comportamenti volti al controllo della paura e alle richieste di conferma/smentita o rassicurazione (es. richiesta di esami clinici).


- Provando, inoltre, a trovare e strutturare pensieri alternativi se presente una descrizione di sé come fragile, non degno d’amore o di cure, ecc.  


Resto disponibile per informazioni e/o richieste aggiuntive. 


Cordialmente


Dott.ssa Federica Ciocca


Psicologa e psicoterapeuta cognitiva costruttivista


Ricevo a Torino, provincia (Collegno) e online

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Ipocondria"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Cosa mi sta succedendo?

Salve, mi Chiamo Giovanni ed ho 23 anni, scrivo qui perché da più di 3 mesi Vivo in ...

2 risposte
Depressione e dissociazione

Mi chiamo Federico, ho 18 anni. Inizio col dire che 6 mesi fa ho fatto 18 anni, il fatto di farli mi ...

3 risposte
Come si guarisce dall’ipocondria?

Salve, ho 15 anni e soffro di ansia e ipocondria da quando solo piccola, ma in questo periodo la ...

8 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.