Non esisto

Laura

Sono Laura ho 34 anni. Sono separata, ho due figli di cui uno autistico e ritardato! Dall'età di 11 anni la vita mi ha riservato molti ostacoli, purtroppo sia a livello di salute, sia a livello famigliare e interpersonale. Sono arrivata alla mia età con, lo ammetto per la prima volta, problemi di bulimia e stanca della vita! Nonostante abbia fatto l'adolescenza in ospedale per un problema cerebrale scoperto appunto ad 11 anni, abbia perso la mamma prestissimo per un tumore, padre completamente disabile, figlio disabile a livello neurologico, diverse patologie mie tra cui anche un carcinoma da poco scoperto, sono sempre stata solare e positiva, lo giuro! Ma ora, dopo che chi mi è intorno si è rivelato meschino, sono stanca...non mi accetto in niente e sono stanca di stare qui!

2 risposte degli esperti per questa domanda

Salve Laura, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che può sperimentare e quanto sia impattante sulla sua vita quotidiana. Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che le impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto e possa soprattutto aiutarla a parlare con se stessa utilizzando parole più costruttive.
Credo che anche un approccio EMDR possa esserle utile al fine di rielaborare il materiale traumatico connesso ad eventi del passato che possono aver contribuito alla genesi della sofferenza attuale.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL

Gentile Laura, 

la vita le chiede tanto e sono tanti i vissuti di perdita che ha dovuto sperimentare e sperimenta. La sua stanchezza è comprensibile. Probabilmente e, come spero, dovrebbe avere una rete di supporto intorno se non altro per il figlio disabile. Ha bisogno di un supporto anche lei, a maggior ragione a fronte del carcinoma che ha appena scoperto. Si rivolga al suo medico di base o all’ospedale in cui fa le cure per farsi affiancare  da uno psicoterapeuta. Le segnalo, inoltre, che fino al 24 ottobre 2022 può far richiesta del bonus psicologico all’Inps.

Qualsiasi informazione aggiuntiva necessiti non esiti a contattarmi.

Un caro saluto,

Dott.ssa Barbara Valente