Pensieri ossessivi

Qualcuno mi risponde per favore????

Alyssa

Condividi su:

Ciao
Non so nemmeno perché sto scrivendo ciò, ma sento il bisogno di parlare, non è da me parlare, far sapere ciò che ho dentro e come sto.
Inizio con il dire che quasi 2 anni fa ho perso mia cugina, l’amore della mia vita, avevamo la stessa età, siamo nate lo stesso giorno..può sembrare strano ma è vero.
Mia cugina era tutto per me, e in seguito alla sua morte ho avuto 2 ricoveri in ospedale per tentato suicidio, ingerendo quantità tossiche di farmaci, mi è stato diagnosticato anche un disturbo alimentare e dell’umore.
A distanza di un anno da questi ricoveri, mi sembra che non siano serviti a nulla. Mi ritrovo nella stessa situazione.. la verità è che sono stanca di vivere.
Sono stanca di star male.
E vorrei solo riavere mia cugina tra le mie braccia
Sembro quasi un vegetale, ho lasciato scuola e amicizie.
Prima prendevo 3 tipi di farmaci, ossia, Litio, fluoxetina e abilify
Ho smesso di prenderle già dall inverno scorso (decisione di mia madre)
Non so come fare. Sento di avere solo rabbia accumulata e costanti pensieri negativi. Secondo voi dovrei riprendere le terapie?

3 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Buongiorno Alyssa. La terapia che le è stata prescritta in passato può aiutarla a riottenere un certo controllo sulla sua vita e le sue emozioni; in aggiunta a questo genere di percorso, potrebbe poi esserle utile avere un confronto con uno psicoterapeuta al fine di esplorare più a fondo questi pensieri e tentare di rielaborare le emozioni negative e il lutto, così da riuscire ad affrontarne le conseguenze. In sede di terapia ha anche la possibilità di avere un costante riscontro circa le sue convinzioni e i suoi pensieri e anche solo il fatto di verbalizzarli può aiutarla a fare chiarezza anche sulle emozioni che li caratterizzano.
Se volesse intraprendere questo genere di percorso, che può risultare molto utile per lei, mi rendo disponibile anche online.
Cordialmente,
dott. Alfonso Panella.

Salve, mi spiace molto per la situazione che descrive poiché comprendo il dolore connesso.ritengo importante che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di ricevere il supporto adeguato in queste situazioni, esplorare la situazione con ulteriori dettagli, indagare Cosa abbia significato per lei la morte della sua cugina, esplorare pensieri vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare momenti particolarmente problematici evitare che la situazione possa irrigidirsi interiormente.


ritengo che un percorso cognitivo comportamentale possa essere utile al fine di identificare i pensieri rigidi e disfunzionali che mantengono in atto la sintomatologia e non le impediscono di ottenere il benessere desiderato. Credo inoltre che un approccio EMDR Possa essere utile per elaborare il trauma passato.


Cordialmente, dott FDL 

Buongiorno Alyssa, mi dispiace che stia così male. Innanzitutto interrompere i farmaci non è mai una buona soluzione se non viene dallo specialista anche perchè è necessario ridurre gradatamente i dosaggi. Tra l'altro sarebbe molto importante intraprendere una terapia associata ad una cura farmacologica magari si può far accompagnare da sua madre se avete un rapporto stretto perchè lei si può sentire meno sola nell'affrontare tutto questo dolore. Forse potrebbe rivolgersi ad un/una terapeuta che opera con metodologia EMDR per l'elaborazione dei lutti. Mi sento di dirle che ha fatto bene a sfogarsi e a chiedere aiuto perchè questo è un buon segno.


Le auguro di risolvere le sue difficoltà


Dott.ssa Saracino Alessia

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Pensieri ossessivi"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Alcuni dubbi sul mio orientamento sessuale stanno diventando vere ossessioni. Cosa posso fare?

Buongiorno a tutti, ho 25 anni e da un po' di tempo ho iniziato a soffrire di pensieri ossessivi ...

2 risposte
Mia figlia si rifiuta di essere aiutata per il suo disturbo

Da Settembre di quest'anno, mia figlia quindicenne ha iniziato ad avere crisi di pianto dovute a ...

3 risposte
Non reggo

Ho 27 anni, non saprei nemmeno da dove cominciare, amo la mia famiglia anzi probabilmente amo maggio ...

3 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.