Problemi di coppia

Amore o Ossessione?

Salvo

Condividi su:

Buongiorno, ho 34 anni e da 2 anni sto vivendo una relazione al limite con un ragazzo di 22 anni. Quando ci siamo messi insieme dovevamo nascondere la nostra relazione omosessuale. Io venivo da una lunga convivenza con una donna e lui dal sesso occasionale che purtroppo tanto si fa attraverso le applicazioni. Siamo stati insieme 6 mesi ed eravamo felici ma poi non so cosa mi sia successo, forse un pò di invidia data la mia poca esperienza, forse per la non accettazione della mia relazione omosessuale o forse per entrambe le cose insieme alla differenza d'eta che mi faceva pensare, ho proposto una stramaledettissima coppia aperta. Lui non la accettava ma io l'ho praticamente costretto e mentre diceva di non stare con nessuno in realtà ha avuto moltissimi incontri di sesso occasionale. Ho dovuto scoprire questa cosa e sono stato malissimo. Da allora il rapporto è diventato malato. Non l'ho lasciato ma mi sono dato anch'io al sesso occasionale, poi l'ho "perdonato" per avermi mentito e per essere stato con così tante persone senza dirmi nulla mentre veniva nel mio letto. Siamo stati un altro po' insieme ma l'immagine dei suoi rapporti era sempre impressa nella mia mente e invece di lasciarlo lo tradivo finché ho trovato il coraggio e con una scusa l'ho mollato. Mi sono subito messo con un altro ragazzo. Lui era bello,buono... un ragazzo perfetto... ma la mia mente è sempre andata al primo. Dopo cinque mesi di relazione, pianto il "ragazzo perfetto" e torno da lui. Inutile dire che in questi cinque mesi in cui non siamo stati insieme ne ha fatte di cotte e di crude ma non si è mai riuscito a fidanzare con nessuno perchè nella sua mente e nel suo cuore c'ero solo io. Adesso stiamo di nuovo insieme e pensiamo anche di convivere ma... litighiamo sempre! nella mia mente poi c'è sempre, ossessivamente, la sua immagine che fa sesso con altri. Ma ci vogliamo a tal modo che preferiamo scannarci tutti i giorni piuttosto che lasciarci e rifarci una vita tranquilla. Ho iniziato a fare psicoterapia ma spero possiate darmi dei preziosi consigli. Grazie

4 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Buonasera Salvo,


non è una relaizone che ti far stare bene  con questa persona che pensi di amare. Per amare qualcuno bisogna che vi sia  una certa affinità  non solo  corporea, ma anche psichica, affettiva, di stima reciproca, di interessi comuni che non vi separano ma che davvero vi possano insegnare un’educazione al come vivere il vostro amore/ l’ affetto e sessualità.  Leggendo ciò che mi hai scritto penso che stai vivendo un momento di grande confusione ed anche disordine. Mi auguro tu possa trovare la giusta direzione per non perdere te stesso.


Cordiali saluti


 

Buongiorno Salvo


mi arriva molto forte il suo bisogno di serenità e la sua voglia di vivere serenamente e in fretta.


L’unica cosa che mi viene da dirle è di affidarsi al/alla suo/a terapeuta e di fidarsi del rapporto che ha con lui o lei. Penso che avere numerosi consigli possa essere confusivo e la confusione può creare malessere.


Una psicoterapia è sicuramente faticosa e può richiedere tempo, ma penso che sia la scelta giusta per poter affrontare la sua sofferenza. 


Un saluto caloroso

Buongiorno, tralasciando le ovvie premesse sulla parzialità di questo mio commento, che si limita ad essere una restituzione di un'impressione avuta leggendo la sua questione. Io mi concentrerei su un punto:


Sembra che la sua storia parli di tradimento, di amore e di conflitti. A coda del messaggio aggiunge di avere iniziato una terapia da poco. In aggiunta terrei in mente che ha pensato di scrivere in questo contesto per chiedere in parere. Le restituisco l'impressione che mi sembra possa rintracciarsi una ricorsività tra i tradimenti delle questioni di cui parla e quella della sua terapia, messo in atto scrivendo qui. Forse le due cose possono avere un qualche nesso. Mi scuso se non fossi stato molto chiaro.

Bongiorno Salvo,


Lei qui ha esposto tutti i problemi della sua relazione, ma dice anche che ha intrapreso da poco un percorso di psicoterapia. Lei ha già un contesto in cui esporre le sue eventuali richieste e soprattutto ha la possibilità di uno scambio diretto con il professionista che è lì, davanti a Lei, per aiutarla. 


Si dia tempo, impegno e pazienza per lavorare su di sé e sulla sua relazione di coppia. Vedrà che con tutti questi ingredienti in gioco potrà trovare nuovi modi, più funzionali e quindi anche più piacevoli, per stare bene in una relazione d'amore.


Cordiali saluti 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi di coppia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Dare degli ultimatum al partner può servire?

Gentilissimi, vi espongo il mio problema Frequento da oltre sei anni un uomo di 15 anni più ...

1 risposta
Mia moglie mi tradisce, cosa fare?

Buongiorno, oggi ho avuto la conferma del fatto che mia moglie non solo è molto attratta e ...

2 risposte
Affetto, amore e tradimenti

Salve, ho 37. Vivo all'estero e da quattro anni conosco un ragazzo piu' giovane di me di sei anni...

1 risposta

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.