Depressione

Mi sento un fallito a quasi 23 anni.

Saverio

Condividi su:

Salve a tutti, mi chiamo Saverio e ho 23 anni. Ringrazio in anticipo tutti coloro che avranno la pazienza di perdere qualche minuto per leggere la mia storia.
Sono sempre stato un tipo un po’ malinconico e con il morale sottotono fin da bambino anche senza un reale motivo, è così ho continuato fino ad ora. Sono figlio unico di un padre praticamente sempre assente e che per me non rappresenta assolutamente nulla, e di una madre iperprotettiva e ansiosa ma nonostante questo non ho mai rinunciato fin da piccolo a uscite con gli amici viaggi e quant’altro. Il mio problema più grande è il discorso economico e L incertezza sul futuro. Mi sono diplomato con un anno di ritardo al Liceo Linguistico con 80/100. Ma la mia passione più grande è la storia e La politica. Scelsi allora di iscrivermi alla facoltà di Scienze Politiche ma non frequentai nemmeno una lezione, tutt oggi non so nemmeno dove si trovi di preciso la sede di studio, non ci sono andato nemmeno per iscrivermi dato che lo feci online e questo è oggi il mio più grande rimpianto. Scelsi di andare a lavorare in un ristorante come cameriere ma fu tragico: ci sono rimasto per due anni perché mi trovavo bene con colleghi e proprietari e guadagnavo anche discretamente ma dentro di me stavo morendo. Mi prese una forte depressione , mi sentivo inutile e sprecato a fare una mansione del genere e mi sentivo molto più intelligente dei miei colleghi he facevano quel lavoro e quindi pensavo di star perdendo solo tempo e che nella mia vita non mi sarebbe servito a niente fare il cameriere ma che era meglio studiare. Decidi però che almeno lavorando avrei potuto mettere da parte dei soldi da investire, che è il mio grande sogno infatti , cioè quello di voler diventare un grande imprenditore. Mi affascina tutto ciò che implica lo stare in proprio e lavorare per se stessi e mi piacerebbe investire nel turismo e nella ristorazione. Ma nonostante i miei progetti, i soldi guadagnati li ho spesi tutti in discoteche, droghe( ho fatto uso di marijuana dai 15 ai 18 anni e uso di cocaina per alcuni mesi dopo i 20 anni) e viaggi con amici e fidanzata. Con quello che mi era rimasto ho comprato un auto e uno scooter fin a che poi sono arrivato al culmine e ho deciso di non fare più il cameriere, un lavoro che mi ha logorato il cervello perché mi rendeva insoddisfatto. E oggi mi ritrovo così, a dicembre compierò 23 anni e non ho un euro in tasca, a casa dei miei genitori con i quali ho un pessimo rapporto soprattutto per via del fatto che non hanno mai creduto in me e tutte le volte che ho chiesto un aiuto per realizzare un progetto imprenditoriale mi hanno detto che era una follia e che avrei dovuto lavorare da dipendente. Non ho un mestiere tra le mani, né un titolo di studio né un euro da investire.Ho iniziato a vendere abbigliamento online facendo da tramite per alcune aziende quindi senza dover investire ma guadagno una miseria avendo iniziato da pochissimo. A settembre inizierò un corso di massaggiatore professionista per tentare un sltra strada. Fatto sta che oltre a questo davanti a me non vedo nulla, nessuna strada, nessun aiuto e tanta confusione. Sono arrivato alla disperazione totale, sempre depresso, vado avanti a caffè e sigarette e ho perso la voglia di uscire e divertirmi. Ho una ragazza da 4 anni ma ho fatto stancare anche lei giustamente essendo sempre depresso e di mal umore ed è questione di tempo prima che ci lasciamo. Vado a letto tardissimo e dormo molto poco e se tipo ho un orario in cui svegliarmi pervje devo fare qualcosa, non dormo perché ho paura di non riuscire ad addormentarmi in tempo e quindi non dormo . La mia testa é un loop di pensieri ossessivi e dai quali non riesco ad uscire e mi sento peggio pensando che in realtà ho tante capacità è una buona dose di intelligenza che avrei potuto sfruttare per combinare qualcosa e quindi non mi spiego come mi sia potuto ridurre così . Qualcuno ha un consiglio da darmi?vi ringrazio in anticipo .

