Psicoterapia

Psicoterapia, tra corpo e anima

contattami

Condividi su:

La Psicologia si colloca là dove la mente si incontra con il corpo, e con qualcosa di diverso che potremmo chiamare autoconsapevolezza la quale implica la conoscenza di sé, del proprio carattere, delle proprie possibilità e limiti.
Fatte queste premesse va detto che il semplice "stare meglio" non è l'unico obiettivo di una terapia.
La sofferenza di ogni essere umano, che si manifesti attraverso difficoltà, ostacoli o fallimenti amorosi, relazionali, scolastici, lavorativi, disturbi alimentari, gravi depressioni, fobie, paure irrazionali, disadattamento sociale...e spesso anche attraverso malattie e malesseri fisici, è un segnale da non sottovalutare.

Il sintomo è un segnale: non ha senso eliminare i "sintomi" che ci disturbano senza prima capire che essi sono un segnale che il nostro "inconscio" sta inviando per indicare una direzione di possibile "guarigione".
Il compito del terapeuta, quindi, è accompagnare chi a lui si rivolge attraverso un'esperienza relazionale, che non ha come scopo principale quello di eliminare i sintomi, ma di dar loro significato, per poter vivere una vita un po' più “leggera” e soddisfacente.

"Non si piange sulla propria storia, si cambia rotta" (Spinoza)

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Psicoterapia"?

Domande e risposte

Psicoterapia e giocosità

Salve, mi sono reso conto che un elemento per me imprescindibile in un rapporto psicoterapeutico, ...

4 risposte
Andarsene di casa: significa davvero voler fuggire?

Salve a tutti, sono un ragazzo di 22 anni e sto pensando di andarmene di casa. Sono in terapia da ...

6 risposte
Lo xeplion è indicato per la sindrome di Asperger?

Salve sono un ragazzo di 26 anni affetto da SA, lo psichiatra mi ha prescritto lo xeplion, ma andand ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.