Tentativo di abuso?

Rodolfo

Salve, sono un ragazzo che da qualche tempo sta avendo problemi di ansia di vario tipo.
Volevo chiedere un parere in merito ad una questione sorta di recente, ovvero, mi sono ricordato che quando ero bambino, più o meno all'età di 8/9 anni, ero solito giocare con un mio cugino di qualche anno più grande di me, aveva circa 12 anni lui.
Ebbene ricordo che un giorno lui tra un gioco e l'altro mi mostrò delle immagini di donne nude al pc e dopodichè mi mostrò anche come ci si masturbava, salvo poi chiedermi di scambiarci il favore a vicenda o una cosa simile.
Io chiaramente ero mosso da curiosità, ma quando mi propose quella cosa rifiutai poichè ero già stato educato in maniera adeguata riguardo alla sessualità e sapevo bene che determinate cose si fanno solo tra adulti, inoltre ero anche già consapevole del fatto che mi piacessero le femminucce.
Vi scrivo dunque per chiedervi se questo tipo di attività possa essere catalogata in dei normali momenti di esplorazione tipici dell'infanzia oppure evidenzia qualche problematica più grave di natura "abusatoria". Ve lo chiedo perchè il fatto che mi sia tornato in mente all'improvviso un po' mi spaventa e mi infastidisce perchè continuo a rimuginarci sopra da un po', dunque vorrei sapere soltanto se è la problematica di tipo ansioso-ossessiva, quella che debbo risolvere, oppure devo muovermi in ambito dell'elaborazione del trauma.
P. S. Preciso che questo evento non ha avuto alcun impatto particolare sulla mia vita, nel senso che vivo la mia sessualità in maniera molto serena da sempre e in generale posso soltanto che ritenermi soddisfatto sotto quel punto di vista.
Se ripenso all'evento, inoltre, non ho alcuna reazione in particolare se non il fastidio di non riuscire a togliermelo dalla testa alle volte, come se fossi obbligato a pensarci per trovarci dietro chissà quale significato nascosto.

3 risposte degli esperti per questa domanda

Buongiorno, la risposta al suo quesito non è univoca, mi spiego meglio... Il fatto che lei si sia trovato coinvolto in un gioco esplorativo della sessualità di per sè non è grave, anche se il cugino si è spinto al di là del semplice gioco con la sua richiesta, a cui lei ha opposto un chiaro diniego. La differenza la fa il modo con cui lei a distanza di tempo vive quell'episodio; il rimuginarci sopra è forse un tentativo di elaborazione, ma il suo pensiero a quel punto diventa circolare, cioè non sembra portarla da nessuna parte e rischia di diventare un pensiero di tipo ossessivo. Le consiglio di parlarne con uno psicologo per elaborare quanto vi è di residuo nella sua mente di quell'episodio, per poterlo integrare serenamente nelle sue esperienze. Buona giornata

Resto a disposizione se volesse approfondire, ricevo negli studi di Padova e Feltre e anche online

Caro ragazzo con ansie, io penso che l'episodio accadutoti non abbia avuto sulla tua crescita particolare influenza come trauma, perchè tuo cugino era un ragazzo della tua stessa età e perchè tu ti sei rifiutato. Il fatto che ti venga spesso in mente, forse riguarda un tuo risentimento più generale nei confronti di questo tuo cugino....forse era più forte di te come personalità, e si voleva imporre su di te? Questo si potrebbe scoprire lavorandoci un pò su con uno psicoterapeuta, che ti potrebbe anche aiutare ad affrontare le altre ansie che ti agitano! Auguri, Cristina Berti Ceroni.

Ciao Rodolfo

Da bambini,tutti siamo molto curiosi e desiderosi di imparare le cose della vita.

Questa porta ad avere delle esperienze che possono diventare traumatiche nel corso degli anni.

L'educazione che ti e stata data, non ti ha portato ad accetare quella esperienza rimasta nel tuo inconscio,quindi di tanto in tanto riemerge.Dovresti accettare detta esperienza come un fatto passato che non si ripetera perche contararia alla tua indole maschile.

Per chiarimenti o eventuali approcci mi puoi contattare.