Adolescenza

Condotte autolesive in adolescenza

13 Gennaio 2016

contattami

Condividi su:

Nel periodo adolescenziale si possono manifestare forme di autolesionismo, manipolazione e modificazione corporea. Con tali termini si descrivono comportamenti deliberati ma non premeditati, direttamente finalizzati all’alterazione della superficie corporea privi di intento suicidiario. La sofferenza ingestibile e urgente o una forte dose di aggressività latente, viene rivolta verso sé, sostituita attraverso il dolore fisico, come nel tentativo di volerla mettere alla luce. Tagliarsi o bruciarsi la pelle, rappresentano, spesso per l’adolescente, una modalità simbolica di prendere possesso del proprio corpo, nonché tentativi di difendere la propria identità e di ristabilire i limiti e i confini corporei. E’ importante però contestualizzare la messa in atto di tali condotte nel periodo adolescenziale, poiché si fa riferimento ad un’azione che nasce dal tentativo di scaricare una forte tensione emotiva negativa. Il corpo, per l’adolescente, è, spesso, luogo di espressione della sofferenza psichica e diventa uno strumento di comunicazione di conflitti e difficoltà evolutive. Esso viene utilizzato come narratore di difficoltà profonde che alcuni adolescenti non sembrano essere in grado di comunicare in modo diverso. Dietro questa sintomatologia c’è un’incapacità a regolare in maniera efficace le emozioni negative, che associandosi all’impulsività ed all’urgenza negativa tipicamente adolescenziali, determinerebbe azioni impulsive a carattere autolesivo.L’autolesionismo, quindi, rappresenta una modalità di regolazione emozionale disfunzionale centrata sul corpo utilizzata per sopperire a strategie di regolazione più mature ed evolute, le quali tuttavia si sviluppano attraverso esperienze relazionali positive. 

Commenta questa pubblicazione

Iscriviti o accedi per lasciare un commento

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Adolescenza"?

Domande e risposte

Informare un adolescente di un tradimento.

Ho un marito che mi sminuisce e parla male di me a mia figlia adolescente; Non gli dice mai di no ...

5 risposte
Un solo motivo per vivere? Io non ne trovo.

Salve dottori, sono un giovane ragazzo di 19 anni che all'incirca dall'età di 11 ha cominciat ...

5 risposte
Come posso risolvere il problema con i miei genitori?

Ciao, sono Ilaria e ho 18 anni. Il mio problema sono i miei genitori: mia madre è sempre ...

4 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.