Psicologia scolastica

Mio figlio paura dell abbandono, dei cambiamenti.

Marianna

Condividi su:

Buongiorno! Mio figlio di quasi 6 anni da dopo le vacanze di natale una volta ritornato a scuola "l ultimo anno d'asilo in una scuola e paese nuovo" è tutti i giorni un vero e proprio incubo. Mi spiego meglio ha paura che non vada a riprenderlo, che io muoia e lui rimane a scuola, chiede di continuo alla maestra se la maestra che le dá il cambio è la sua oppure si assenta. C'è da dire che tutto qst lo ha fatto da quando un giorno la sua maestra si assentò e rimase in un'altra classe con una nuova maestra e bambini non della sua classe. I suoi già se ne erano andati. Da quel giorno panico totale! ! Vuole sempre conferme che ci siano le sue di maestra che io vada a prenderlo in orario. E piange chiedendo di continuo l ora. Non si gode la spensieratezza della giornata in classe stando sempre attento al suo cerchio di amici, classe e maestre. Se qualcosa cambia va in tilt. Eppure sono una mamma molto affidabile non gli ho mai dato modo apparte quella volta che rimase da solo, di prenderlo in ritardo! MAI! sempre prima e mai dopo. Tutti i giorni è uguale. Sono disperata! Non so più cosa dirgli per rassicurarlo.

2 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Salve Marianna da quello che lei descrive sembra che il bimbo viva una vera e propria angoscia di separazione, non solo da lei, ma anche da tutto ciò che gli garantisce una certa sicurezza, quindi maestre amichetti e così via. Sicuramente non sembra un bimbo amante dei cambiamenti, che quando avvengono gli destano profonda angoscia. Il punto è che se nonostante le rassicurazioni il piccolo non riesce a trovare una sua tranquillità, occorrerebbe indagare ulteriormente, poichè si potrebbero profilare degli stati di ansia importanti. Le suggerisco, e se vuole sono a sua disposizione, di valutare l'ipotesi di un professionista se il comportamento del piccolo dovesse protrarsi ancora, anzi un consulto lo suggerirei già ora. 


Buona serata.

Cara Marianna, per affrontare il problema bisogna evitare di confutare le paure del bambino e fargliele invece esprimere, e anche disegnare, liberamente. Deve essere fatto un gioco, ogni giorno alla stessa ora per una decina di giorni, in cui il bambino viene incoraggiato a esprimere le sue peggiori paure mentre la mamma prende appunti, senza commentare o cercare di negare quello che teme ma solo facendogli semmai domande sui dettagli. Quindi gli si propone anche di disegnare quello che immagina. Poi gli si fanno accartocciare i fogli e buttare nell'immondizia. Evitate di confutarlo. Meglio farsi vedere sorridenti senza dare troppo peso alla cosa.


Questo può aiutarlo a venirne fuori.


Cari saluti

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Psicologia scolastica"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Come interpretare un “nuovo” atteggiamento

Gentilissimi, sono la mamma di un bimbo che ha quasi 3 anni e mezzo. Frequenta la prima classe dell& ...

5 risposte
ADHD

Buongiorno, un mio alunno, con spiccate capacità nell'ambito logico-matematico, già ...

6 risposte
Mio figlio si annoia a scuola

Salve, sono mamma di un bellissimo bimbo di 7 anni. Quest' anno è entrato alla primaria e per me ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.