Problemi sessuali

Sessuologia

Laura

Condividi su:

Buonasera, ho 37 anni e mio marito 38. Abbiamo 3 figli. Volevo chiedere  se è possibile che la mia vagina sia troppo larga e mio marito non provi piacere a fare sesso con me? Quando lo facciamo e capita pochissimo lui esce e continua con la mano da solo.. Poi ricomincia. Io sento effettivamente molto poco... Ho fatto la visita ginecologica ma hanno detto che è tutto normale.. Come posso risolvere questo problema? Possibile che a 37 anni debba già rinunciare al sesso e che una donna non dovrebbe avere figli per non modificare la sua vagina che altrimenti al suo uomo non piace più? Possibile sia così tanta la differenza con una senza figli? Vi prego aiutatemi.. Gli esercizi di kegel non portano risultati. Poi volevo sapere se è più un problema di dimensione della vagina o altro? Mio marito ovviamente dice che mi tiro io storie inutili. Grazie per la risposta

3 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Cara Laura,


L' atto sessuale ha un ruolo molto importante in una coppia.


Non si assuma la totale responsabilità ipotizzando una sorta di danneggiamento al suo organo genitale per via delle tre gravidanze e parti! Nella coppia, ci sono danze relazionali complesse da un punto di vista psichico ed emotivo che entrano in gioco anche nell' atto sessuale: dimensioni e forme del corpo non contano se, alla base, vanno in crisi l'intesa e l'equilibrio nella coppia.


Credo che un percorso di coppia possa davvero aiutare entrambi, nel ritrovare la vostra serenità sessuale.


Un caro saluto, resto ovviamente a disposizione 

Gentile Signora,


l'esperienza sessuale in una coppia e ancor di più il benessere sessuale non è strettamente legato alle dimensioni degli organi genitali e alla loro elasticità, bensì ad una serie di fattori che concorronno al piacere reciproco. Non mi soffermerei esclusivamente sul quel "sentire-non sentire e quindi" piuttosto proverei a dedicare tempo a come entrambi avete vissuto la sessualità, anche in funzione del piacere, del suo significato e ruolo all'interno sia della coppia che del singolo.


Qualche ipotesi di difficoltà alla penetrazione non significa automaticamente pensare di rinunciare al sesso, quest'ultimo è molto di più.


Le consigio di riflettere circa la possibilità di una consulenza sessuologica.


Cordialmente


 

Carissima Laura,


Forse  qualcosa nell'intimità tra lei e suo marito è  cambiata?. Avete tre figli. Com'era la situazione prima? Chiarire questi punti sarebbe già un punto di partenza.


Alcuni incontri da un terapeuta potrebbero rimettere un circolo la parola sul sesso e permetterle di superare questa impasse che pare abbia poco a che fare con la questione della sua dimensione.


A disposizione 


Un caro saluto


 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi sessuali"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Ho un problema con la mia famiglia

Ciao mi chiamo Marco e ho 17 anni. Vivo con mia sorella di 27 anni e suo figlio da quattro anni ...

3 risposte
Esiste una correlazione tra l'essere asessuale e l'essere feticisti?

Buongiorno mi chiamo Luca, e da qualche anno ho il dubbio di essere asessuale. Mi spiego, sono etero ...

1 risposta
Posso alla mia età essere attratta da tutto ciò che riguarda il sesso e oltre?

Salve sono qui per raccontarvi ormai di un problema che ho del tipo che sono una ragazza molto apert ...

4 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.