Depressione

Perchè immagino sempre di usare violenza a persone a me care?

Joint

Condividi su:

Ciao sono jonny, ho 20 anni e da un pà di tempo incomincio a fare dei pensieri strani, immagino sempre di picchiare qualcuno, ho paura di cedere.
È iniziato tutto da un paio di mesi che faccio pensieri assurdi tipo picchiare un amico o far male a qualcuno in famiglia, non sono un ragazzo aggressivo non lo sono mai stato.
Poi la sera quando rientro a casa mi sento strano, il cuore batte sempre più velocemente, non riesco a dormire. Forse perchè è da un po di tempo che mi sta andando tutto male tipo finirmi i soldi aver paura di lavorare.
Forse sarà solo che ho tanta fantasia e quindi mi faccio questi pensieri.
I miei ex amici mi hanno lasciato solo, la scuola l'ho lasciata a 16 anni e non riesco a trovare lavoro, a casa mia di questi periodi fa molto freddo sono senza acqua calda, la notte per prendere sonno cerco di non pensare al giorno dopo ho paura di affrontarlo, non so cosa fare sono solo, ho paura che in futuro mi ritrovi di nuovo in questa condizione di adesso.
Sperò di ritrovare la felicità che avevo qualche anno fa.

4 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

In alcuni casi probabile perché se la meriterebbero, in altri magari no... La cosa va compresa bene! Di sicuro la scuola e gli amici dovranno provocarti molta rabbia... C'è il modo di incanalarla in reazioni congrue e di sviluppo ma serve una persona che ti accompagni in questa ristrutturazione, la casa sembra esserci, manca qualche ritocco alle pareti..


Buona fortuna 


 

Gentilissimo Jonny, 


la sensazione che lei prova di sentirsi indotto ad usare violenza può derivare da un accumulo di insoddisfazioni di cui lei non riesce a darsi alcuna spiegazione. Indubbiamente ha bisogno di un aiuto specialistico, cioè di essere guidato a trovare in certo senso il bandolo della matassa e questo può richiedere un certo impegno da parte sua a seguire un determinato percorso. Dalla sua storia risultano evidenti tanti elementi che vanno approfonditi per cercare di modificare qualcosa dentro di se, relativamente al suo modo di interpretare la realtà e di comportarsi di conseguenza. Potrebbe parlarne anche col suo medico curante, se non l'ha già fatto, per farsi orientare, oppure può prendere in considerazione la possibilità di rivolgersi ad un consultorio o a un professionista privato. Non sottovaluti l'importanza di cercare un aiuto e di fidarsi della persona che si prenderà cura di lei. Le auguro vivamente di stare meglio e di affrontare i suoi problemi con serenità.

Gentile Jonny,
sta vivendo una situazione difficile da un punto di vista economico, materiale e sociale, con tutta la sua famiglia. Questo le porta stress, che manifesta con forza, con tutte le sue emozioni di insoddisfazione, di dispiacere, sia fisicamente attraverso il battito accelerato del cuore, sia nella sua fantasia, nei suoi sogni, violenti proprio verso le persone a lei più care, quindi i suoi familiari ed i suoi amici. Sono le prime persone, le più vicine, quelle a cui dire, urlare: “Guarda! Sto tanto male, ho bisogno di aiuto”.
L’aggressività di per sé non è negativa, ma a volte si ha bisogno di aiuto per portarla fuori in modo positivo.
La invito a cercare un aiuto per riguardare quanto è accaduto, come è arrivato ad oggi, per affrontare le sue paure e per trovare in sé il modo di esprimere in modo bello ed utile l’aggressività che sente dentro.
Resto a disposizione attraverso il modulo contatti.

Salve, credo lei stia attraversando una fase di stress legata alla ricerca della sua identità, del suo posto nel mondo. Spesso accade che si accumuli rabbia e si teme di far male proprio alle persone più care. Si faccia aiutare a capire soprattutto da dove parte la sua insoddisfazione e come esprimere la sua rabbia senza far del male a sè stesso e ad altri. Stia tranquillo con un buon percorso troverà le risposte e un maggior equilibrio interiore. 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Depressione"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Una relazione ad ostacoli

Salve, mi chiamo Costanza e ho 39 anni. Ho conosciuto in uomo all’inizio del 2020, col quale ...

2 risposte
Non ho amici

Non ho più speranze di vita pur essendo un ragazzo di 16 anni, il semplice motivo è il ...

4 risposte
La vita che è sempre vissuta nel dolore

Sono una ragazza di 21 anni e fin dall'infanzia ho avuto una vita difficile. Ho avuto dei genitori ...

5 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.