Psicoterapia

L'incontro tra medico e paziente

contattami

Condividi su:

L'INCONTRO TRA MEDICO E PAZIENTE

Tre momenti formano l'incontro tra un medico e un paziente.

C'è un primo momento, nel quale il medico vede il suo paziente, prima di tutto come un essere umano: lo conosce, lo guarda, lo ascolta, sente il suo sentire.


C'è un secondo momento, nel quale il medico, in quanto clinico, rivolge le sue attenzioni al sintomo portato dal paziente e, servendosi della sua competenza, formula una "diagnosi ed una cura".

C'è, poi, un terzo momento, che definisce il termine dell'incontro: è il momento nel quale medico e paziente percepiscono una fiducia reciproca, fiducia che può segnare l'inizio di un rapporto di fidelizzazione che durerà nel tempo. Ma potrebbe essere, invece, il momento della delusione delle proprie aspettative, da parte di entrambi. In quest'ultimo caso, non ha sbagliato né il medico nella sua professionalità, né il paziente a non affidarsi al medico: semplicemente "l'incontro umano" non ha funzionato.


Il rapporto tra medico e paziente è una relazione umana, nella quale la parola e l'ascolto fanno già parte della cura.

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Psicoterapia"?

Domande e risposte

Psicoterapia e giocosità

Salve, mi sono reso conto che un elemento per me imprescindibile in un rapporto psicoterapeutico, ...

4 risposte
Andarsene di casa: significa davvero voler fuggire?

Salve a tutti, sono un ragazzo di 22 anni e sto pensando di andarmene di casa. Sono in terapia da ...

6 risposte
Lo xeplion è indicato per la sindrome di Asperger?

Salve sono un ragazzo di 26 anni affetto da SA, lo psichiatra mi ha prescritto lo xeplion, ma andand ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.