Problemi relazionali

Il comportamento ostinato: pregio e/o difetto?

30 Agosto 2018

contattami

Condividi su:

Crescere in una famiglia con un modello genitoriale ben strutturato nella positività all'esistenza e alla determinazione, che consente al bambino di manifestare liberamente il suo pensiero, le sue idee e, soprattutto, la sua volontà, ricevendo comprensione se si ribella ad un'ingiustizia o ad una prevaricazione, favorisce uno sviluppo di autonomia di pensiero e di comportamento adeguato.

Vivere in un ambiente con i rinforzi positivi e con l'accoglienza delle proprie idee, anche attraverso il confronto, permette lo sviluppo di fiducia in se stessi, con la capacità di non piegarsi facilmente alla volontà altrui.

Come scrisse Erich Fromm, il bambino cresciuto in questo tipo di ambiente avrà la capacità di: "capire qualcosa, di dire ciò che capisce e di rifiutarsi di ripetere ciò che non capisce".

In effetti, se si riflette attentamente sulla nostra vita, non si possono avere dei comportamenti soltanto per compiacere gli altri, in quanto, vivere in tal modo, alla fine, nel profondo resta e si sedimenta uno stato di insoddisfazione; tutto ciò, non é sinonimo di "egoismo" sfrenato ed indifferenza completa ed assoluta nei confronti di coloro che ci stanno intorno.

Intendo esprimere che vivere in modo da anteporre sempre se stessi agli altri, prendendo in dovuta considerazione anche gli altri, significa difendersi dallo stress. Una sorta di protezione, di difesa, favorisce la stabilità e la salute sia mentale che fisica.

A tal proposito, ricordo l'esistenza delle "malattie psicosomatiche" il cui disagio, si trasferisce, alla fine, con un sintomo fisico. L'adattamento passivo, a lungo andare, induce ad un comportamento quasi astenico, fino a trasformarsi in un comportamento autolesionista vero e proprio. Per star bene bisogna impiegare il proprio tempo non anteponendo ogni cosa, ogni impegno, a qualche cosa che si desidera fare, ma é opportuno saper dare delle priorità a noi stessi, ai nostri bisogni ed anche ai nostri più profondi desideri. É salutare, talvolta, esprimere dei dinieghi, non recarsi a degli inviti indesiderati, dissentire se c'è un'idea altrui non gradita, manifestare un proprio desiderio, senza aspettare gli altri che lo facciano per primi.

Se il tempo é la risorsa personale della nostra vita, ciascuna persona deve impiegarlo come meglio crede e non permettere che siano gli altri a gestirlo. L'importanza nell'esistenza di ogni uomo é non perdere di vista soprattutto se stessi.

I ritmi frenetici di questa vita quotidiana non favoriscono sempre uno stato di benessere in quanto, alla fine, tutta la nostra esistenza diventa una corsa continua.

Dove andremo realmente?

É opportuno riflettere e restare ad osservare il cielo, il mare, la pioggia, il sole, un fiore...e forse, scopriremo qualche nuovo significato esistenziale.

Commenta questa pubblicazione

Iscriviti o accedi per lasciare un commento

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi relazionali"?

Domande e risposte

Cosa devo fare con i miei genitori?

Sono una ragazza di 19 anni, vado all'università e faccio sport. Sono sempre stata una person ...

6 risposte
Come aiutare mio figlio a socializzare con i coetanei

Buongiorno, ho un meraviglioso bambino di 6 anni, dolce, sensibile ed intelligente. È sempre ...

5 risposte
Vorrei andare via di casa, ho bisogno di consigli?

Inizio col dire che ho avuto un'infanzia difficile, in famiglia siamo in 6, anche se sono l'unico ...

3 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.