Psicoterapia

Il corpo ci parla: la psicosomatica

contattami

Condividi su:

La psicosomatica è una parte della psicologia che studia le connessioni esistenti tra un disturbo fisico e un malessere psicologico.


Fin dall’antichità, si è sempre ritenuto che corpo e mente fossero strettamente connessi e in costante comunicazione tra loro, un esempio è il famoso proverbio “mens sana in corpore sano”, cioè “mente sana in corpo sano”, che sottolinea l’importanza per ciascuno di noi di vivere in una situazione di benessere sia fisico che psichico.


Quando nella nostra vita si verifica una condizione di forte stress (problemi familiari, lavorativi, traumi, perdita di una persona cara…), talvolta è possibile che si sviluppi un sintomo fisico, come ad esempio emicrania, dermatiti, mal di stomaco, problemi di digestione, disturbi cardiaci o di respirazione.


Come si fa a capire se il malessere è di origine psicosomatica?

Prima di tutto è necessario andare dal dottore per svolgere degli accertamenti medici, in modo da capire se il disturbo ha una causa organica o no. Nel caso in cui gli esami non evidenzino alcuna origine organica del sintomo, allora è probabile che esso sia dovuto ad una sofferenza interiore.


 A volte a livello consapevole la persona non riesce ad esprimere il proprio disagio psicologico, così il corpo si trasforma in un “messaggero della mente”, portando alla luce la difficoltà o il conflitto interiore attraverso la comparsa di un sintomo fisico, più o meno accentuato.


Il disturbo, quindi, va considerato come un messaggio, un segnale della nostra mente che ci avverte che c’è qualcosa che non va; è un invito a risolvere quella situazione o condizione che ci procura sofferenza, in modo da recuperare uno stato di benessere.


A volte cerchiamo di soffocare in tutti i modi il dolore, la rabbia e le nostre emozioni, ma dopo un po’ di tempo questa strategia porta alla comparsa di una problematica fisica, perché tenersi tutto dentro non va bene. Non è facile trovare il coraggio di affrontare il disagio interiore e riuscire ad esternarlo, ma questa è l’unica strada verso il cambiamento e la risoluzione del sintomo psicosomatico. 

 

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Psicoterapia"?

Domande e risposte

Psicoterapia e giocosità

Salve, mi sono reso conto che un elemento per me imprescindibile in un rapporto psicoterapeutico, ...

4 risposte
Andarsene di casa: significa davvero voler fuggire?

Salve a tutti, sono un ragazzo di 22 anni e sto pensando di andarmene di casa. Sono in terapia da ...

6 risposte
Lo xeplion è indicato per la sindrome di Asperger?

Salve sono un ragazzo di 26 anni affetto da SA, lo psichiatra mi ha prescritto lo xeplion, ma andand ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.