Cole evitare che mia figlia pianga ogni volta che recupero per la mia settimana di guardia?

Francesco

Sono divorziato e ho la guardia alternata di mia figlia. Ogni volta che la recupero non appena le faccio un appunto o la correggo quando per esempio non è concentrata quando fa i compiti comincia a piangere e dire che la mamma le manca. Le ho chiesto se aveva lo stesso comportamento con la madre e mi ha detto di no. Sbaglio io nella comunicazione?

4 risposte degli esperti per questa domanda

Salve Francesco, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che può sperimentare e quanto sia impattante sulla sua vita quotidiana. Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che le impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto.

Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL

Gentile Francesco,

quanti anni ha sua figlia? da quanto siete separati lei e mamma? come è stata e com'è la separazione?

Quando c'è il disappunto tra di voi potrebbe provare a chiedere alla bimba come ti sembra questa cosa fatta? e da li valutare insieme possibili opzioni alternative maggiormente efficienti.

Quando invece deve essere educata le dica sempre i motivi per cui sta dicendo per esempio un no e le chieda lei come sta.

Se le difficoltà persistono le consiglio di chiedere una consulenza a un esperto di età evolutiva per capire insieme quali strategie adottare e come intervenire al meglio a livello educativo. Non si faccia delle colpe l'educazione dei figli non è sempre lineare e semplice.

Resto disponibile per informazioni, richieste aggiuntive, eventuale consulenza online o se volesse rispondere in privato alle domande poste.

Cordialmente

Dott.ssa Federica Ciocca

Psicologa e psicoterapeuta 

Ricevo a Torino, provincia e online

Gentile Francesco, innanzitutto, occorre capire e chiarire che si tratta di una turnazione, una guardia....ma questi sono termini giuridico burocratici, occorre cambiare già terminologia per cambiare punto di vista e, col punto di vista, accorgersi che esiste quello degli adulti, e quello dei bambini....

Sua figlia con questa alternanza deve avere due genitori, certamente, due educazioni che convergono in una, ma soprattutto due modi e tempi per incontrare i genitori, quindi, ovviamente laddove necessario, la si correggerà e la si richiamerà, ma, il tutto deve essere sempre preceduto dalla creazione di un buon clima affettivo, di fiducia, di allegria, di empatia.

Ecco, dalla guardia.....termine che fa pensare per altro al fare la guardia, sterile e fredda a qualcosa, si deve passare all' accoglienza della bambina, alle coccole, al sostegno (anziché al richiamo), allo stare insieme (anche con l'errore e l'imprecisione)....

Il focus, deve essere messo sulla bambina, sul suo mondo, sulle necessità, e solo in seconda istanza sui compiti, sulla concentrazione ecc.....Un saluto

Gentile Francesco,

dalle sue parole emerge la sua grande preoccupazione nei confronti del rapporto con sua figlia e la sua forte motivazione a capire come creare un rapporto amorevole con lei. Mi colpisce il termine "guardia", cosa dice di lei e del tipo di relazione che ha con sua figlia?. Sarebbe molto importante approfondire la modalità comunicativa con sua figlia per capire cosa accade dentro di sé quando si relaziona con lei, per questo motivo potrebbe essere molto utile intraprendere un percorso psicoterapeutico che possa aiutarla in tal senso.

Resto a disposizione per ulteriori informazioni, consulenze o eventuale percorso, anche online.

Dott.ssa Martina Patruno

Psicologa Clinica e dell'età evolutiva, Psicoterapeuta, Analista Transazionale Certificato, Esperta in Psicologia Investigativa, Psicologia Forense e Psicodiagnostica applicata in ambito civile e penale, Tutor, Hr Ricerca e selezione