Problemi relazionali

Quando l'amore fa male: la dipendenza affettiva

06 Novembre 2015

contattami

Condividi su:

 

 

 

Perché amo l’uomo sbagliato?

L’uomo a cui si fa riferimento spesso è sfuggente, egoista, poco disponibile affettivamente, mai conquistato del tutto.

La relazione è spesso vissuta con sofferenza, si è infelici ed arrabbiati, ed il partner è considerato inadatto; nonostante ciò non è possibile tollerare la separazione, il proprio senso d’identità personale più profondo si trova ad essere confermato o disconfermato dalla presenza o meno del partner.

L’impossibilità a separarsi  costituisce il nodo della dipendenza affettiva

Ciò che lega all’Altro non è il piacere per la propria sofferenza ma al contrario la speranza, o meglio l’illusione di poter cambiare e/o salvare l’Altro riuscendo finalmente a farsi Amare.

 E’ UNA BATTAGLIA IMPOSSIBILE, poiché ha radici antiche la speranza inconsapevole di “riparare” una vecchia ferita, rimaneggiando una dinamica antica, nel tentativo di poter colmare tutto l’amore di cui si è stati deprivati.

E’ cosi non potendo riparare ad un amore ci si illude d’amare ed essere amati

 

Dott.ssa Antonia Maggi

Psicologa Psicoterapeuta

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

Commenta questa pubblicazione

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi relazionali"?

Domande e risposte

il mio "handicap"

Sono Maria e ho 19 anni. Vivo costantemente nella paura di essere abbandonata. Una decina di anni fa ...

4 risposte
Socialmente impacciata

Buongiorno a tutti, sono una ragazza di 23 anni e sono all'ultimo anno di studi universitari. Mi ...

5 risposte
Rapporto complicato con mia madre e mia sorella

Salve, sono una ragazza di 21 anni e da un paio di anni mi pongo sempre questa domanda ''che rapport ...

3 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.