Depressione

Sono sei mesi che non faccio altro che pensare al suicidio, voglio morire.

Giulia

Condividi su:

Ho avuto una vita molto difficile e dura e ho sempre superato tutti gli ostacoli con forza. Mi sono fidanzata molto presto, a dodici anni, lui è l'amore della mia vita e siamo stati insieme sette anni. So che è difficile da immaginare ma la nostra storia era molto più seria e importante di quelle degli adulti, dato che abbiamo dovuto superare momenti orribili. L'anno scorso l'ho lasciato per vari motivi e quando pentita gli ho chiesto di tornare mi ha detto di non amarmi più. Mi sembra stupido anche dirlo, perché ero davvero convinta di essere una persona forte, che non sarebbe mai stata assorbita da questo vortice, invece da quel giorno ho avuto gravi attacchi di panico, crisi isteriche e commesso atti folli. Non riesco a dormire, a mangiare, ho perso quasi trenta chili. Ho paura della morte ma ancora di più di vedere l'unica persona di cui mi sia mai fidata vivere e sorridere senza di me. Ho bisogno di lui. Ho paura di seguire la mia scelta, non voglio deludere i miei genitori e la mia famiglia ma non riesco nemmeno a vivere così, non so cosa fare. Vorrei spegnere il mio cervello e le mie emozioni.

3 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Giulia, Buongiorno.


Comprendo il dolore, la paura e la mancanza che emerge dal suo messaggio.


Per “spegnere cervello ed emozioni” come dice lei, un modo c’è: comprenderle, accettarle, viverle e superarle. Da soli a volte non c'è la si fa, per questo la miglior cosa che possiamo fare è chiedere aiuto, affidarci ad un professionista che sappia guidarci alla riscoperta di noi stessi.


Se vuole, mi contatti!

Carissima Giulia, la fine di una storia è sempre dolorosa, indipendentemente dall'età o dalla durata, si affronta il tutto per la perdita di qualcosa di molto importante e si possono sperimentare sentimenti molto profondi di tristezza, depressione e malinconia, comprese sensazioni di non farcela. I sintomi che descrive ci dicono che questo passaggio della sua vita è molto faticoso, e che sta incontrando delle difficoltà nell'affrontarlo. Non esiti ad affidarsi a professionisti, scoprirà che quando avrà aperto uno spazio di pensiero e di condivisione di questo macigno che si porta quotidianamente addosso all'interno di una relazione di cura caratterizzata dall'ascolto empatico e dall'assenza di giudizio per le sue azioni, anche l'agitazione si placherà. Nel frattempo, la abbraccio!

Buongiorno Giulia! Ho letto con attenzione il suo messaggio pieno di dolore. Coraggio, abbia fiducia nella vita. C'è un modo di "spegnere il cervello e le emozioni" come dice lei. In realtà si tratta di comprenderle, viverle, accettarle e superarle guidandole. Spesso è un percorso che da soli non ce la facciamo a fare. E' allora che c'è bisogno di essere umili e riconoscere di aver bisogno di aiuto. In questi casi il professionista adatto è lo psicoterapeuta. Se vuole contattarmi sono disponibile ad aiutarla o a trovare, se non sarà logisticamente possibile, un o una  collega adatto a lei. Buone riflessioni! 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Depressione"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

C'è correlazione tra la depressione e la pressione bassa?

Buongiorno a tutti, sono un ragazzo di 21 anni autolesionista da 5 per vari motivi dal quello famili ...

3 risposte
Relazioni amorose e familiari

Ciao sono Giselle ho 20 anni. Faccio l’università ma non ho amici con cui uscire, mi ...

2 risposte
Figlia di genitori musulmani controllanti e opprimenti e non so più come andare avanti

Salve, sono Miriam e ho 22 anni. Frequento l'università con buoni voti, ho amici e amiche, mi ...

3 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.