Depressione

Malessere

Lorenzo

Condividi su:

Buongiorno, sono un uomo di 32 anni, è da circa 3 anni che soffro di depressione/distimia e da circa 1 anno seguo una terapia del tipo analisi transazionale. Ho cambiato diversi farmaci, ho discusso di molti argomenti durante le sedute terapeutiche, ma purtroppo mi capita di provare questo malessere abbastanza spesso e mi tormenta e mi mette ansia. Le mie giornate a quel punto sono disturbate da questa sgradevole sensazione di sottofondo.
Lo psichiatra, che mi segue, mi ha proposto un ricovero ospedaliero, presumo per ricercare eventuali cause organiche di questo malessere. La cosa un po' mi spaventa. Ma che posso fare?! 3 anni che vivo così, sempre agitato, umore basso.
Potrebbe davvero trattarsi di cause organiche? No, perché non riesco a spiegarmi i motivi di questo malessere che si presenta soprattutto nei weekend e nei momenti in cui normalmente una persona potrebbe svagarsi e rilassarsi. Provo in quei momenti a reagire, a cercare di capire il motivo per cui mi sento così, ma non capisco...
Relativamente a quanto scritto, potreste darmi cortesemente un parere, una qualche idea.
Rigrazio cortesemente
Buonagiornata
Lorenzo

1 risposta degli esperti pubblicate per questa domanda

Buongiorno Lorenzo,


comprendo il suo fastidio e l’insoddisfazione per uno stato di malessere "inspiegabile" che le impedisce di godere dei momenti di svago.


A me però sembra che, più lei si concentra su questi stati di malessere, più loro persistono e invadono la sua vita (l'astenia e il disagio diventano ansia per non aver individuato una causa, quasi un'ossessione).


Per ciò che racconta escluderei la causa organica perché riferisce un malessere che si presenta solo nei week end, non negli altri giorni, sembra più l'instaurarsi di un circolo vizioso di natura psicologica. 


Avendo provato ad individuare diverse motivazioni, cambiato diversi farmaci, io proverei con la tecnica mindfulness che contempla l'ACCETTAZIONE: se qualcosa nella mia vita non può essere modificata allora proverò ad accettarla, semplicemente prendo consapevolezza che mi succede e la accetto. Ciò che non comprendo ora non vuol dire che non lo comprenderò mai, né che durerà per sempre.


Io temo che sia subentrata in lei la paura che, questo malessere, durerà per sempre e, di conseguenza, le rovinerà la vita intera. Immagino che già dal venerdì lei inizi a preoccuparsi per ciò che accadrà il sabato, predisponendola ad agitazione, ansia e sensazione di malessere.


Provi, nei week end quando si sente giù di umore e senza forze, invece di innervosirsi (cosa che la fa stare peggio), provi ad assecondare questo stato e ad utilizzare tecniche di rilassamento muscolare. Si prenda cura di se stesso dedicandosi il tempo necessario, svolgendo attività che la fanno stare meglio (un bagno rilassante, sentire musica, dedicarsi al giardinaggio…).


Mi contatti per ulteriori chiarimenti, cari saluti

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Depressione"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Cerco di capire cosa mi succede

Buonasera, vorrei chiedervi un parere. Sono un ragazzo di 30 anni che vive da solo. Da 10 anni ...

9 risposte
Forte depressione, ansia e rifiuto del sonno

Da un po di anni soffro di ansia, fortissima depressione, rifiuto anche, in modo violento, il sonno ...

2 risposte
Bisogno di aiuto urgente

Salve a tutti, ho bisogno di un vostro aiuto sono una ragazza di 28 anni depressa, piena di rabbia, ...

5 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.