3 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile Saverio,


non c'è alcun consiglio da darLe (Gliene avranno dai tanti...), perché i consigli non possono aiutarLa in alcun modo.


Si tratta di una psicopatologia, che può essere affrontata e superata esclusivamente attraverso una psicoterapia.


Altrimenti se la porterà per tutta la vita: il che sarebbe un vero peccato, visto che si può affrontare e risolvere.


è chiaro che l’ansia, lo stress, lo stato di insicurezza, il senso costante di rabbia, il sentimento di isolamento, la bassa autostima, il senso di inefficacia percepito, la tristezza continua e profonda, i diversi problemi psicologici sono propriamente non un disturbo, ma i sintomi di un disturbo, che riguarda chiaramente tutta la personalità, nel presente come nella Sua storia personale.


è necessario affrontare una terapia del ‘profondo’, che risolva le radici di questa che possiamo chiamare ora, provvisoriamente, depressione e, di conseguenza, anche i suoi sintomi.


Tale approccio potrebbe in tal caso essere valido per ristrutturare le parti immature e ancora infantili della Sua personalità ed eliminare dai suoi ‘meccanismi’ quei granelli che – per così dire – ne ostacolano il corretto e felice funzionamento in direzione della crescita personale e dello sviluppo adulto della Sua identità, oltre ogni psicopatologica insicurezza e disistima.


Le invio cordiali saluti.

Saverio,  lei scrive di sentirsi depresso perché non trova una strada verso la sua realizzazione. In base alla sintomatologia che lei avverte, nonostante la sua giovane età, risalta il fatto che sta male, che è consapevole di non intraprendere gli interessi che gli piacciono e di allontanarsi da essi. Nel suo caso dovrebbe riflettere sul perché (pur sapendolo), non si avvicina ai temi da lei menzionati, come la storia e la politica, anche iniziando da semplici letture su internet. In secondo luogo, riveda il rapporto con la sua ragazza, in quanto essa potrebbe sostenerla nel raggiungimento di tali obbiettivi. Ne parli anche con i suoi genitori, nei limiti del possibile, potrebbe giungere a dei compromessi importanti. Ricordi: il calabrone rispetto alle sue ali é molto più pesante, ma egli senza saperlo, vola lo stesso! Coraggio, da una cosa nasce un'altra cosa!

Confusione si giusto... e tanta.


La Depressione penso che se la stia portando dietro da molto tempo e sento profonda sofferenza nel suo lungo scritto. quando ho letto 23 anni mi sono meravigliata tantissimo e mi sono chiesta come mai lei stesse inseguendo questo guadagno e questo stile di vita danaroso, da dove viene questo bisogno?


I suoi genitori le indicano come utile la certezza dello stipendio da impiegato... è possibile che la sua famiglia abbia sofferto problemi economici? e che lei da qualche parte abbia deciso per dover riscattare per tutti questo peso che si portano?


Se così dovesse essere forse riuscirà anche a farlo, ma deve prima provare a risolversi i conflitti interni, poi potrà andare avanti con quella bella energia che si ritrova e che sarà ancora maggiore quando scremata dalla depressione, e anche grazie all'intelligenza che si è riconosciuto. Ma prima deve assolutamente rivolgersi ad uno psicoterapeuta.


Un abbraccio


 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Depressione"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Malessere e tristezza apparentemente immotivata

Ciao a tutti, sono una ragazza di 20 anni e mi trovo a scrivere qui perché ormai sono mesi e ...

8 risposte
Si può essere perennemente infelici a 20 anni?

Ciao, non avrei immaginato di scrivere a degli sconosciuti in cerca di risposte in una sera di vener ...

5 risposte
Perché sono sempre stanca

Salve sono Valentina e ho sofferto di depressione tre anni fa. A febbraio scorso mi è stato ...

3 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.