Non so se è quello giusto per me

Manila

Buongiorno, ho 25 anni sono fidanzata da 5 con un collega di 36 anni (relazione nascosta al lavoro) siamo sempre andati molto d’accordo, lui è dolcissimo, tranquillo, fedele ci divertiamo e alla mia famiglia piace molto! Ci sono però alcuni difetti o idee contrapposte che iniziano a pesarmi: è sempre stato molto lamentoso (verso gli altri), sempre pronto a criticare le persone per difetti, incompetenze ecc.. (verso me invece no, mi tiene sul piedistallo ed è sempre tenerissimo), i colleghi non lo apprezzano quasi per nulla, in più vive ancora con i suoi e non parla mai del futuro insieme, non ha iniziative, non ha hobby, sta sempre a casa, 2 amici (amici anche miei ora) che vede pochissimo, con ideologie anche abbastanza chiuse a volte (sia politiche, che maschiliste/femministe ecc), e inoltre lui è molto tradizionalista vorrebbe figli e sposarsi (anche se non ha mai parlato seriamente della cosa con me) mentre io no, sono molto attiva, energica, faccio mille cose ho diversi hobby studio, lavoro, mi piace uscire anche se non lo faccio spesso, mi piace fare cose nuove, sperimentare e provare, non voglio figli o sposarmi o vivere in un luogo definitivo… non ci siamo mai detti Ti Amo. Nonostante ci vogliamo molto bene e andiamo d’accordo ho paura che non sia adatto a me, a volte mi sento come spenta da lui, come se dovessi trascinare e accendere io la relazione mentre a lui se si sta comodi va tutto bene. Non ha mai tirato in ballo il discorso di volere dire di noi al lavoro, non gli pesa che nessuno sappia di noi, inoltre la sua famiglia praticamente non mi conosce (solo i suoi) mentre io lo invitato spesso alle feste di famiglia, pranzi, anche con zii, nonni, cugini cioè insomma sembra che dipenda tutto da me… non so come comportarmi, se sto esagerando e facendo film inutili o davvero in futuro potrei sentirmi insoddisfatta a lungo andare, vorrei avere consigli da esperti grazie 🙏🏻

2 risposte degli esperti per questa domanda

Salve Manila, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè capisco quanto questa situazione possa impattare sulla sua vita quotidiana. Ritengo fondamentale innanzitutto che lei faccia chiarezza circa ciò che sente e ciò che prova verso questa persona, ritagliandosi uno spazio d'ascolto per elaborare pensieri e vissuti emotivi legati alla situazione descritta pertanto la invito a richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che le impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto e possa soprattutto aiutarla a parlare con se stessa utilizzando parole più costruttive.
Credo che anche un approccio EMDR possa esserle utile al fine di rielaborare il materiale traumatico connesso ad eventi del passato che possono aver contribuito alla genesi della sofferenza attuale.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL

Gentile Manila,

è legittimo interrogarsi su ciò che sta vivendo e su quali possano essere i suoi bisogni e desideri attuali in una relazione sentimentale. Uno psicoterapeuta potrebbe aiutarla a fare chiarezza e a far emergere le sue risorse in particolare e inizialmente nell'impostare un dialogo costruttivo con il suo fidanzato.

Le ricordo che fino al 24 ottobre può far domanda all'INPS anche per via telematica per il bonus psicologico.

Per qualsiasi ulteriore informazione non esiti a contattarmi.

Un caro saluto,

Dott.ssa Barbara Valente