Domande e risposte

leggi tutte le domande
Scuola dell infanzia

Buongiorno...mio figlio, 3 anni, ha appena iniziato la scuola dell'Infanzia ... premetto che purtroppo lui ancora non parla... fa psicomotricità e a breve spero di iniziare logopedia... ha iniziato l inserimento con un ora al giorno... e diciamo che non me lo aspettavo, ma è entrato volentieri non ha mai pianto ed era felice... l unica cosa però... le maestre mi hanno già chiesto un colloquio! Aiuto sono disperata!!! Ho chiesto se c'è qualcosa che non va... mi ha detto:" ehmm no dai e solo che essendo che non parla abbiamo bisogno di capire com è lui, se sbagliamo ad approcciare con lui che cosa vuole ecc... " però io sono entrata in panico totale... secondo voi hanno visto che mio figlio ha qualche problema serio? Già così in poco tempo... spero mi rispondete...grazie mille...

9 risposte
Non riesco a capire cosa voglio fare

Sono una ragazza di 21 anni, frequento la facoltà di scienze giuridiche, ma nell'ultimo anno sto avendo dei problemi, in particolare confusione e ansia per cio che riguarda l'università, non so più se continuare o cambiare o trovare un lavoro, inizialmente mi sono iscritta perchè mi incuriosivano le materie giuridiche e volevo continuare a studiarle, ma mi son resa conto che forse un ipotetico lavoro di ufficio non mi piacerebbe, mi piacerebbe invece lavorare nel mondo del turismo/ristorazione, o comunque cambiare vari lavori. Ultimamente ho spesso l'ansia perchè mi sento indietro non sapendo più cosa fare, cosa sia giusto. Ho pensato di rivolgermi ad una figura di psicologia ma in questo caso non volevo spendere dei soldi

2 risposte
Dubbi sul cosa fare nella vita

Ho quasi 22 anni, frequento l'università ma non so più se mi conviene continuare quella determinata facoltà, penso di averla scelta solo perchè incuriosita dalle materie, ma non perchè avevo gia idea di cosa fare dopo, non ho dato esami, non so più se continuare o mollare e cercare qualche lavoro, vorrei partire e lavorare, viaggiare. Pensando a un qualche lavoro ho il pensiero di cambiare facoltà se proprio devo studiare, però mi sento in una situazione in cui non riesco a uscire e trovare quello che fa per me. Mi sento anche che magari studiare mi prenderà troppo tempo se poi magari finita l'università farò un lavoro diverso da quello per cui ho studiato.

3 risposte
Ho una figlia adolescente

Buongiorno sono preoccupata per mia figlia di 14 anni, lei è sempre educata con noi genitori e con il prossimo ma da un po di tempo sembra più nervosa e peggiorano voti a scuola. Ho anche trovato delle sigarette nel suo zaino di scuola e lei non ha negato il fatto che fossero sue. La mia paura e che questa situazione vada a peggiorare in qualche modo. Come posso aiutarla? Grazie

6 risposte
Sto molto male per la scuola e mi sento sola, cosa posso fare?

Scrivo per chiedere aiuto!! Ultimamente sto malissimo, sempre più male. Il problema principale è la scuola. La mia famiglia è fissata col fatto che se non vado bene a scuola non ho un futuro e sono una fallita incapace. Mi viene sempre ansia quando penso alla scuola e al fatto che sono sola. Non ho nessuno con cui parlarne o chiedere aiuto, non ho amici con cui parlare e sfogarmi per questo problema. Non ho più autostima quando mi guardo mi sento male e mi faccio schifo e questo mi distrugge perché non sono mai stata così. I professori non provano a vedermi con occhi diversi e non provano ad aiutarmi. Io mi sento sempre più sola e non ce la faccio più. Ho bisogno di qualcuno con cui parlare, qualcuno che mi capisca. Ormai tutti questi problemi me li tengo dentro perché per anni ho provato ad aprirmi e mi hanno sempre dato dell’egoista(per parlare dei miei problemi) e dell’ incapace (perché non provo a cambiare le cose). Io ci provo con tutta me stessa e a volte capita che io riesca a prendere anche bei voti ma poi, qualcosa va male e mi cade il mondo addosso. Sembra che a nessuno interessi di ciò che mentalmente sto passando. Mi fa malissimo sapere di poter affidarmi solo a me stessa perché nessuno prova a capire il mio dolore. A volte mi sento in colpa perché penso di esagerare però cosa posso farci? Mi sento così male, mi sento un peso nel cuore e mi sento odiata da tutti. Scuola e famiglia. Anche perché amici non ne ho più. Non riesco più a continuare così sto sempre peggio. Cosa posso fare?

