Psicoterapia

L'incontro tra medico e paziente

10 Aprile 2017

contattami

Condividi su:

L'INCONTRO TRA MEDICO E PAZIENTE

Tre momenti formano l'incontro tra un medico e un paziente.

C'è un primo momento, nel quale il medico vede il suo paziente, prima di tutto come un essere umano: lo conosce, lo guarda, lo ascolta, sente il suo sentire.


C'è un secondo momento, nel quale il medico, in quanto clinico, rivolge le sue attenzioni al sintomo portato dal paziente e, servendosi della sua competenza, formula una "diagnosi ed una cura".

C'è, poi, un terzo momento, che definisce il termine dell'incontro: è il momento nel quale medico e paziente percepiscono una fiducia reciproca, fiducia che può segnare l'inizio di un rapporto di fidelizzazione che durerà nel tempo. Ma potrebbe essere, invece, il momento della delusione delle proprie aspettative, da parte di entrambi. In quest'ultimo caso, non ha sbagliato né il medico nella sua professionalità, né il paziente a non affidarsi al medico: semplicemente "l'incontro umano" non ha funzionato.


Il rapporto tra medico e paziente è una relazione umana, nella quale la parola e l'ascolto fanno già parte della cura.

Commenta questa pubblicazione

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Psicoterapia"?

Domande e risposte

Bipolarismo. Va via da solo??

Salve, sono Stella e ho 29 anni. Sono stata diagnosticata con disturbo bipolare tipo 2 nel 2014...

1 risposta
Quanto influisce l'esperienza del terapeuta nella riuscita della terapia?

Quanto influisce l'esperienza del terapeuta nella riuscita della terapia? Ho già fatto terapi ...

9 risposte
Terapia sistemico-familiare e disturbi d'ansia

Una terapia di questo indirizzo si concilia con i disturbi d'ansia? Soffro di fobia sociale, ansia ...

8 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.