5 risposte
Bambino di 8 anni fatica ad interagire con i suoi compagni di classe

Buongiorno, vi pongo una domanda che sicuramente vi avranno già fatto migliaia di altre volte. Mio figlio, che compirà 8 anni a breve, fatica a relazionarsi con i suoi compagni di classe. E' un bambino con una fantasia e creatività infinità ma è anche insicuro (cerca quasi sempre il mio sguardo di "approvazione" o quando è in difficoltà) ed è particolarmente chiuso nel raccontare i suoi sentimenti e le sue emozioni anche con noi, oppure sta sulle sue e non interviene quando i suoi compagni parlano tra di loro (l'ho notato anche durante diverse videolezioni) Ed ora che, lavorando da casa, ho la possibilità di accompagnarlo la mattina a scuola, vedo che quando lui prova ad andare dai suoi compagni in attesa di entrare, viene ignorato o non mostrano alcun interesse per lui. Lo abbiamo iscritto adesso ai boyscout, perché ritengo fondamentale che faccia altre esperienze e che conosca gente nuova e che provi a creare legami con bambini che può rivedere ogni settimana e non solo per un'oretta e basta al parco. Avendo provato sulla mia pelle la stessa esperienza, so cosa significa e soffro moltissimo, soprattutto perché anche provando a parlare con lui si innervosisce e non vorrei fargli pesare ancora di più la situazione scaricando su di lui anche la mia sofferenza, ma non so cosa fare e come comportarmi se non lasciare che faccia da solo le sue esperienze ed essere disponibile ad ascoltarlo solo nel caso fosse lui a tirare fuori l'argomento e passare più tempo con lui. Grazie

3 risposte
Mia figlia di 9 anni non vuole tornare a scuola

Mia figlia di 9 anni ha avuto una otite e per ovvi motivi è rimasta a casa per circa una settimana. Adesso si rifiuta di tornare a scuola, dice che non vuole più studiare, da la colpa alla maestra dicendo che la sgrida sempre, poi agli amici dicendo che non le piacciono. La sera promette che ci andrà e poi la mattina inizia a piangere disperatamente per non andarci. Quando ci sono io riesco ad accompagnarla, ma quando sono a lavoro i miei genitori non riescono a convincerla e resta con loro. Ho un’altra bambina di 8 anni che va nella stessa scuola senza problemi. Non so più cosa fare, ho provato con promesse, premi ecc poi con punizioni e ramanzine ma niente. Ho pensato a qualche problema in classe ma quando riesco a farla andare poi all’uscita è tutta contenta. Ormai la cosa dura da quasi 15 giorni. Grazie

2 risposte
Bambino di 7 anni con sindrome da primo della classe

Buonasera, il mio unico figlio frequenta la classe seconda della scuola primaria, già lo scorso anno la maestra mi ha fatto notare che vive male le competizioni e le gare con i compagni perché vuole essere sempre il primo in ogni materia o prova. Preciso che sia io che mio marito non pretendiamo che sia il primo della classe e che siamo già felici se svolge i compiti con impegno. La cosa che mi preoccupa molto che quando non vince o ha qualsiasi conflitto con gli amici non riesce a gestirlo e soprattutto si graffia la guance per la rabbia. (Poiché ha fallito una prova) sono veramente preoccupata e non so come fargli capire questo comportamento sbagliato, la maestra mi sottolinea che sono momenti di vera frustrazione per lui.... ovviamente lo status di figlio unico colpevolizza molto noi genitori ma io ritengo che sia più un fattore caratteriale. Spero di avere consigli e suggerimenti da poter subito mettere in pratica. Grazie per l'attenzione

2 risposte
Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.